Lonely Planet Magazine Italia

Lonely Planet Magazine Italia Marzo/Aprile 2020

L'edizione italiana della testata nata più di dieci anni fa nel Regno Unito (presente oggi in diverse realtà internazionali) rafforza il dna del brand: the definitive source of honest travel inspiration. Lonely Planet magazine Italia informa ed incoraggia ad esplorare il mondo ogni giorno, con l'autorevolezza riconosciuta che lo ha già reso un punto di riferimento. Oltre i cliché, col rigore di un travel brand autorevole ed originale, Lonely Planet vi accompagna in tutto il Mondo.

Ler Mais
País:
Italy
Língua:
Italian
Editora:
We Inform srl
Periodicidade:
Bimonthly
US$ 5,12
US$ 14,81
6 Edições

nesta edição

4 minutos
simbiosi tibetana

SENZA GLI YAK LA VITA IN TIBET sarebbe impossibile. Da sempre i tibetani contano su questo animale per alimentazione, riparo e trasporto. Banchettano con le carni, con lo sterco accendono fuochi, costruiscono tende con il vello. E vanno matti per il suo latte. Il burro di yak è vigorosamente mescolato con sale, soda, foglie di tè e acqua per preparare l'amata bevanda locale, il tè al burro. Questa pungente miscela viene consumata in abbondanti quantità, fino a quaranta tazze al dì, per assicurarsi idratazione ed energia in alta quota. Il Tibet è infatti terra di alcune delle vette più alte del pianeta e l'altitudine media di un altopiano è di 4.500 metri. Ho visitato il “Tetto del Mondo” in primavera, intraprendendo un viaggio epico di un mese che è iniziato nelle…

3 minutos
un touch d’artista

AL FUOCO! App di fotoritocco a pagamento, Af ter focus è specializzata (soprattutto ma non solo) negli effetti di sfocatura controllata. Offre la possibilità di scattare direttamente la foto o importarla dal rullino. Consente inoltre di aggiungere filtri e di selezionare un oggetto e duplicarlo. Facile e intuitiva, in pochi passaggi si possono pubblicare gli scatti sulle principali piattaforme social LIKE A PRO #1 Collage fotografici con ampio range di layout, stilizzazione e ridimensionamento delle immagini, decine di utili tool: Pixlr è l’editor fotografico per modificare i propri scatti con grandi risultati in pochi minuti e poi condividerli sui social network con aggiunta di didascalie ed altri elementi, potendo contare su una generosa libreria di font FILTRI A GO GO Con una vastissima scelta di filtri (oltre cento) e decine di strumenti avanzati per regolare…

2 minutos
tutti al mar

UN MIX – ANZI, UNA MEZCLA – di atmosfere che ricordano il set di “Pirati dei Caraibi” e ritrovamenti di archeologia subacquea à la Salgari: sono questi due degli ingredienti del nuovo Museo de las Atarazanas Reales (Museo dei Cantieri Navali Reali) nella Ciudad Colonial di Santo Domingo, da tre decenni Patrimonio Unesco. Aperto a fine anno e ospitato in un edificio cinquecentesco, presenta una vasta collezione di relitti e reperti inediti legati alla storia della navigazione nel mar dei Caraibi e ai numerosi naufragi lungo le coste di quella parte di Atlantico. Tra i pezzi più pregiati i resti d’antiche porcellane asiatiche, monili, anfore e forzieri pieni di monete d’oro, pistole a pietra focaia e cannoni, scafandri da palombaro, riproduzioni di imbarcazioni. Il MAR si unisce così agli altri spazi…

6 minutos
giamaica alle radici del cielo

“Ya man!”, mi accoglie così il capitano Winston al molo “Respect”, gli rispondo E salpiamo Sdraiata sulla zattera con la schiena a pelo dell’acqua, sperimento ciò che in patois giamaicano (l’idioma creolo a matrice inglese) si chiama irie, uno stato di pace con sé stessi e col pianeta. Niente musica reggae qui, nessun suono oltre a quello del graffio del remo sui ciottoli, il verso degli uccelli e il fruscio del vento tra i banani. È un uomo con alle spalle quarant’anni di pagaiate a guidarmi sul Rio Grande fino a st. Margaret’s Bay, un golfo sul Mar dei Caraibi a tre ore (dieci chilometri) di rafting da Berridale, un piccolo villaggio del Portland (il distretto a nord-est di Kingston). “Mr. Flynn gli diede il nome di Lovers’ Lane”, mi racconta…

4 minutos
la nona arte di bruxelles

La capitale del Belgio è anche la capitale europea delle bande dessinée. Abbreviata in BD e pronunciata “bedé”, è un’etichetta che sta per “fumetto”. Questo genere qui si esprime spesso in forma surreale, grottesca e satirica con critiche ai politici e focus su temi come il riscaldamento globale, il razzismo e il terrorismo. La città che ha dato al mondo René Magritte chiama il fumetto “la nona arte” ed ha un museo dedicato. Bruxelles è una delle migliori destinazioni europee per brevi vacanze, con ottimi ristoranti e bar, diverse opportunità di shopping e una vivace vita notturna. L’eredità fumettistica aggiunge un’ulteriore dimensione a questa città sorprendente. 1. PERCORSO A FUMETTI Inaugurato nel 1991, il Parcours BD si è sviluppato su più di cinquanta murales di cartoni animati in tutto il centro. Individuarli…

2 minutos
guida al viaggio georgia

DOVE MANGIARE Cafè Littera Tbilisi Il ristorante della chef Tekuna Gachechiladze, oltre ad essere un frequentato luogo di ritrovo, è un avamposto culinario che propone antiche ricette recuperate e raffinate sperimentazioni con ingredienti locali e dall’estero: uno dei migliori esempi di cucina “Nouveau Georgian” (Ivane Machabeli street nr 13) DOVE DORMIRE Stamba Hotel Tbilisi Cinque stelle in una ex tipografia sovietica della prima metà del Novecento, nell’emergente quartiere Vera: un riuscito mix tra design e arte contemporanea. La piscina con il fondo di vetro sul tetto lascia entrare la luce naturale direttamente nella hall (Merab Kostava street nr 14, stambahotel.com) G. Vino Tbilisi Imprescindibile punto di riferimento per gettare le basi della propria cultura enologica georgiana, questa piccola ma accogliente enoteca nel cuore della “movida” locale propone – oltre a una notevole collezione di vini made in Georgia – gustosi…