Focus Wild Novembre 2021

Focus Wild è la rivista per ragazzi e ragazze dai 10 ai 14 anni appassionati di animali e cuccioli. Suddivisa in due parti, nella sezione Mondo si potranno ammirare immagini fantastiche, reportage sugli animali e sul loro comportamento, interviste con personaggi famosi e tante notizie curiose; nella sezione PetClub si troveranno tutti i consigli e i trucchi per la cura dei propri animali domestici.

Pays:
Italy
Langue:
Italian
Éditeur:
Mondadori Scienza S.p.A.
Fréquence:
Monthly
3,05 €(TVA Incluse)
20,37 €(TVA Incluse)
12 Numéros

dans ce numéro

1 min
sommario

Cari lettori, anche in questo numero scopriamo quanto abbiamo in comune con gli altri animali: quelli che vivono in gruppo, infatti, si organizzano in varie forme di società simili alle nostre. C’è chi ha un re (o una regina) assoluto e chi ha optato per la democrazia e decide tramite votazioni. E non mancano giochi di potere e complotti! Infine, facciamo i nostri complimenti ad Adrian Stoica, che ai campionati mondiali di disc dog svolti il 25 e 26 settembre a Torino ha vinto tante medaglie insieme ai suoi magnifici cani: come sempre, trovate la sua rubrica nella sezione dedicata ai pet. Buona lettura, Chiara (e Vito) chiara.borelli@mondadori.it…

focuswildit2111_article_006_01_01
1 min
salva per un soffio!

La megattera (Megaptera novaeangliae) si nutre principalmente di krill e piccoli pesci, che aspira con la bocca insieme a un’enorme quantità d’acqua. Grazie poi ai fanoni, lamine cornee che scendono dalla mascella e funzionano come un setaccio, filtra via l’acqua e trattiene le prede. Ma quando affiora a fauci spalancate le può capitare di catturare anche altro, come questa otaria della California (1 e 2). Resasi però conto dell’errore, è rimasta con la bocca aperta alcuni secondi (3), dando il tempo all’otaria (Zalophus californianus) di mettersi in salvo. Anche perché non avrebbe mai potuto inghiottirla: la gola della megattera è così stretta che a malapena ci passerebbe un pallone.…

focuswildit2111_article_008_01_01
4 min
notizie dal mondo

Un anno con la balena Nuova Zelanda. Quando il tag satellitare è stato assicurato alla groppa della balena franca australe (Eubalaena australis) di nome Bill, i ricercatori non potevano immaginarsi che avrebbe registrato per oltre un anno una migrazione di 15.000 chilometri attraverso tre oceani, la più lunga mai documentata per la specie. Di norma, i dispositivi si staccano entro sei mesi, ma quello di Bill ha continuato a rilevare le tappe di un viaggio iniziato nelle remote isole Auckland e proseguito in cerca di cibo a sud dell’Australia occidentale per poi puntare verso l’Oceano Indiano finché, quando il cetaceo era quasi a metà strada verso l’Africa, ha virato verso le acque ricche di krill dell’Oceano Antartico e, infine, è tornato lentamente indietro seguendo il margine ghiacciato. Il viaggio di Bill…

focuswildit2111_article_010_01_01
5 min
se mi tocchi ti pungi!

Una difesa a base di aculei può sicuramente scoraggiare molti predatori. Per tale ragione, nella storia della vita sul Pianeta, questa “tecnologia animale” è comparsa a più riprese in gruppi molto diversi, tra loro non imparentati. Parecchie specie di dinosauri erano dotate di placche spinose o aculei, che anche negli animali viventi vanno di gran moda. Nei mammiferi quelli dell’istrice, tra i più micidiali, sono peli modificati, irrigiditi con una dose generosa di cheratina, la sostanza che compone le unghie. Per questo vengono regolarmente sostituiti, come avviene con i nostri capelli. Anche negli altri gruppi animali queste appendici sono molto diffuse, specie tra gli Artropodi (insetti, ragni, crostacei ecc.) come parti dei loro esoscheletri rigidi, ma anche nei rettili. In quest’ultimo caso, le spine più grandi si devono a squame…

focuswildit2111_article_012_01_01
1 min
carta d’identità

Nome comune: tacchino selvatico Nome scientifico: Meleagris gallopavo Altri nomi: gallo d’India, dindio Peso: fino a 12 kg il maschio, circa la metà la femmina Dimensioni: il maschio raggiunge i 120 cm di lunghezza, la femmina non supera i 95 cm Dove vive: campi incolti, coltivi e territori boscati del Nord America e del Messico Segni particolari: ha circa 6mila tra penne e piume, e il maschio ha una sgargiante escrescenza rossa sotto il becco Habitat: vive in gruppi di femmine, giovani e maschi, dove c’è un solo dominante Cosa mangia: semi, germogli, tuberi, insetti e piccoli rettili.…

6 min
nato libero

«Non capite?!? Ci mettono all’ingrasso per mangiarci!». Così urla Reggie, il tacchino protagonista del cartoon Free birds - Tacchini in fuga spiegando ai suoi compagni che in realtà sono sfamati dall’uomo solo per finire come portata principale del pranzo del Ringraziamento (in questo giorno si stima se ne consumino 50 milioni!). Reggie, dal suo allevamento di campagna, compie un viaggio indietro nel tempo fino al 1621 e, unendosi ai tacchini selvatici, combatte contro la caccia dell’uomo per evitare l’inizio della tradizione di mangiare la sua specie in occasione dell’annuale storica festa americana. DA VENERATI A CUCINATI Il tacchino selvatico (Meleagris gallopavo) ha avuto un posto di rilievo già nelle culture precolombiane del Centro America, dove veniva allevato principalmente a scopo ornamentale. La sua immagine si ritrova nella simbologia dei calendari maya e…

focuswildit2111_article_020_01_01