Quattroruote Febbraio 2021

Dal 1956 Quattroruote è la più amata, letta e autorevole rivista di automobilismo. Ogni mese news e anteprime dal mercato italiano e internazionale, inchieste, prove su strada e su pista, listino del nuovo e quotazioni dell'usato divenute riferimento per il mercato. Since 1956 Quattroruote has been  the most authoritative and appreciated car magazine in Italy. Every month it reports on car novelties, regulations, surveys, road tests and car-related economy. It is the true bible for car tests. Its quotations for second-hand and new cars are the benchmark for industry and consumers.

País:
Italy
Língua:
Italian
Editora:
Editoriale Domus Spa
Periodicidade:
Monthly
Nota Risparmia il 40% sul tuo abbonamento con il codice: READ40
US$ 4,44
US$ 38,89
12 Edições

nesta edição

4 minutos
se la lancia torna premium

STELLANTIS INTENDE RILANCIARE NON SOLO ALFA E MASERATI, MA ANCHE LO STORICO MARCHIO Industria europea dell'auto sugli scudi, in un gennaio che registra mesto la disastrosa chiusura del mercato 2020 (-24,3% in termini di vendite, che significa aver perso per strada causa Covid qualcosa come 3,85 milioni di unità): pochi giorni dopo la presentazione da parte di Luca De Meo del nuovo piano industriale di Renault, FCA e PSA hanno formalizzato la loro unione con la nascita (e la conseguente quotazione in Borsa) di Stellantis. Una vitalità che sottolinea, se mai ve ne fosse bisogno, come l'automotive sia al centro di un cambio di paradigma epocale, che ne sta modificando i contorni e le dinamiche, anche al di là della rivoluzione tecnologica ormai avviata. De Meo, che nel corso del 2020…

8 minutos
firmamento italiano

Quando un sistema solare diventa una galassia, come nella fusione tra FCA e PSA che ha dato origine a Stellantis – con un nome così la tentazione della metafora è irresistibile – , può accadere che episodi rilevanti per i libri di storia abbiano inizio in qualche lontana provincia dell'impero. Nel nostro caso, in Polonia. Per la precisione, a Tychy, cittadina di circa 130 mila abitanti nel Sud-ovest del Paese. E, con ancora maggior precisione, dentro i muri dello stabilimento FCA che oggi assembla la Fiat 500 a combustione, cioè il vecchio modello, e la Lancia Ypsilon. Ebbene, quella fabbrica, pluripremiata per il suo rendimento, sta per ospitare una rivoluzione destinata a cambiare gli oggetti che sforna e a portare a 400 mila vetture il suo output annuo, quasi il doppio…

quattroit2102_article_006_01_01
1 minutos
gli uomini nuovi

Complesso e articolato l'organigramma definito (per alcune funzioni in via provvisoria) da Carlos Tavares per gestire Stellantis, con un top executive team di oltre 40 persone che sostituisce il vecchio Gec. Ma le nomine sono piene di buone notizie, a partire dai marchi italiani. Alla Fiat si conferma il creativo Olivier François, alla Lancia il navigato Luca Napolitano e alla Maserati Davide Grasso, con il suo expertise extra-settore. All'Alfa Romeo, un nome di peso, quello di Jean-Philippe Imparato, "front man" del marchio di punta del gruppo, la Peugeot, negli ultimi quattro anni. Segno che Tavares nel rilancio del Biscione crede. L'inossidabile Harald Wester tiene la guida dell'engineering, Richard Palmer la finanza, mentre Mike Manley è il capo delle Americhe. Tra gli uomini nuovi, Maxim Picat dirige la regione europea e…

quattroit2102_article_008_01_01
6 minutos
l'unione e lo stato fanno la forza

Nella galassia italiana delle forniture automotive, l'annuncio della fusione tra FCA e PSA ha sicuramente suscitato più di qualche brivido. È un mondo, come rivelano i dati che riportiamo nella pagina a fianco, che sfiora i 50 miliardi di euro di fatturato annuo e fornisce reddito a diverse decine di migliaia di famiglie italiane. Una realtà eterogenea, a onor del vero, che spazia dalla piccola azienda iperspecializzata al gruppo che conta migliaia di addetti e dispone di stabilimenti anche fuori dai nostri confini, dall'Europa dell'Est alla Cina, là dove i grandi costruttori hanno delocalizzato i loro impianti. Negli anni, e con il ridimensionamento italiano di quello che un tempo era il gruppo Fiat, molte di queste aziende hanno ridotto in maniera significativa la loro dipendenza dai contratti di fornitura stabiliti con…

quattroit2102_article_012_01_01
1 minutos
sarà decisiva la progettazione

Direttore generale dell'Eltek Group, azienda di Casale Monferrato (AL) con stabilimenti anche in Polonia, Svizzera e Cina, la cui divisione principale si occupa di sensori per auto, Fulvio Cerutti ha tra i principali clienti Audi, BMW e Volkswagen. «Ci aspettiamo», esordisce, «che l'unione tra FCA e PSA accresca la penetrazione sul mercato di Stellantis e offra maggiori opportunità ai fornitori, ma molto dipenderà da dove saranno i centri di progettazione del gruppo». Perché parla di progettazione e non di produzione o di stabilimenti? Perché è la progettazione a fare la differenza: sono le teste pensanti che fanno le scelte. E una decisione presa in favore di un determinato tipo di componente mette il fornitore nella condizione di renderlo disponibile là dove il cliente lo richiede. Pensa che le nostre aziende siano troppo piccole…

quattroit2102_article_014_01_01
1 minutos
molto dipenderà dai modelli

Patrizia Paglia, amministratore delegato della Iltar-Italbox, azienda di Bairo (TO) leader nel mercato dei componenti di polipropilene espanso nel settore automotive, in cui è fornitore di primo impianto di costruttori come BMW e FCA, nonché presidente della Confindustria Canavese, spiega: «La nascita di Stellantis costituisce un'opportunità per i fornitori italiani della FCA, perché darà la possibilità di accedere a volumi di prodotto maggiori di quelli attuali». Quindi, a suo parere, non c'è nulla da temere per le nostre aziende? La catena dei supplier della FCA è costituita da grandi aziende, italiane e straniere, e da Pmi, punto di forza dell'economia italiana: il Canavese, per esempio, è un territorio molto presente nel settore automotive, con realtà di medie dimensioni. In loro ho rilevato in verità qualche nota di preoccupazione, perché si dovranno confrontare…

quattroit2102_article_014_02_01