ZINIO logo
EXPLOREMY LIBRARY
Business & Finance
Fortune Italia

Fortune Italia

Novembre 2020

FORTUNE ITALIA misura il successo di un'azienda e se ne fa garante, rafforza le leadership e traccia il ritratto degli uomini e delle donne che si celano dietro il loro successo. Dialoga con i top C-level executives e ne racconta il mondo. Propone analisi approfondite delle tendenze economiche e finanziarie. Presenta idee e tecnologie. Pone grande attenzione ai temi della sostenibilità e della responsabilità sociale e ambientale. Riconosce il merito dei giovani più promettenti. Celebra le donne più innovative e influenti.

Read More
Country:
Italy
Language:
Italian
Publisher:
We Inform srl
Frequency:
Monthly
BUY ISSUE
$7.06(Incl. tax)
SUBSCRIBE
$31.33(Incl. tax)
11 Issues

in this issue

2 min.
semi-lockdown

Ci risiamo. Siamo tornati nel pieno dell’emergenza. Come se la tregua dell’estate fosse stata solo una parentesi immeritata. La seconda ondata di diffusione dell’epidemia del Coronavirus era prevedibile. Ma non è stata prevista. O, almeno, non è stata preparata come si sarebbe dovuto. Il sistema di diagnosi e tracciamento della malattia, di fatto, non c’è. L’incremento dei posti di terapia intensiva è stato solo parziale. Il sistema sanitario è ancora fragile rispetto ai numeri in crescita dei contagi. E QUESTA È UNA RESPONSABILITÀ grave della politica, a tutti i livelli: dal governo centrale alle istituzioni locali, che sono tornati a rimpallarsi il demerito di non aver pianificato la messa in sicurezza del Paese. Guardandosi intorno, però, si deve riconoscere che le stesse responsabilità sono condivise, salvo poche eccezioni, in tutto il…

9 min.
the conversation bill gates

PANDEMIA VS PROGRESSO Fin dal 2017, la Bill & Melinda Gates Foundation pubblica un rapporto annuale, chiamato Goalkeepers Report, su come sta andando la lotta contro la povertà globale e le malattie. Nell’ultima pubblicazione avete iniziato con parole che credo non abbiate mai pronunciato prima: “Il progresso si è fermato”. “L’atteggiamento delle persone verso mascherine e vaccini determinerà la velocità con cui metteremo fine a questa pandemia” Sì, le Nazioni Unite hanno fissato degli obiettivi per l’umanità, che riguardano tutti bisogni basilari come l’eliminazione della povertà estrema e l’accesso all’istruzione e all’assistenza sanitaria. Per questo, ha creato una cornice che noi usiamo per produrre il report ogni anno, provando a mettere in evidenza i Paesi che stanno facendo bene, che chiamiamo esemplari, e che possono ispirare tutti gli altri ad adottare le stesse…

1 min.
tra le righe

(1) Assegni in bianco: dal 1994 alla fine del 2019, la Bill & Melinda Gates Foundation ha elargito 54,8 mld di dollari in sovvenzioni (2) Il collasso economico della pandemia (3) Corsie preferenziali: nel mese di marzo, la Gates Foundation ha stretto un accordo con la fondazione britannica Wellcome e con Mastercard per un acceleratore di terapie contro il Covid-19, pensato per velocizzare lo sviluppo dei trattamenti medici (4) Il precedente: Nel 1998, 39 produttori farmaceutici hanno fatto causa al governo del Sud Africa (e a Mandela, l’allora presidente) per aver aggirato i brevetti sui medicinali per l’HIV che avevano prezzi esorbitanti. Ma le aziende farmaceutiche alla fine hanno perso la loro battaglia legale, e molta della loro reputazione (5) Ricchi e poveri: AstraZeneca e Johnson&Johnson hanno promesso che distribuiranno il vaccino su base…

4 min.
mettetevi in proprio

“Tirate fuori il vostro carisma e cercate di fare squadra. In passato si andava a imparare un mestiere e poi l’ambizione era costruirsi il proprio futuro. Fatelo anche oggi. Anche con un progetto piccolo. Ai giovani e anche alle donne ripeto ancora: chi ha un’intelligenza si metta in proprio. Con amore, passione, responsabilità e sacrificio e partendo da cose semplici”. “LE DONNE POSSONO FARE IMPRESA MOLTO BENE SE VOGLIONO. CERTO, MI CI SONO TROVATA PER NECESSITÀ E HO DOVUTO RINUNCIARE A TANTO” A parlare con un tono molto femminile è Gabriella Scuderi, titolare della omonima azienda laziale di confezione e alta sartoria da uomo, leader nel mercato delle confezioni e dei prodotti su misura. Centotrenta dipendenti, in maggioranza donne, uno stabilimento che, in una zona non industriale della regione, ha tutti i…

2 min.
il centro commerciale del domani

“Si tratta di costruire centri commerciali ben diversi dalle ‘scatole di scarpe’ che si vedono oggi” “IL CENTRO COMMERCIALE è un posto molto sicuro dove fare la spesa oggi” dice Marco Balducci, General manager di Ceetrus Italia, azienda proprietaria di 47 centri commerciali in Italia che sta attuando una grande operazione di riqualificazione a Milano, in vista dell’apertura del primo ‘urban smart district’ a Cascina Merlata in Arexpo. “C’è la presenza degli uomini di sicurezza, presidi sanitari, grandi spazi, operatori di pulizia sempre attivi; disinfettiamo tutto e riusciamo a mantenere tutte le distanze necessarie grazie alle ingenti dimensioni”. Come spiega Balducci, Ceetrus “ha due anime: la prima è legata alla nostra storia di proprietari e gestori di centri commerciali. Poi ci occupiamo di immobiliare puro, con progetti di investimento per la…

1 min.
addio a farmville

QUASI 35 MILIONI DI UTENTI giornalieri. Il picco a marzo di dieci anni fa, con Facebook che era un indispensabile passaggio della vita quotidiana degli internauti, con oltre 85 milioni di utenti attivi mensili. A fine dicembre chiude Farmville, il gioco più popolare in assoluto della scuderia del social network di proprietà di Mark Zuckerberg. Notifiche, inviti, migliaia di ore da pc e smartphone per gli animali dell’aia che vanno a riposare, per i campi coltivati con gioia e allegria. Si chiude un’Era, quella degli amanti dei videogames degli anni Novanta in prestito a Facebook, piuttosto fruttuosa: nel 2019 Farmville ha portato alla causa di Zynga, il developer del gioco (22 milioni di giocatori nel Q2 del 2020, dati di Statista) ricavi record per 1,3 mld di dollari. Eppure, si…