Lonely Planet Magazine Italia Lugliio/Agosto 2021

L'edizione italiana della testata nata più di dieci anni fa nel Regno Unito (presente oggi in diverse realtà internazionali) rafforza il dna del brand: the definitive source of honest travel inspiration. Lonely Planet magazine Italia informa ed incoraggia ad esplorare il mondo ogni giorno, con l'autorevolezza riconosciuta che lo ha già reso un punto di riferimento. Oltre i cliché, col rigore di un travel brand autorevole ed originale, Lonely Planet vi accompagna in tutto il Mondo.

País:
Italy
Língua:
Italian
Editora:
We Inform srl
Periodicidade:
Bimonthly
Nota Risparmia il 40% sul tuo abbonamento con il codice: READ40
US$ 4,99
US$ 14,44
6 Edições

nesta edição

1 minutos
editoriale

Qual è il senso della libertà? Poter tracciare una rotta – e saperla seguire, con determinazione e spirito di adattamento – avendo ben chiari tre elementi irrinunciabili: un orizzonte, un ventaglio di andature, l’apertura allo stupore. Da più di un anno molti vivono l’urgenza di riconquistare (sic) gli spazi intorno e l’esigenza di cullare in modo nuovo l’idea di mete lontane in un dialogo più profondo con se stessi: da vincolo la prossimità s’è imposta come spunto e opportunità di scoperta, l’interazione con compagni di viaggio (rodati, nuovi, ritrovati) ha riscritto la grammatica della condivisione. Gli ultimi numeri del magazine – l’avrete notato, ne siamo persuasi – sono stati animati dagli slanci che tale trasformazione suggerisce di seguire, proponendovene declinazioni e suggerendovi destinazioni. E questo che ci traghetta verso l’autunno…

lonplamagit210701_article_007_01_02
1 minutos
l’immagine in copertina

Ogni monastero è un mondo a sé, solitario e sospeso – a volte arroccato, come il bhutanese Tiger’s nest – ma allo stesso tempo rappresenta la quintessenza della ricerca costante di armonia con ciò che sta intorno (e oltre, molto oltre). Tra ascese e ascesi, ogni viaggiatore in questo mini-regno himalayano è immerso in un contesto che attraversa i secoli e pare riuscire nel miracolo di tenere insieme tradizioni autentiche, modernità e accoglienza. Senza fretta ma con slancio, passo dopo sguardo dopo passo.…

lonplamagit210701_article_008_01_01
1 minutos
la nostra promessa al lettore

Lonely Planet magazine Italia fornisce consigli e idee di viaggio indipendenti e affidabili. A volte i nostri autori e fotografi ricevono un supporto da realtà del settore turistico come enti di promozione, tour operator, strutture ricettive e compagnie aeree. Prima di accettare questo tipo di aiuto operiamo una ricerca approfondita per essere certi di suggerire esperienze giuste per il lettore. Non accettiamo mai supporti da terze parti in cambio di una garanzia di copertura positiva e forniamo sempre un punto di vista equilibrato.…

5 minutos
soundscapes

Folk verde smeraldo IL TRIFOGLIO , St. Patrick e la Guinness, Joyce & co: l’Irlanda tutela i propri simboli ma quello della folk music è forse lo scrigno custodito con maggior cura. Nei pub più piccoli gli artisti sono seduti fra la gente e chiunque sappia suonare e abbia uno strumento con sé può essere invitato ad unirsi, chi cerca spazi più affollati e scenari che uniscano natura e grandi palchi frequenta kermesse come il Kilkenny TradFest” (marzo) o il “Fleadh a Sligo (agosto). Del resto la musica e la danza nell’Isola di Smeraldo hanno origini antichissime: l’arpa veniva usata dai bardi che attraversavano il paese, di corte in corte, cantando gesta e imprese di eroi e storie di popolo. Il gaelico-irlandese è ancora diffuso e ne sopravvive un ricco patrimonio…

lonplamagit210701_article_014_01_01
10 minutos
vista con camera

PERÙ NATURA VIVE SKYLODGE 366 metri Ad un’ora d’auto da Cuzco e tappa inevitabile per Machu Picchu, El Valle Sagrado del Rio Urubamba è un angolo di Ande tra terrazzamenti coltivati sul fianco delle montagne e il corso tortuoso del fiume che riserva anche la sorpresa di strepitosi siti archeologici (due su tutti, Sacsayhuaman e Moray). Appese a quasi quattrocento metri di altezza su uno strapiombo roccioso ecco tre capsule trasparenti, le Natura Vive Skylodge Adventure Suites, realizzate a mano in alluminio e policarbonato. In poco più di venti metri quadrati di superficie ognuna alloggia letti, zona pranzo e bagno privato. Le ampie vetrate sono oscurabili con tende, I’illuminazione è alimentata da pannelli solari. Per raggiungerle si affrontano tre quarti d’ora di via ferrata oppure si opta per una zipline: l’adrenalica discesa su…

lonplamagit210701_article_016_01_01
1 minutos
vero (ma strano)

Sembra facile dormire appesi a un albero, dentro a un igloo o in una grotta, in una tenda beduina o in una yurta col tetto aperto a ospiti di ogni tipo. L’esotico accessibile: si può, ovvio. Ma l’imprevisto – il sale di ogni esplorazione, no? – è dietro l’angolo e vien voglia di prevederlo, con buona pace della logica (e con qualche eccesso). Soprattutto, almeno per me, nel deserto: ciabatte capovolte sotto a letti yemeniti per evitare che diventassero rifugio di scorpioni, l’ansia di una tempesta di sabbia che ero certa mi avrebbe sepolta (intorno tutti dormivano invece come angioletti), la paletta consegnatami in un ecolodge del Negev quando chiesi dove fosse il bagno. Se l’idea del viaggio è contraria a quella dei confini esistono dei limiti che i luoghi…