EXPLOREMY LIBRARY
Kids & Teens
Focus Wild

Focus Wild

Novembre 2020

Focus Wild è la rivista per ragazzi e ragazze dai 10 ai 14 anni appassionati di animali e cuccioli. Suddivisa in due parti, nella sezione Mondo si potranno ammirare immagini fantastiche, reportage sugli animali e sul loro comportamento, interviste con personaggi famosi e tante notizie curiose; nella sezione PetClub si troveranno tutti i consigli e i trucchi per la cura dei propri animali domestici.

Country:
Italy
Language:
Italian
Publisher:
Mondadori Scienza S.p.A.
Frequency:
Monthly
Read More
BUY ISSUE
$4.74(Incl. tax)
SUBSCRIBE
$31.62(Incl. tax)
12 Issues

in this issue

1 min.
pixel

DAL GRIGIO AL ROSSO Un banco di pesci occhio grosso (Priacanthus hamrur) nuota nelle acque coralline dell’isola di Male Nord, Maldive. In questa specie la colorazione della livrea va dal grigio argenteo al rosso acceso e può variare in pochi secondi grazie a speciali cellule presenti sulle scaglie, dette cromatofori. «QUANTO CI PIACE L'ACQUA!» La pioggia non infastidisce questo gruppo di ippopotami (Hippopotamus amphibius), che si riposano immersi fino alla testa nel Kruger National Park, in Sudafrica. Pur essendo mammiferi terrestri, il loro elemento preferito è l’acqua: trascorrono infatti fino a 16 ore al giorno nelle acque dolci dei fiumi e dei laghi e, tappandosi narici e orecchie, sono in grado di rimanere in apnea per circa 5 minuti.…

1 min.
sommario

Cari lettori, quante “bufale” girano in rete sui nostri amici animali (e non solo)! Su questo numero abbiamo raccolto le fake news più significative degli ultimi mesi. Forse ricorderete, per esempio, il meme del corvo sul dorso di un’aquila e la scritta:“Fate come l’aquila, volate alto e lasciatevi alle spalle i corvi”. A pag. 12 scoprirete la verità sui due uccelli, nulla a che fare con la frase! Insomma non lasciamoci ingannare dalle apparenze e verifichiamo sempre se l’autore dell’articolo o del post è competente. Buona lettura…

1 min.
i nostri esperti di questo numero

SARA BOVIO Biologa, giornalista scientifica, è stata ricercatrice presso il CNR-IRSA di Verbania.Appassionata di viaggi naturalistici ed ecoturismo. MARCO COLOMBO Naturalista (nel 2007 ha scoperto una nuova specie di ragno in Sardegna), fotografo (premiato nei più prestigiosi premi), divulgatore. GÉRARD MANGIAGALLI Veterinario,presidente di Milano Natura (www.milanonatura.it). ROBERTO MARCHESINI Etologo e studioso della relazione tra l’uomo e le altre specie animali. Fondatore di SIUA (Scuola di Interazione Uomo-Animale). GIULIA PARACCHINI Istruttore cinofilo, consulente della relazione felina, operatore di zooantropologia assistenziale e didattica. DUNIA RAHWAN Biologa, educatore cinofilo, si occupa della riabilitazione dei cani di canile. Appassionata di etologia e di immersioni subacquee. FRANCESCO TOMASINELLI Dottore in Scienze ambientali marine, naturalista e fotografo specializzato in scienza, viaggi e natura.…

1 min.
chissà se ci arrivo...

Un leopardo africano (Panthera pardus pardus), intenzionato a salire su un albero, punta lo sguardo verso l’alto, prende bene le misure e spicca un balzo (1) distendendo completamente gli arti posteriori (2), infine si aggrappa alla corteccia con gli artigli affilati delle zampe anteriori (3) e sale con il resto del corpo (4). Il leopardo, oltre a essere uno dei felini più abili nell’arrampicarsi sugli alberi, è anche in grado di compiere notevoli salti da fermo (arriva fino a circa 3 metri di altezza e 6 metri di lunghezza).…

4 min.
notizie dal mondo

Il nero che scompare Stati Uniti. In almeno 16 specie di pesci il colore nero delle livrea assorbe oltre il 99,9% della luce che li colpisce: in natura non era mai stato osservato un nero così nero. La scoperta è stata pubblicata dai ricercatori dell’Università Duke (Carolina del Nord) e del Museo di Storia naturale Smithsonian a Washington e si tratterebbe di una ingegnosa strategia per mimetizzarsi negli abissi ed essere invisibili ai predatori. Per trovare questi pesci gli scienziati hanno calato reti a strascico a oltre un chilometro e mezzo di profondità nella baia di Monterey e nel Golfo del Messico, un metodo un po’ cruento che però ha permesso di rinvenire 39 pesci neri. La loro pelle è stata analizzata con il microscopio elettronico, l’unico strumento in grado di distinguere…

5 min.
bufale bestiali

La ricerca di approvazione e di consensi, unita alla mancanza di una conoscenza naturalistica di base, portano spesso alla diffusione in rete di informazioni errate e bufale, che diventano virali. Spesso i comportamenti umani sono trasferiti, migliorati, agli animali che vengono così idealizzati; in altri casi si tratta di fantasiose soluzioni a problemi ambientali, per cui la condivisione della notizia è esasperata da una ricerca di positività. Inoltre, può capitare che vengano fornite interpretazioni completamente sbagliate e distorte di comportamenti che effettivamente sono osservabili in natura. Ecco alcune delle più recenti fake news “virali”, talvolta rilanciate perfino dai giornali. AQUILE MENEFREGHISTE Girano varie foto di corvi posti sul dorso di un’aquila in volo: la didascalia che le accompagna recita “Fate come l’aquila, volate alto e lasciatevi alle spalle i corvi”. Secondo questa teoria,…