Gente

Gente Numero 11 - 2021

Adicionar aos favoritos

Il settimanale di attualità della famiglia italiana. Moderna da sempre. Ogni settimana appassiona e coinvolge con l’informazione, l'attualità e l’intrattenimento. Grandi inchieste e reportages, interviste esclusive ai personaggi del momento e dello spettacolo, servizi con consigli pratici per la famiglia. In più servizi e rubriche sulla salute con le risposte di grandi esperti e ancora: moda, bellezza, arredamento, cucina, viaggi, giochi, oroscopo e programmi TV.

Ler Mais
País:
Italy
Língua:
Italian
Editora:
Hearst Magazines Italia spa
Periodicidade:
Weekly
ASSINATURA
US$ 45,85
52 Edições

nesta edição

3 minutos
perlomeno io la penso così

Ok, stiamo in fila sull’attenti ad aspettare il vaccino: però voi dovete proprio correre Un anno fa eravamo a cantare sui balconi. Ogni sera alle 18 appendevamo bandiere che sventolavano sospinte da una speranza e da una fratellanza nuova che ci rassicuravano in quelle prime difficilissime settimane. Non sapevamo quasi niente, allora, non avevamo idea di cosa sarebbe successo, capivamo soltanto di dover restare in casa il più protetti possibile. Sono trascorsi 12 mesi e una manciata di giorni e ci ritroviamo, in grande parte d’Italia, ancora rinchiusi. Sento dire che non è cambiato niente, che tutto è rimasto come prima, che siamo da capo. E rispondo di no, non è vero affatto. Come allora non c’è più quasi nulla. Abbiamo purtroppo contato moltissimi morti, milioni nel mondo; abbiamo le mascherine…

5 minutos
la posta dei lettori

Ecco gli indirizzi: GENTE, via Roberto Bracco 6, 20159 Milano o direttoregente@hearst.it FERMATE I FEMMINICIDI Gentile Monica, come tante donne sono indignata, e anche spaventata, per l’aumento dei femminicidi. Un fenomeno che, tragedia dopo tragedia, sembra ormai irreversibile, ma la politica dovrebbe farsi carico davvero di questa piaga, e cercare di individuare una soluzione. Basta con proclami e promesse. Agnese Cara Agnese, i femminicidi sono una vergogna senza fine. La legge sullo stalking, varata ormai nel lontano 2009, e quella sul Codice rosso di due anni fa sono state accolte da tutti come decisivi passi avanti. Ma la politica deve fare di più, le donne devono denunciare, e soprattutto le pene dovrebbero essere più dure. CHE SPETTACOLO TECLA Caro direttore, è stata una bellissima scoperta la fiction che racconta la storia della cantante Nada. Sono una dei cinque milioni…

7 minutos
la gente domanda gente risponde

Risponde ROBERTO NOVATI Medico igienista, della Direzione Medica - Ospedale regionale di Aosta PERCHÉ I VACCINATI DEVONO INDOSSARE LA MASCHERINA? Le autorità sanitarie oggi non autorizzano la rimozione delle misure protettive: fino a quando? Questa decisione, che personalmente condivido, ha motivazioni di ordine scientifico, ma anche sociale. Le prime sono legate al fatto che non è ancora stato dimostrato su ampi studi epidemiologici che i soggetti vaccinati non possano trasmettere l’infezione. Dal punto di vista biologico è poco verosimile, ma questa ipotesi andrà argomentata con una solida quantità di dati. C’è poi un tema sociale altrettanto importante: consentire il non uso della mascherina ai vaccinati (che ovviamente non sono riconoscibili come tali a colpo d’occhio) costituirebbe un modello comportamentale negativo nei luoghi affollati, dove tra l’altro sarebbe difficile verificare la situazione vaccinale di…

4 minutos
forza gianni e non farci più spaventare

Le fiamme che gli avvolgono il corpo, la corsa in ospedale. E ancora: il trasferimento in un Centro d’eccellenza specializzato in ustioni e le voci di un intervento chirurgico necessario. Poi però, per fortuna, la disavventura capitata a Gianni Morandi si è risolta meno peggio di quanto si fosse temuto. Il cantante di Monghidoro si è infortunato mentre faceva lavori di giardinaggio nel parco della sua villa a San Lazzaro di Savena, nel Bolognese. Dalla ricostruzione, sembra che stesse bruciando alcune sterpaglie e rami raccolti dopo la potatura, quando è inciampato ed è caduto in avanti, finendo tra le fiamme. Sono bastati pochi secondi per riportare lesioni gravi alle gambe e ai palmi delle mani, con ustioni di secondo e terzo grado. Dopo essere stato trasportato d’urgenza all’Ospedale Maggiore di Bologna,…

3 minutos
tom, ma sei così impacciato ? no, è l’ennesimo inganno

Ezio Greggio, stralunato battitore d’aste nel magico mondo di Drive In, era solito lanciare il tormentone «È lui o non è lui?» presentando sempre la stessa identica crosta attribuita allo pseudo pittore Teomondo Scrofalo. La risposta al video che pochi giorni fa su TikTok ha avuto come protagonista Tom Cruise invece è una sola: no, non è lui! Non è davvero il divo americano l’impacciatissimo uomo che appare mentre gioca a golf e poi inciampa e cade nel salotto di casa. Si è trattato, infatti, dell’ennesimo esempio di deepfake, ovvero la tecnica basata sull’intelligenza artificiale che permette di manipolare un filmato applicando sul volto del protagonista effettivo la faccia, la mimica e le espressioni di un’altra persona. E di fargli dire quello che si vuole. L’effetto è ogni volta impressionante,…

4 minutos
a un passo dal cielo liotti si sposa, ma poi lei…

Non c’è pace per Francesco Neri. L’indomito comandante della Forestale interpretato da Daniele Liotti, che ha ereditato il ruolo dal mitico Terence Hill, torna su Raiuno il 1° aprile e dovrà affrontare nuove e difficilissime sfide che renderanno il suo carattere, se possibile, ancora più spigoloso e tenebroso. La sesta stagione di Un passo dal cielo, i guardiani, si apre intanto con una grossa novità: il trasloco dell’Alto Adige al Veneto, dalla stazione di polizia in Val Pusteria a quella sulle Dolomiti bellunesi. Dimenticato il lago di Braies, ora c’è il lago Mosigo a San Vito di Cadore, forse più piccolo, ma non meno suggestivo, da cui si può ammirare la meravigliosa vetta della Croda Marcora. E mentre i suoi amici si ambientano nella nuova caserma, scopriremo che Francesco Neri è…