ENTDECKENBIBLIOTHEK
Wissenschaft
Focus Italia

Focus Italia

Novembre 2020

Focus approfondisce temi di grande attualità: scienza e natura, tecnologia e comportamento, cultura e misteri, medicina ed economia, storia ed ecologia, innovazione. Soddisfa la curiosità dei suoi fedeli lettori suscitando emozione e interesse anche attraverso immagini spettacolari ed esclusive. Si avvale di scienziati, ricercatori, tecnici ed esperti di fama mondiale. Lo stile chiaro e diretto permette di raggiungere tutti e di far conoscere il mondo in modo divertente e sempre più coinvolgente. Focus stimola la tua voglia di sapere e soddisfa anche le curiosità che non sapevi di avere!

Land:
Italy
Sprache:
Italian
Verlag:
Mondadori Scienza S.p.A.
Erscheinungsweise:
Monthly
Mehr lesen
ABONNIEREN
CHF 24.72
12 Ausgaben

in dieser ausgabe

1 Min.
degli il vero imperatori volto

Così dovevano apparire ai contemporanei gli imperatori Augusto e Massimino il Trace (nelle due immagini più grandi). Nei riquadri più piccoli a sinistra, invece, dall’alto in basso ecco i volti realistici di Caligola, Nerone, Traiano e Marco Aurelio. Li ha ricostruiti al computer il disegnatore canadese Daniel Voshart utilizzando due software molto noti: Photoshop e Artbreeder. Quest’ultimo, in particolare, è specializzato proprio nel fondere le immagini tra loro perché riesce, grazie all’intelligenza artificiale, a regolare ogni singolo aspetto della ricostruzione: colore e grana della pelle, contorni dei singoli lineamenti, capigliatura ecc. Mescolanze. Così Voshart è partito dalle raffigurazioni ritenute più affidabili dei singoli imperatori romani (in genere busti in pietra) e le ha “mixate” con i volti immortalati sulle monete emesse durante il loro regno e talvolta con veri volti di…

2 Min.
difendere le specie a rischio estinzione? funziona

La colomba rosata era arrivata al limite dell’estinzione: nel 1991 se ne contavano 10 esemplari. Grazie a un programma di riproduzione e reintroduzione in natura, a Mauritius, è arrivata a superare i 400 individui. È una delle storie (per ora) a lieto fine che mostrano come i programmi per salvare le specie dall’estinzione possano funzionare. Lo afferma uno studio guidato da Friederike Bolam della Newcastle University (Uk): dal 1993, fino a 48 specie di mammiferi e uccelli arrivate a un passo dalla scomparsa sono state salvate. Interventi. Come sono giunti a questa cifra, Bolam e colleghi? Hanno fatto una lista di animali sull’orlo dell’estinzione nel 1993 e consultato una serie di esperti per valutare se le azioni di conservazione hanno avuto un ruolo nell’evitare una sparizione totale. A diversi livelli: si…

1 Min.
del le vere megalodonte (enormi) dimensioni

Lo squalo più grande che sia mai esistito, Otodus megalodon, ha abitato i mari della Terra tra 23 e 3 milioni di anni fa. Finora era nota la sua lunghezza totale, che arrivava a 16 metri (uno squalo bianco odierno raggiunge “appena” i 6,5 metri) ma non si conoscevano le dimensioni delle altre parti del suo corpo. Maxipinne. Ora, un team di ricercatori dell’Università di Bristol (Uk) le ha calcolate con precisione a partire dai fossili esistenti (soprattutto denti) utilizzando modelli matematici ad hoc. È così arrivato a conclusioni sbalorditive: il megalodonte aveva la pinna dorsale alta come una donna media (1,6 metri), mentre quella caudale sfiorava i 4 metri, le fessure delle branchie misuravano 1,5 m. La potenza del morso era di 10 tonnellate (è 2 nello squalo bianco).…

1 Min.
camminata la ricarica con una

Si sa che una bella passeggiata ci dà la carica. Ma potrebbe servire anche a ricaricare il telefono. Il sistema di Ya Yang dell’Accademia cinese delle scienze di Pechino punta infatti a sfruttare la più piccola brezza, anche quella generata camminando, per produrre energia. Si basa sull’effetto triboelettrico, per cui alcuni materiali si caricano elettricamente se strofinati. Soffio. Il mini generatore è un tubo con dentro due strisce, composte da strati di plastica e argento, che svolazzano all’aria: strofinandosi, generano una corrente elettrica. Nei test il sistema, fissato al braccio di un volontario, ha funzionato grazie al flusso d’aria generato dal movimento delle braccia nella camminata. Per ora alimenta 100 lucine Led: può servire per caricare sensori in spazi aperti. Ma Ya Yang vorrebbe usarlo in futuro per telefoni e altri…

1 Min.
i colori evocano ovunque le stesse emozioni

Il giallo dà gioia in tutto il mondo, e tutti – a qualsiasi cultura appartengano – trovano rilassante il blu. Quando si tratta di colori, insomma, le associazioni tra questi ultimi e alcune emozioni sono molto simili ovunque. Lo ha dimostrato una ricerca condotta su un campione molto vasto (4.600 persone di ogni età) reclutato in 30 diversi Paesi in tutti i continenti dagli psicologi dell’Università di Magonza (Germania). Rosso. I ricercatori hanno chiesto ai partecipanti di abbinare 20 diverse emozioni a 12 colori e di segnalare anche l’intensità dell’associazione. Hanno così verificato che dappertutto nel mondo il rosso è l’unico colore associato sia a un’emozione positiva sia a una negativa: amore e rabbia. Il marrone invece suscita poche emozioni. Poche differenze sono state riscontrate ad esempio per il bianco: solo…

1 Min.
del la scienza fantacalcio

Se non vi siete mai interessati al Fantacalcio, potrebbe essere l’anno giusto. Andare allo stadio rischia di essere fuori questione per un po’, tanto vale dedicarsi a questo campionato virtuale parallelo in cui si forma una propria immaginaria squadra comprando e vendendo giocatori, per poi acquisire punti in base alle loro prestazioni reali. I ricercatori dell’Università di Limerick, in Irlanda, guidati da Joey O’Brien, hanno studiato le strategie degli “allenatori” virtuali nella Fantasy Premier League (la versione britannica del Fantacalcio) per capire se c’è qualche strategia vincente. Innanzitutto conta l’esperienza: un giocatore ha in media 22 punti in più alla fine del campionato per ogni anno di attività. Regole. Inoltre, nel Fantacalcio gli stessi calciatori possono essere condivisi da più squadre e questo porta alla comparsa di “squadre modello”: in media,…