EXPLOREMY LIBRARY
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Food & Wine
La Cucina ItalianaLa Cucina Italiana

La Cucina Italiana Gennaio 2019

Ogni anno oltre 1.000 nuove ricette provate per voi nella cucina di redazione. Spunti, idee e suggerimenti per divertirsi ai fornelli e preparare piatti di sicuro successo. La Cucina Italiana, recentemente rinnovata nella veste grafica, propone anche rubriche che vanno dalla scuola di cucina all’educazione alimentare dei più piccoli, dal turismo enogastronomico alle nuove tendenze.

Country:
Italy
Language:
Italian
Publisher:
Edizioni Condé Nast S.p.A.
Read Morekeyboard_arrow_down
BUY ISSUE
$6.83(Incl. tax)
SUBSCRIBE
$25.62(Incl. tax)
12 Issues

IN THIS ISSUE

access_time1 min.
l’anno che verrà

A voi che ci seguite, cari lettori e lettrici, a voi che ogni mese comprate il nostro giornale (siete in tanti, grazie di cuore), a voi che ogni giorno guardate i nostri social e interagite con noi: il 2019 sarà importante perché La Cucina Italiana festeggia i suoi primi 90 anni, un traguardo raggiunto insieme con voi, ieri con le nostre e vostre mamme e papà e, ancora prima, con i nonni di questa grande Italia. Generazione dopo generazione abbiamo mangiato e apparecchiato insieme la tavola, accarezzato il convivio, condiviso un momento speciale dove magari una nostra ricetta è stata lì con voi a festeggiare qualcosa di unico. Sono successe tante cose (incluse una guerra mondiale), ma non è mai cambiato il nostro spirito e il desiderio di dare sempre…

access_time3 min.
notizie di cibo

Il frutto tondo che fa star bene il mondo Moro, tarocco, sanguinello: la lunga stagione delle arance, iniziata a novembre, entra adesso nel vivo con la Rossa di Sicilia Igp, dall’inconfondibile polpa rosso vermiglio. Ma l’agrume più coltivato al mondo (centinaia di tipologie, divise in arance dolci e amare), si raccoglie fino a maggio-giugno. Ricchissima di flavonoidi e antiossidanti, utili a contrastare malattie degenerative e cardiovascolari, l’arancia o «portogallo», come veniva chiamata fino al XIX secolo, non a caso è il simbolo scelto da Airc (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) per l’iniziativa Le Arance della Salute: sabato 26 gennaio, in 3mila piazze e 700 scuole d’Italia, 20mila volontari distribuiranno, per una donazione base di 9 Euro, una reticella di arance da 2,5 chili, e, novità di quest’anno, marmellate o…

access_time1 min.
sempre più in alto

Per nostalgici della capanna nel bosco il portale di affitti Airbnb propone, negli Stati Uniti, le A-Frame Cabins: le case di legno a forma di «A» degli anni Trenta rilanciate dal NY Times. airbnb.com Sapori alpini nel menu del ristorante Stua da Legn di Livigno (SO), a bordo pista con vista sugli alloggi di neve dell’artista Vania Cusini. snowsuitelungolivigno.com Pranzo a 2173 metri con piatti valdostani o uno spuntino al rifugio Les Glaciers sul massiccio del Monte Bianco? Lo propone l’avveniristica funivia SkyWay Monte Bianco. montebianco.skyperformance.com Enormi vetrate a picco sui campi di sci per il ristorante Oberholz a Nova Ponente, in Alto Adige, a 2096 m, con i piatti sopraffini dello chef Franz. oberholz.com Si ispira al planking, ovvero la tecnica usata nei Paesi scandinavi per cuocere e aromatizzare carne e pesce su…

access_time1 min.
mangiamo fuori? sì, in hotel

Cosa mangeremo quest’anno nei grandi alberghi europei? Lo abbiamo scoperto lo scorso autunno durante Taste of the InterContinental Life, l’evento organizzato dalla catena alberghiera internazionale presso il suo ristorante El Jardín di Madrid: otto cuochi per raccontare le nuove proposte gastronomiche e confermare il ritorno di una tendenza: il piacere di cenare in hotel, dove nulla è lasciato al caso. Miguel de la Fuente, resident chef del ristorante El Jardín di Madrid: nei suoi piatti si assapora il gusto più attuale della gastronomia spagnola. Dallo stellato Alcyone di Marsiglia, le creazioni di Cédric Mery celebrano il pescato locale tra spezie e ispirazioni mediterranee. I sapori del villaggio di pescatori dove è nato il creative chef Miguel Laffan sono i veri protagonisti del portoghese Atlântico a Estoril. A Lisbona, le creazioni dell’executive chef del ristorante…

access_time1 min.
l’aspic è tornato

DA MUSEO Scenografiche architetture trasparenti, alte come torte nuziali e precise come mosaici: ai primi dell’Ottocento gli aspic appaiono sulle tavole dei banchetti di Napoleone e diventano un fenomeno di massa (ma per le élite) in tutta Europa. Il merito è del cuoco francese Antonin Carême, l’inventore della haute cuisine. COME ERAVAMO L’aspic diventa pop nel Dopoguerra: la gelatina è in polvere, veloce da fare, bella da vedere, economica… adatta ai nuovi ritmi della società. Basta aprire un vecchio numero de La Cucina Italiana dagli anni Sessanta in poi: ce ne sono a decine. Le nostre ricette di ieri (e quelle di oggi) sono sul sito lacucinaitaliana.it #JELLYART L’aspic contemporaneo è dolcissimo, divertentissimo e coloratissimo, come un arcobaleno. Per i seguaci del cake design, la nuova frontiera sono le gelatin cake: bavaresi con uno strato…

access_time1 min.
sono lieti di invitarvi a cena

Volete vivere un’esperienza speciale? Domenica 27 gennaio, scaldate i giorni più freddi dell’anno e unitevi alla redazione de La Cucina Italiana per festeggiare con calore e affetto i 12 anni di Eataly. Dalle 20 ci siederemo a una grande tavolata con il fondatore di Eataly, Oscar Farinetti, e con il nostro direttore Maddalena Fossati per La Cena Eataliana. Protagonisti i piatti del cuore, quelli a cui siamo affezionati da sempre, che per l’occasione saranno cucinati da Viviana Varese e da Enrico Panero (trovate il menu qui sotto). Assicuratevi un posto acquistandolo su eataly.it/lacenaeataliana DEDICATO AI NOSTRI LETTORI #LACENAEATALIANA A UN PREZZO SPECIALE! PRENOTATE IL VOSTRO POSTO A TAVOLA SU eataly.it/lacenaeataliana USATE QUESTO CODICE EATALYXLCI PER OTTENERE LO SCONTO RISERVATO AI SOLI LETTORI DE LA CUCINA ITALIANA…

help