Fortune Italia Luglio/Agosto 2021

FORTUNE ITALIA misura il successo di un'azienda e se ne fa garante, rafforza le leadership e traccia il ritratto degli uomini e delle donne che si celano dietro il loro successo. Dialoga con i top C-level executives e ne racconta il mondo. Propone analisi approfondite delle tendenze economiche e finanziarie. Presenta idee e tecnologie. Pone grande attenzione ai temi della sostenibilità e della responsabilità sociale e ambientale. Riconosce il merito dei giovani più promettenti. Celebra le donne più innovative e influenti.

País:
Italy
Idioma:
Italian
Editor:
We Inform srl
Periodicidad:
Monthly
US$ 5,11
US$ 22,70
11 Números

en este número

2 min.
l’estate del bivio

Qualcosa, di buono, si muove. I passi avanti nella vaccinazione, che va completata senza perdere tempo, evitando i clamorosi errori di comunicazione di queste settimane, e la sensibile riduzione dei contagi sembrano aver messo alle spalle l’emergenza sanitaria. E la liberazione dalle mascherine, almeno all’aperto, è un segnale non solo simbolico, ma sostanziale, dell’ingresso in una nuova fase. LA PROMOZIONE A PIENI VOTI del Pnrr italiano è un passaggio che prelude all’arrivo di risorse indispensabili per sostenere la ripartenza e iniziare a costruire un Paese diverso. Anche su questo fronte, la sfida decisiva è sull’attuazione: governo e Parlamento devono, da subito, tenere il passo di una corsa legislativa che deve garantire contestualmente rapidità e correttezza nelle scelte. È INIZIATA UN’ESTATE che può significare molto, sia sul piano economico sia sul piano sociale.…

forit2107_article_010_01_01
3 min.
prorogare lo stato di emergenza

Posto in essere dal governo Conte II il 30 gennaio 2020 alla luce del codice della Protezione civile, lo stato di emergenza è stato adottato per snellire le procedure di approvazione di leggi, decreti e strumenti che consentissero di affrontare quanto prima - e appunto in modo adeguato, perché più rapido ed efficace - i problemi che l’erompere della pandemia di Covid ha comportato nel nostro Paese. GIÀ PROROGATA, la scadenza dello stato di emergenza, prevista al prossimo 31 luglio, oggi non può che essere spostata ulteriormente in avanti (potrà arrivare, peraltro, al massimo fino al 31 gennaio 2022, in quanto non si può superare per legge il limite dei due anni). La ragione di ciò è presto detta. Il rinnovo trova fondamento proprio in quel ‘rischio ragionato’ con cui il presidente…

forit2107_article_012_01_01
3 min.
ora una sola camera da 600 parlamentari

Nel Paese in cui ‘hanno tutti ragione’, ogni tanto bisognerebbe prendere atto delle conseguenze delle posizioni che prendiamo e riflettere se corrispondono ai nostri intendimenti. ANCHE i più acerrimi sostenitori del bicameralismo paritario dovrebbero fare qualche riflessione sullo stato di salute della nostra democrazia rappresentativa e sul ruolo del Parlamento. Ritengo necessaria questa riflessione perché chi ancora crede, come chi scrive, nella centralità del Parlamento e nella democrazia rappresentativa, non può stare con le mani in mano. Siamo in una fase in cui il ruolo del Parlamento è sempre più irrilevante. Nell’emergenza può essere comprensibile, ma la tendenza mi sembra ormai delineata. Come ha anche notato Enrico Letta, il taglio dei parlamentari ha creato problemi molto seri e aggravato la situazione che rischia di aprirsi all’indomani delle prossime elezioni. A QUESTO PROPOSITO,…

forit2107_article_014_01_01
5 min.
più sicurezza psicologica, più produttività

Sam Walton, fondatore di Walmart, diceva che “i leader eccezionali fanno di tutto per aumentare l’autostima del proprio personale. Se le persone confidano in se stesse, è incredibile quello che possono realizzare”. Un’intuizione lungimirante la sua, che decenni dopo viene avvalorata da studi e ricerche che dimostrano come la sicurezza psicologica sui luoghi di lavoro favorisca le performance di alto livello. Secondo uno studio di Deloitte, il 70% dei dipendenti ammette di restare in silenzio rispetto a problemi che pure potrebbero compromettere la performance dell’azienda. Una recente indagine Gallup evidenzia invece che nei team in cui c’è maggiore sicurezza psicologica si registra un incremento della produttività. E se questo era vero già prima, lo è diventato ancora di più con la pandemia: infatti, la crisi che ne è seguita ha modificato…

forit2107_article_015_01_01
4 min.
creare valore ‘verde’

IL VIA LIBERA È ARRIVATO il 29 aprile, quando il Consiglio di amministrazione di Eni ha approvato l’avvio del progetto strategico che servirà a mettere a punto il piano industriale e finanziario del nuovo veicolo societario che nascerà dall’unione delle attività di retail di Eni gas e luce e quelle relative all’energia rinnovabile, che nei piani futuri della società avrà un ruolo sempre più importante. Mentre si decide quale debba essere la strada da seguire per questo nuovo veicolo societario (tra Ipo, cessione o scambio di una quota di minoranza) a essere chiari sono gli obiettivi. Innanzitutto, “massimizzare la creazione di valore”, mettendo in contatto i circa 10 milioni di clienti di Eni con la crescente capacità installata di energia pulita dell’azienda: questo permetterà, dice la nota di Eni, di ampliare…

forit2107_article_018_01_01
3 min.
il digitale fa la differenza

“LE ASSICURAZIONI sono abituate storicamente a usare i dati. Pensiamo a quelli usati per la valutazione del rischio. Solo che, stavolta, a essere analizzato è il comportamento. L’obiettivo è finalizzare l’acquisto e soprattutto rispondere al meglio alle esigenze del cliente”. A spiegarci quanto il mondo del data analysis possa essere utile soprattutto, ma non soltanto, per l’universo assicurativo è Roberta Pazzini, Head of marketing & communication di Yolo, gruppo italiano di servizi e di intermediazione assicurativa digitale. “L’economia dei dati e le tecnologie digitali, infatti, stanno trasformando profondamente i nostri stili di vita con una serie di sviluppi interessanti che potrebbero ridefinire il modo in cui ci prendiamo cura di noi stessi e di ciò che ci sta più a cuore”, mette in evidenza Gianluca De Cobelli, amministratore delegato del…

forit2107_article_020_01_01