EXPLOREMY LIBRARY
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Fashion
MAXIM ITALIAMAXIM ITALIA

MAXIM ITALIA

Giugno/Luglio 2019

MAXIM ITALIA è genio e sregolatezza. Ambizione e passione. Un progetto editoriale contemporaneo e innovativo capace di anticipare le tendenze ed ispirare. MAXIM è la guida essenziale per l'uomo che vuole il massimo, sempre! MAXIM ITALIA, semplicemente essenziale!

Country:
Italy
Language:
Italian
Publisher:
MAGENTA SRL
Read Morekeyboard_arrow_down
BUY ISSUE
$7.70(Incl. tax)
SUBSCRIBE
$20.52(Incl. tax)
6 Issues

IN THIS ISSUE

access_time1 min.
maxim italia

EDIZIONE ITALIANA DIRETTORE Claudio Trionfera @CTrionfera GRAFICA E PHOTO EDITING Sarah Carlet PROGETTO GRAFICO Francesco Morini HANNO COLLABORATO A QUESTO NUMERO Valentina Arcovio, Livio Buffo, Gianni Canova, Laura Casarotti, Roberta Denti, Carlo Dutto, Roberto Eusebio, Stefania Fiorucci, Pino Gagliardi, Hugh Garvey, Keith Gordon, Alma Grandin, Francesca Lori, Cinzia Malvini, Paola Mammini, Raffaele Marino, Peter Parido Porcu, Pucci Romano, Maria Pia Rosati, Simona Santoni, Giovanni Silvi, Nicolas Stecher EDITORE Magenta Srl CEO Leonardo Donato BUSINESS DEVELOPER Domenico Mancini d.mancini@magentamedia.it ORGANIZZAZIONE EVENTI Dea Callipo eventi@magentamedia.it edizione internazionale EDITOR-IN-CHIEF Sardar Biglari SPECIAL CREATIVE ADVISER Gilles Bensimon SPECIAL LIFESTYLE EDITOR Alessandra Ambrosio ART & DESIGN DIRECTOR Guillaume Bruneau SENIOR FEATURES EDITOR Keith Gordon EXECUTIVE EDITOR-AT-LARGE Jared Paul Stern EUROPEAN FASHION DIRECTOR Caroline Christiansson DEPUTY ART DIRECTOR Paul O'Dea CONTRIBUTING FEATURES EDITOR Nicolas Stecher CONTRIBUTING EDITOR Ducan Quinn CONTRIBUTING RESEARCH EDITOR Jordan N. Mamone VICE PRESIDENT OF OPERATIONS Kai Olderog…

access_time3 min.
che ci passa per la testa

Dedicato alla creatività. E, prima ancora, ai sentimenti che la generano. Bella dedica. La prima cosa che viene in mente è di pensare al Creatore, il Padre di tutte le forme creative, tout court di tutte le forme. Allora ci si perde e disperde nei molti universi - non ce n’è uno solo eh - dove microscopicamente navighiamo (come Jurij Gagarin fece per la prima volta quasi 60 anni fa) e si va un po’ troppo lontano rispetto a ciò che ci richiede lo sfogliare di questo nostro Maxim. Cui vorremo regalare un respiro di creatività in ogni suo capitolo, incominciando naturalmente da una cover story che riguarda la formula creativa tipicamente contemporanea e per certi versi sfrontata dal nome tanto in voga di influencer. Ludovica Pagani ne è una…

access_time2 min.
screativi di parte

Albert Einstein ha detto una cosa bellissima: “La creatività è contagiosa. Trasmettila”. Non ci metterei la mano sul fuoco ma temo che qualche esuberante creativo, in tempi non sospetti, se ne sia appropriato in modo del tutto arbitrario trasmettendo un contagio per niente creativo. Direi che maschi e femmine siamo tutti d’accordo sul fatto che “l’importante è essere belli dentro” o “l’età è quella che ti senti” sia una gigantesca cazzata, giusto? Jane Fonda e Sean Connery non sono umani quindi non contano. Perché ciò che dopo una certa età aiuta a convivere con quella faccia che incontrando per caso la mattina appena svegli nello specchio fa di tutto per convincerci essere la nostra, non sono le frasi fatte ma una sana, pacificata accettazione del tempo che passa. Del resto, che…

access_time9 min.
il successo è un incidente, l’importante è realizzarsi

Il nostro appuntamento è fissato per la tarda mattinata di un sabato piovoso, al telefono mi risponde la moglie dell’artista (Paola Penzo, autrice di alcuni dei suoi brani e che dal 1991 è la sua seconda moglie) che gentilmente mi chiede di riprovare dopo una mezzoretta perché il marito si è svegliato da poco e “ha bisogno di qualche macchinetta di caffè per affrontare l’intervista”. Riprovo una quarantina di minuti dopo e questa volta al telefono arriva proprio lui, Gino Paoli, con la sua inconfondibile voce che mi sorprenderà rispondendo puntualmente e penso anche sinceramente - tra qualche schietta risata e un po’ di colpi di tosse dovuti al fumare tanto - a tutte le domande che mi ero preparato, alcune professionali altre private, come l’accusa alla consorte di essere…

access_time3 min.
laura forever

Filippo Neviani, meglio conosciuto come Nek, una carriera internazionale che lo ha portato a dividersi per molti anni tra l’America Latina e il nostro Paese. Ha appena pubblicato il suo quattordicesimo album che contiene il pezzo presentato a Sanremo Mi farò trovare pronto che però non ha dato i frutti sperati, perché la musica è pur sempre un gioco, una volta si vince e l’altra si perde, l’importante però è partecipare. Il tuo gioco preferito è quindi il cubo di Rubik? (ridendo) In realtà no, perché non sono mai riuscito a completarlo, ma usare il cubo è anche un modo per esorcizzare questa mancanza. Da bambino giocavo a calcio e a pallavolo, erano questi i due giochi che sentivo di più. E allora perché usarlo come cover dell’album? Perché era l’immagine che mi è…

access_time4 min.
quel cognome ex “sfigato”

Marco Anastasio, classe 1997, da Meta di Sorrento, vincitore della dodicesima edizione del talent di Sky, in pochi mesi ha bruciato le tappe che molti sognano di fare in diversi anni, da Sanremo al Concertone del Primo Maggio. Questa per lui è già una seconda vita artistica visto che aveva pubblicato un precedente album con il nome di Nasta, prima de La fine del mondo, il suo Ep di debutto. “Nasta nacque a 17 anni in una mezz’ora frenetica in cui mi serviva un nome per la mia prima battle di freestyle che feci e me lo sono tenuto un po’ prima di scegliere Anastasio”, mi racconta il giovane rapper subito dopo la sua esibizione del concerto romano. Perché poi hai scelto di cambiare? Perché mi piaceva l’ambiguità, che fosse un nome…

help