Quattroruote Marzo 2021

Dal 1956 Quattroruote è la più amata, letta e autorevole rivista di automobilismo. Ogni mese news e anteprime dal mercato italiano e internazionale, inchieste, prove su strada e su pista, listino del nuovo e quotazioni dell'usato divenute riferimento per il mercato. Since 1956 Quattroruote has been  the most authoritative and appreciated car magazine in Italy. Every month it reports on car novelties, regulations, surveys, road tests and car-related economy. It is the true bible for car tests. Its quotations for second-hand and new cars are the benchmark for industry and consumers.

País:
Italy
Língua:
Italian
Editora:
Editoriale Domus Spa
Periodicidade:
Monthly
Nota Risparmia il 40% sul tuo abbonamento con il codice: READ40
US$ 4,44
US$ 38,89
12 Edições

nesta edição

4 minutos
se la macchina torna oggetto del privilegio

Posso soltanto immaginare lo sconcerto della gente nell'osservare quanto sta accadendo nel mondo dell'auto, fra annunci, proclami, minacce, pentimenti e polemiche. Quando già si dava per ineluttabile il processo verso l'elettrificazione – le ultime Case ad annunciare ulteriori investimenti sul tema sono Ford, GM e Jaguar Land Rover – il fronte del consenso si è improvvisamente e clamorosamente incrinato. Dopo l'inopinata uscita di Akio Toyoda sui rischi della decarbonizzazione (sull'ultimo numero abbiamo analizzato le sue argomentazioni), altri big hanno rotto gl'indugi, accodandosi al numero uno della Toyota nel dar voce alle loro perplessità. Nel giro di pochi giorni, Luca De Meo di Renault, Carlos Tavares di Stellantis e Volkmar Denner di Bosch si sono iscritti al sempre più numeroso club degli scettici, sottolineando come il cambio di paradigma imposto all'industria…

2 minutos
per il 5g parte il countdown

Sono già 200 milioni le connessioni 5G in Cina, l'85% di quelle globali. Da noi invece, per il momento, la quinta generazione di telefonia mobile è offerta soltanto in alcune grandi città. Per la copertura dell'intero territorio nazionale bisognerà aspettare ancora qualche anno. La tecnologia che promette meraviglie in ogni settore comincia comunque a farsi largo. Negli Usa, per esempio, l'authority federale per le comunicazioni ha deciso di attribuirle frequenze destinate in precedenza alle Dsrc (comunicazioni dedicate a corto raggio), considerate per anni il terreno, pardon l'aere, ideale per il V2V. Questo significa che il canale privilegiato della connettività fra automobili diventa il C-V2V, in cui C sta appunto per "cellulare". Un cambio di prospettiva che induce gli analisti della Ihs Markit a prevedere che entro il 2023 saranno almeno…

quattroit2103_article_007_01_01
2 minutos
aspettando il microprocessore

672 MILA VEICOLI LEGGERI Secondo Ihs Markit, nel primo trimestre di quest’anno le mancate consegne di chip impediranno la produzione di oltre 670 mila autovetture 20 MCU PER VEICOLO In media, in ogni auto sono installati almeno 20 microprocessori (microcontroller unit). Nell’Audi Q7 sono addirittura 38, forniti da sette aziende Non è la prima volta che l'industria dell'auto si trova a corto di componenti. È successo una decina di anni fa, quando lo tsunami che colpì le coste del Giappone portò alla chiusura di molti impianti dei fornitori di un pigmento utilizzato in verniciatura. Ma se allora gli effetti furono limitati al ridimensionamento della gamma colori di qualche modello, stavolta la situazione è decisamente più seria: a mancare sono i microprocessori, il vero e proprio cuore di decine di sistemi di bordo, dalla gestione…

quattroit2103_article_008_01_01
1 minutos
l'ultima trovata di elon musk

Tesla e il bitcoin. Reduci da performance strabilianti, sono i fenomeni del momento sui mercati finanziari. Dal 1° gennaio 2020 al 15 febbraio scorso, il titolo della Casa ha guadagnato l'830% a Wall Street (da 86 a 800 dollari). La regina delle criptovalute ha risposto con una performance del 594% (da 7.200 fin oltre i 50.000 dollari). I destini dei due asset non si erano mai incrociati, ma Elon Musk ancora una volta spariglia le carte, sancendo un fidanzamento clamoroso. La Tesla acquista bitcoin per un valore di 1,5 miliardi di dollari «per investire la liquidità in modo più flessibile e massimizzare i rendimenti sul cash», si legge nel prospetto depositato alla Sec (la Consob Usa). Non solo: manifesta anche l'intenzione di accettare pagamenti in bitcoin per i suoi prodotti.…

quattroit2103_article_010_01_01
3 minutos
capolavori da cruscotto

Non è soltanto bravo tecnicamente, ma sa anche come guardare e presentare un oggetto per trasformarlo in un'opera d'arte ». L'artista in questione è lo scultore botanico Nic Bladen. E presto capirete le ragioni dell'insolita definizione. A parlare è Margaret Gradwell, curatrice dell'unica collezione privata sudafricana che riunisce opere moderniste e post-moderniste sotto lo stesso tetto, nella fattispecie quello dell'Ellerman House, boutique hotel di Città del Capo. I due s'incontrano per la prima volta nel 2014, per parlare di protezione della flora locale. Ma a portarli in queste pagine è la più prosaica necessità di dotare l'albergo di una chauffeur car adeguata al rango di una struttura tanto particolare. Ci vuole un'ammiraglia, per forza. Forse una BMW 745Le? Un buon inizio. Personalizzata dalla divisione Individual Manufaktur? Meglio. Impreziosita all'interno da…

quattroit2103_article_012_01_01
2 minutos
quanta strada con lo strada

Non è un segreto: sono gli Stati Uniti a garantire al Lingotto le maggiori soddisfazioni e i profitti più consistenti. A giudicare dall'andamento delle immatricolazioni nel 2020, però, nel ruolo di gallina dalle uova d'oro potrebbero essere presto affiancati dal Brasile. Dove la Fiat Chrysler raccoglie risultati record, soprattutto grazie al successo del pick-up compatto Strada. Con 9.614 contratti registrati nel Paese sudamericano, a novembre dello scorso anno lo Strada è il bestseller tra i veicoli commerciali e il terzo modello più venduto in assoluto. E contribuisce per un quarto alle 39.457 consegne complessive che assicurano al marchio torinese la cima della classifica e una quota del 18,4%. Che arriva al 24,3% aggiungendo la Jeep. Mai FCA aveva raggiunto un risultato simile. In pratica, un veicolo su quattro registrato sul…

quattroit2103_article_014_01_01