Lonely Planet Magazine Italia

Lonely Planet Magazine Italia Ottobre/Novembre 2020

L'edizione italiana della testata nata più di dieci anni fa nel Regno Unito (presente oggi in diverse realtà internazionali) rafforza il dna del brand: the definitive source of honest travel inspiration. Lonely Planet magazine Italia informa ed incoraggia ad esplorare il mondo ogni giorno, con l'autorevolezza riconosciuta che lo ha già reso un punto di riferimento. Oltre i cliché, col rigore di un travel brand autorevole ed originale, Lonely Planet vi accompagna in tutto il Mondo.

Ler Mais
País:
Italy
Língua:
Italian
Editora:
We Inform srl
Periodicidade:
Bimonthly
US$ 5,12
US$ 14,81
6 Edições

nesta edição

13 minutos
sogni d’uva

PIEMONTE PALÁS CEREQUIO Nel paesaggio viticolo langarolo – Patrimonio UNESCO insieme a Roero e Monferrato – La Morra è un borgo collinare a poca distanza da Alba. Qui ogni cosa parla di vino: nelle cantine quattrocentesche dell’ex monastero benedettino di San Martino di Mercenasco trova sede il Museo Renato Ratti dei vini d’Alba, il palazzo dei Marchesi di Barolo ospita la Cantina Comunale dove acquistare le etichette dei settanta soci/produttori. Tutt’intorno filari in gran parte di uve nebbiolo da cui nasce il re dei vini piemontesi: il Barolo. Molti dei cru più pregiati ricadono nel territorio di La Morra, tra questi quello in cui si trova Palás Cerequio, elegante struttura dell’azienda vitivinicola Michele Chiarlo (che ha la sede centrale a Canelli dove la tenuta La Court ospita anche l’Art Park, esempio di…

1 minutos
la cura del vino

Da quando ho iniziato ad occuparmi di enogastronomia e viaggi ho sempre creduto che l’enoturismo avesse un grande potenziale. Per decenni passione di nicchia, negli ultimi dieci anni la crescita di interesse è stata costante, trasformandosi in un modo di scoprire realtà diverse che accomuna sempre più persone. Molti penseranno che la situazione attuale e il periodo appena trascorso abbiano smorzato quell’entusiasmo, non è però affatto così – non per me, non per molti altri (esperti e non). La mia predilezione per luoghi affascinanti e sospesi nel tempo, capaci di evocare storie speciali, fieri rappresentanti di una identità e cultura radicata, non s’è mai spenta. E ora più che mai è il momento della riscoperta di questi piccoli universi di sapienza, innovazione e tradizioni. I vigneti sono luoghi perfetti per…

2 minutos
miele dolcezza naturale

MILLE STORIE, MILLE FIORI Nelle Cuevas de la Araña, vicino a Valencia, è stata ritrovata una pittura rupestre risalente al neolitico che raffigura l’Uomo di Bicorp intento ad arrampicarsi su un albero per raccogliere favi di miele, circondato da api svolazzanti: è probabilmente la testimonianza più antica dell’incontro tra uomo e insetti. I raccoglitori di miele erano figure rispettate in molte culture e il suo utilizzo come farmaco è citato in iscrizioni sumeriche e indù, nel Corano e nella Bibbia, da Ippocrate e Aristotele. Impiegato soprattutto come conservante nel Medioevo, nel Rinascimento diventa alimento prelibato, ingrediente di molte ricette e rimedio galenico. Dal Settecento, con il diffondersi del più economico zucchero, è stato messo un po’ da parte. Nei primi decenni del Novecento si è tornati a dedicargli la dovuta attenzione…

2 minutos
coordinate locali, gusto globale

IDROMELE E CHOUCHEN Miele da bere La produzione di idromele – bevanda leggermente alcolica ottenuta dalla fermentazione di una soluzione di miele e acqua (con uno starter di lievito o frutta ed eventuali spezie) – ha origini antiche in tutta Europa, spesso legate al sacro. In Bretagna è diffuso l’intenso Chouchen: prodotto con miele di grano saraceno e succo di mele, si beve ghiacciato come aperitivo o insieme al melone (come il Porto) MEDOVIK, Russia Delizia regale (e impegnativa) Diffusa in Russia e nei paesi dell’ex Unione Sovietica, è una poderosa torta a strati creata, secondo la leggenda, nel Settecento per far apprezzare il miele alla zarina Elisabetta di Russia. La ricetta moderna di questa honey cake, dalla lunga preparazione, prevede una base di biscotto morbido cui si alterna un ripieno cremoso a base di…

2 minutos
in punta di penna

TRADIZIONE E FUTURO Questo kit di Moleskine è composto da una smartpen e un Paper Tablet large a righe con la speciale carta Ncoded che consente alla penna di riconoscere le singole pagine. Grazie all’app Notes si prendono appunti a mano che migrano in tempo reale dalla pagina allo schermo, potendo contare su una varietà di layout di pagina diversi MILLEFOGLI Compatibile con Windows, Android e Apple, Slate è uno smartpad disponibile nei formati A5 e A4. Folio invece solo in A4 ma con custodia richiudibile. Consentono di sincronizzare in digitale appunti scritti a mano e disegni utilizzando la funzionalità Ink to text dell’app Wacom Inkspace che può anche registrarli come file video per mostrare l’evoluzione riga dopo riga. È anche possibile lavorare in tempo reale con altri amici o colleghi VERSATILITÀ TOTALE Nato grazie…

2 minutos
appuntamenti da non perdere

“DI UNA CITTÀ NON APPREZZI LE SETTE O SETTANTASETTE MERAVIGLIE MA LA RISPOSTA CHE DÀ AD UNA TUA DOMANDA” Italo Calvino 01. SIENA CAPITALE DELL A FOTOGR AFIA La mostra inaugurale dei Siena International Photo Awards apre le porte sabato 24 ottobre, dopo l’annuncio dei vincitori, nell’ex distilleria dello Stellino. Diverse esposizioni in programma nel centro cittadino, tra le tante: “Burning Dreams” (dell’italiana Carolina Rapezzi dedicata al deposito rottami di Agbogbloshie di Accra, Ghana), “Above us only Sky” con le più belle immagini dei “Drone Awards” e quella sui pangolini firmata dal sudafricano Brent Stirton ospitata nel vicino borgo di Sovicille. E un itinerario virtuale nella città del Palio tra QRcode e video. Il festival delle arti visive diventa un evento diffuso con le opere di fotografi da centosessantuno Paesi. QUANDO 24 ottobre-28…