EXPLORARMI BIBLIOTECA
Hogar y Jardín
Marie Claire Maison Italia

Marie Claire Maison Italia

Settembre 2020

Un giornale da abitare. Uno stile da vivere. MC Maison è il magazine internazionale che racconta le case come un riflesso dello spirito creativo delle persone che le vivono. Ma non solo.. E’ un universo “caldo” in cui convivono lifestyle, design e charme, raccontati con eleganza e semplicità.

País:
Italy
Idioma:
Italian
Editor:
HMC IITALIA SRL
Periodicidad:
Monthly
Leer Más
SUSCRIBIRSE
US$ 19,54
10 Números

en este número

1 min.
la casa interiore

LE PERSONE REALMENTE AFFASCINANTI HANNO IL DONO DI FAR SENTIRE L’ INTERLOCUTORE AL CENTRO DELL’UNIVERSO Adoro i libri rivolti agli aspiranti romanzieri, con tutte le loro regole, divieti e dritte da insider. I vademecum per gli scrittori si rivelano, infatti, degli ottimi manuali di vita e – nei capitoli dedicati alla creazione dei protagonisti – dispensano consigli indiretti su come diventare, nella nostra prevedibile quotidianità, delle persone carismatiche. Il primo assioma è che nessun argomento di conversazione è in grado di renderci banali se ci coinvolge profondamente. Esprimere in modo infervorato ciò che ci appassiona fa scattare una forte connessione con l'interlocutore, anche quando si tratta di discettare di vini in compagnia di un astemio. Non è il tema, bensì l'entusiasmo con cui viene trattato a generare l'immedesimazione. Analogamente, le nostre…

4 min.
interni couture

Prima ha trionfato con l'alta moda. Poi, quasi in segno di protesta per l'avvento del prêt-à-porter, si è distinto come abile decoratore e paesaggista. In questo volume c'è l'universo di Federico Forquet, attraverso il racconto di Hamish Bowles e le foto di Guido Taroni, autore della nostra cover. Federico Forquet, pp. 304, €73. rizzoliusa.com RIFLESSIONE INTENSA PHOTOFESTIVAL Varie sedi, Milano. Dal 7/9 al 15/11 La quindicesima edizione della rassegna dedicata alla fotografia d'autore ha per titolo Scenari, orizzonti, sfide. Il mondo che cambia. In mostra gli scatti di grandi artisti: Franco Fontana, Martino Lombezzi e Annamaria Tulli (qui, Donna Loreta). milanophotofestival.it FICTION D’AUTORE CAROUSEL CAMERA, Torino. Dal 17/9 all'8/12 Sintesi perfetta di fotografia, pittura, scultura e scenografia, gli scatti di Paolo Ventura sono una sublime narrazione sul tema del doppio e della finzione. In mostra pure un'installazione evocativa…

4 min.
passione seventies

A sinistra, un'opera fotografica della serie Making architecture, 2017, dell'artista italiana Cristina Coral. Nell'immagine accanto, da sinistra, tavolo con base in bronzo e top in marmo Sahara noir lucido Kensington, progetto firmato Jean-Marie Massaud per Poliform, cm 200Øx74h; sopra, oggetto decorativo in marmo da collezione privata; vasi in plexiglas tornito, satinato e lucidato UFO, disegnati da cristinanavastudio per M.Paolillo + design, cm 23Øx27,5h e cm 30Øx19h. Sedie Nova, con seduta e schienale ergonomici rivestiti e gambe in metallo verniciato tramite trattamento galvanico nella finitura gold, Riflessi, la versione senza braccioli cm 55x59x85h, quella con braccioli cm 58x59x85h. Sospensione in vetro soffiato bianco lavorato a mano e dalla struttura in metallo lucido nero Peggy, di Hangar Design Group per il brand Vistosi, cm 180x85h, €3.172. Carta da parati Kabe, linea Londonart…

1 min.
behind the scene

3 min.
eleganza bespoke

DA STATUS SYMBOL A RIFUGIO ACCOGLIENTE. LA CASA SCOPRE UNA VOCAZIONE INEDITA E IL VALORE DI UN APPROCCIO SU MISURA Un'intesa totale sul senso del bello e la medesima filosofia: firmare progetti residenziali (nelle foto di queste pagine) dando voce al committente, senza imporre mai uno stile. Le gemelle Nathalie e Virginie Droulers hanno le idee chiare e un portfolio di tutto rispetto. A capo dello studio milanese Droulers Architecture dal 2002, realizzano interni dal sofisticato taglio sartoriale, perché in casa l'eleganza è un'attitudine innata. Abituate sin da bambine ad affinare il gusto tra i saloni di Villa d'Este – iconico hotel sul lago di Como appartenuto a lungo alla famiglia – hanno fatto pratica anche negli States. Laureata in architettura al Politecnico di Milano, Nathalie ama definire gli spazi e le…

2 min.
coppia vincente

FORME ORGANICHE E SUPERFICI MATERICHE SONO I CODICI DI UN RAFFINATO SCAMBIO CULTURALE E DI UN INTRIGANTE MELTING POT Lei si chiama Cara Judd: sudafricana, classe 1986, ha studiato interior design a Città del Capo, poi è volata a Londra per lavorare prima con Conran and Partners e in seguito presso Designers Guild. Lui è Davide Gramatica, italiano, 35 anni, ha una laurea triennale in product design conseguita allo IED di Milano. Ed è qui che si sono conosciuti. Infatti – terminata l'esperienza oltremanica – Cara ha vinto una borsa di studio proprio per l'Istituto Europeo di Design, dove entrambi oggi tengono spesso lezione. Coppia nel lavoro e nella vita, dal 2016 sono le menti creative di CARA \ DAVIDE, atelier fondato nel capoluogo lombardo e brand con cui autoproducono arredi dalle…