Elle Decor Italia Aprile 2021

Il magazine internazionale di design e tendenze, arredamento e stili di vita, architettura e arte. Un punto di riferimento prezioso per vivere in anteprima le tendenze, le novità, gli appuntamenti del design internazionale, per scoprire le più case più interessanti del mondo.

Pays:
Italy
Langue:
Italian
Éditeur:
Hearst Magazines Italia spa
Fréquence:
Monthly
Offre spéciale : Risparmia il 40% sul tuo abbonamento con il codice: READ40
4,07 €(TVA Incluse)
22,41 €(TVA Incluse)
10 Numéros

dans ce numéro

1 min
elledecor.it

In primo piano Moda e design Quando il mondo del fashion incontra quello del progetto, le vetrine delle boutique diventano mostre da ammirare e gli interni esperienze d’autore da vivere. Instagram A Londra, l’attico firmato da Waldo Works agli ultimi 2 piani del Television Center. Si chiama Maria l’appartamento di 88 mq disegnato da Bureau come un luogo in attesa di essere abitato. Mars House è la casa iper-futuristica ideata da Krista Kim che ibrida real estate, digitale, arte. Digital edition Puoi sfogliare Elle Decor Italia anche su tablet, smartphone e dispositivi kindle fire. Disponibile su app store, google play e amazon app-shop anche in versione full English…

f0030-01
1 min
04.21 [design preview]

Aprile è un mese particolare, per noi del design, al secondo anno senza Salone del Mobile, appuntamento immancabile e fondamentale per tutti gli appassionati e i professionisti del nostro settore. Un’assenza, motivata dalla pandemia, alla quale non ci rassegniamo, auspicando che possa essere colmata al più presto con le prossime edizioni. L’ottimismo è fondamentale, incoraggiato dai feedback positivi delle aziende del made in Italy, che ci raccontano un dato importante: la gente ha voglia di casa. E tutto ciò che le gravita attorno è oggetto di una richiesta crescente da parte del pubblico. A questo tema è dedicato il nostro numero, attento alle ultime novità, dagli arredi ai complementi, dalle luci ai materiali, presentati nelle prossime pagine e nelle nostre Design Preview 2021. Progetti che sono perfetti per la casa…

1 min
a roma, l’altra metà dell’arte in una mostra, al femminile

Il titolo è già una dichiarazione d’intenti: ‘Io dico io - I say I’. E sono oltre 40 le autrici che per l’occasione prendono metaforicamente (e non) la parola per affermare se stesse attraverso la loro arte. Riunite a disegnare una mappa della creatività femminile fuori da schemi fissi e omologazioni. La mostra è realizzata con il supporto di Dior, e un importante contributo di Maria Grazia Chiuri, direttrice creativa della casa di moda, in catalogo. L’esposizione abbraccia parte del ’900 e i primi 20 anni di questo secolo, proponendo per la prima volta al pubblico i documenti dell’Archivio di Carla Lonzi, importante critica d’arte e teorica femminista, resi consultabili online grazie alla partnership con Google Arts & Culture, all’indirizzo g.co/womenup. Questi materiali dialogano con due nuove produzioni, realizzate appositamente…

f0039-01
1 min
jr ‘hackera’ palazzo strozzi. per riaprire le porte all’arte

Cattura lo sguardo quello squarcio sulla facciata che apre un varco immaginifico nelle sale di Palazzo Strozzi a Firenze. Ē ‘La Ferita’ di JR, che con questa monumentale installazione pone una riflessione diretta e forte sull’inaccessibilità alla cultura in periodo di Covid-19. Alta 28 metri e larga 33, è un collage in prospettiva, realizzato con scatti in bianco e nero, che, a seconda del punto di vista da cui si osserva, mostra le sale interne del museo. Come se la facciata in pietra fosse stata squarciata per rivelare gli spazi retrostanti. Il gigantesco e spettacolare ‘trompe l’oeil’ svela anche opere provenienti dall’intero patrimonio artistico fiorentino, tra cui la ‘Primavera’ del Botticelli. Un omaggio totale alla storica città rinascimentale e, simbolicamente, a tutto il mondo della creatività che oggi soffre la…

f0041-01
1 min
sondaggio hearst, gli italiani sognano di tornare al cinema

Un anno di pandemia non ha intaccato la passione degli italiani nei confronti del grande schermo. Lo dice ‘Movie Confidence - del cinema ti puoi fidare’, sondaggio ideato da Piera Detassis, Editor at large Cinema & Entertainment di Hearst, con Lexis ricerche, svoltosi online anche grazie ad Agis, Anec e Fice. Su 5.560 intervistati, il 74% vuole tornare in sala non appena sarà possibile; solo il 9% afferma di non averne bisogno. E se domani il cinema riaprisse in sicurezza, 1’81% ci andrebbe, proprio come prima. “E dire che è stato dichiarato defunto più volte”, ha spiegato Detassis: è successo con l’avvento del sonoro, l’arrivo della tv, la fine degli studios, il debutto del 3D. Più di recente, con l’esplosione dello streaming. “Quando nacque dissero che era un’invenzione senza futuro,…

f0043-01
1 min
il negozio del futuro. uno spazio installativo e multisensoriale

Sembra una galleria d’arte, è un negozio. Siamo in Cina, a Huizhou, nel nuovo showroom di Novacolor, il brand made in Italy di finiture e rivestimenti decorativi a basso impatto ambientale. Per mostrare al meglio le performance dei propri prodotti, lo spazio è stato concepito come un’architettura installativa, di grande effetto scenico. Non un semplice spazio commerciale, ma un Brand Experience Store, che, a sorpresa, trasforma la visita in un viaggio multisensoriale e immersivo. L’installazione, dal titolo ‘Between Worlds by Lico’, è stata realizzata da Lico Design (da ‘Li’, che rimanda alla dimensione del fare e ‘co’ che esprime il concetto di creare), lo studio cinese che promuove una progettazione estetica quanto spirituale e innovativa. Per la realizzazione sono stati utilizzati Marmorino KS, un grassello di calce per rasature e…

f0045-01