Quattroruote Giugno 2021

Dal 1956 Quattroruote è la più amata, letta e autorevole rivista di automobilismo. Ogni mese news e anteprime dal mercato italiano e internazionale, inchieste, prove su strada e su pista, listino del nuovo e quotazioni dell'usato divenute riferimento per il mercato. Since 1956 Quattroruote has been  the most authoritative and appreciated car magazine in Italy. Every month it reports on car novelties, regulations, surveys, road tests and car-related economy. It is the true bible for car tests. Its quotations for second-hand and new cars are the benchmark for industry and consumers.

País:
Italy
Língua:
Italian
Editora:
Editoriale Domus Spa
Periodicidade:
Monthly
US$ 4,37
US$ 38,28
12 Edições

nesta edição

4 minutos
le bev ci sono le colonnine no

IL VERO OSTACOLO ALL'ELETTRICO È UNA RETE DI RICARICA INADEGUATA Non senza fatica, ché il tomo è impegnativo (sono 266 pagine), mi sono letto il Piano nazionale di ripresa e resilienza studiato dall'esecutivo Draghi per far rinascere l'Italia dopo il dramma del Covid-19. Volevo capire quanto spazio era dedicato all'automotive, un comparto in grave crisi che esprime una magnitudo industriale, commerciale e fiscale ancora fondamentale nel tessuto economico nazionale. Ho trovato ben poco, per non dire punto. Ovviamente, non me ne stupisco: mentre i principali governi europei hanno varato piani miliardari di sostegno al settore, consapevoli di quanto esso conti nella competitività del sistema-Paese, da noi l'unica iniziativa concreta da un anno a questa parte è la reiterata mancetta degl'incentivi, la cui dotazione finanziaria rimane talmente micragnosa (per i modelli mainstream)…

2 minutos
in principio c'è lo stampo

Se continuano a essere riconosciuti i meriti di designer e ingegneri, hanno smesso di risuonare, invece, le lodi ai battilastra, artigiani d'eccellenza ormai relegati al restauro di vetture storiche. E l'innovazione tecnologia monopolizza l'attenzione, focalizzandola su algoritmi e software. Eppure la materia pesante, acciaio o alluminio che sia, non ha perso nulla della sua centralità. Senonché, quello che un tempo era il frutto della manualità del singolo, ora è opera di stampi di dimensioni impressionanti, matrici composite particolarmente complesse che richiedono decine di migliaia di ore di lavoro. All'Audi, per esempio, gli esperti di pianificazione partecipano ai nuovi progetti già dalle prime fasi: soltanto così sono in grado di preparare per tempo quei giganti di ghisa che, sottoposti a una pressione di 1.600 tonnellate, trasformano anonimi pezzi di metallo piatto…

quattroit2106_article_007_01_01
3 minutos
mamma... li cinesi!

Una supercar da mille cavalli e passa, da sviluppare e costruire nella Motor Valley di casa nostra. Porta un marchio sconosciuto, Hongqi, dietro al quale ci sono però le robuste spalle della Faw, uno dei colossi dell'auto cinese. Che per l'occasione ha scomodato grossi calibri del made in Italy: da Walter de Silva, l'autore del design, all'ex amministratore delegato della Ferrari, Amedeo Felisa, chiamato a far da consigliere principe dell'avventura (sul tema torna Carlo Cavicchi a pag. 288, ndr). ANNO ZERO L'operazione suona come una testimonianza del nuovo approccio al mercato europeo dopo 15 anni di tentati sbarchi dagli esiti fallimentari, fra le Landwind incapaci di passare i crash test e un marchio dalle pretese premium come Qoros, mai andato al di là di sporadiche apparizioni in qualche Salone. Con il risultato…

quattroit2106_article_008_01_01
2 minutos
un pesce d'aprile indigesto

Un pesce d'aprile rischia di trasformarsi in una brutta gatta da pelare per la Volkswagen. La storia è nota. Con una serie di tweet, seguiti da comunicato ufficiale, poi ripreso dal sito aziendale, a fine marzo la divisione americana del colosso di Wolfsburg aveva annunciato il cambio di nome da Volkswagen Usa in Voltswagen of America, a suggellare la svolta elettrica del gruppo. La notizia del rebranding, prima confermata in via informale alla Cnbc (e non solo), poi derubricata dal portavoce della Casa a uno scherzetto da April Fools' Day finalizzato al lancio sul mercato della ID.4 e infine cancellata dalla rete, ha scatenato un vero e proprio pandemonio. Subito è esplosa l'indignazione dei media a stelle e strisce, che non hanno gradito il giochino: «Hanno imbrogliato deliberatamente i giornalisti,…

quattroit2106_article_010_01_01
2 minutos
dealer vs online uno a zero

Ormai si fa prima a elencare chi non prevede la possibilità di acquistare un'auto online. Nuove, chilometri zero, usate, di marchi premium oppure no, si può comprare di tutto con un click (beh, diciamo, una serie di click). Eppure, tutta questa offerta che si è fatta digitale, da un lato come risposta alle restrizioni da pandemia e dall'altro come frutto dell'inarrestabile progresso tecnologico, non sembra essere riuscita a soppiantare il rapporto personale, e fisico, con il dealer. Se siete tra quelli che in concessionaria continuate a volerci andarci, insomma, non sentitevi una razza in via di estinzione. Sono della vostra idea, infatti, quasi otto italiani su dieci. E "all'italiana" la pensano anche in molti degli altri nove mercati più importanti del mondo. Lo rileva l'ultima edizione del Global automotive consumer…

quattroit2106_article_012_01_01
2 minutos
elettriche romene the winner is...

Best electric car in Romania" è un concorso organizzato da AutoExpert Media, editore partner di Quattroruote, per designare la migliore auto elettrica venduta nel Paese. La prima edizione si è svolta il 21 e il 22 aprile, proprio mentre il governo annunciava gli incentivi per le elettrificate (con sconti fino a 10 mila euro) e in concomitanza, non casuale, con la Giornata della terra. Per partecipare, la vettura a emissioni zero doveva essere stata lanciata dopo il marzo 2020 ed essere già nelle concessionarie. Sono stati considerati anche i modelli che nello stesso periodo hanno beneficiato di restyling importanti, con modifiche alle batterie o al motore in grado di migliorare l'autonomia o le prestazioni dinamiche. La giuria era composta dai 14 giornalisti automobilistici più rappresentativi della stampa locale. I quali,…

quattroit2106_article_014_01_02