ENTDECKENBIBLIOTHEK
Wissenschaft
Focus D&R

Focus D&R Inverno 2016

Focus Domande e Risposte è la rivista interamente dedicata alle domande più curiose, intelligenti, imbarazzanti, ma non impossibili. Permette di accostarsi in modo originale e immediato alla conoscenza scientifica con domande mai scontate, rapidità di lettura e divertimento. Tra i contenuti: notizie scientifiche, risultati di ricerche in tutti i campi, ma anche tematiche più leggere, curiose e ironiche e tante notizie legati a temi di attualità e di forte impatto.

Land:
Italy
Sprache:
Italian
Verlag:
Mondadori Scienza S.p.A.
Erscheinungsweise:
Quarterly
Mehr lesen
AUSGABE KAUFEN
4,03 €(Inkl. MwSt.)
ABONNIEREN
10,09 €(Inkl. MwSt.)
4 Ausgaben

in dieser ausgabe

1 Min.
come vedono gli animali?

Potremmo scoprirlo indossando uno degli “elmetti metapercettivi” nella foto a fianco, che in teoria riproducono la vista del camaleonte – a destra – e dello squalo martello. Nella pratica, però, si tratta solo di un’installazione artistica. Ogni animale interpreta le onde luminose in modo differente, in base alla struttura degli occhi, alla loro evoluzione e a come avviene l’elaborazione delle immagini nel cervello. COMPLESSITÀ. Il “progetto di base” dell’occhio, per tutte le specie, è un’infossatura sul cui fondo ci sono cellule che percepiscono le onde di luce e formano un’immagine. A partire da questo, la struttura degli occhi è estremamente differenziata, e si è evoluta nel tempo. Dai semplici occhi delle meduse si arriva a quelli complessi degli insetti, dei molluschi come il polpo o dei vertebrati. Più l’occhio è articolato,…

1 Min.
editore

“IL “NUMERO DELLE FESTE” di D&R è sempre il più divertente da preparare. Sarà perché ci si lavora a ridosso delle vacanze, e quindi siamo tutti di umore migliore. Oppure perché il tema “Natale e Capodanno” ci fa tornare un po’ bambini, e allora le domande che ci vengono in mente sono anche le più spontanee e, nello stesso tempo, le più curiose. Ecco qualche esempio: come fanno gli avvoltoi, che mangiano carogne, a non ammalarsi? (pag. 11). Oppure: quanti sono i 5 continenti? (la risposta, ovviamente non quella che vi aspettate, è a pag. 111). E poi ce n’è una che ha fatto felice metà della redazione, quella in perenne in lotta con l’orologio: ma perché i ritardatari arrivano sempre in ritardo? La spiegazione, assolutoria, è a pag. 30.…

1 Min.
un film può profumare?

Sì. L’esempio più significativo nella storia del cinema fu Profumo di mistero, protagonista Elizabeth Taylor, nel 1960. Il profumo veniva spruzzato in sala attraverso un apparecchio sincronizzato con le scene, in modo da diffondere le essenze giuste in relazione con quello che appariva sullo schermo. Il sistema non ebbe però successo: alla prima si tapparono tutti il naso. Come scrisse il New York Times: «Il profumo migliore che il pubblico ha potuto sentire è stato quello che si annusava durante l’intervallo: aria fresca»…

1 Min.
il sole influenza la caccia degli squali?

SÌ L’ha scoperto di recente l’équipe diretta da Charlie Huveneers, un naturalista dell’australiana Flinders University, osservando per 30 giorni nelle acque dell’Australia Meridionale il comportamento di 44 differenti squali bianchi mentre si avvicinavano alla preda, costituita da esche o tonnetti, nel corso di 950 attacchi diversi. Huveneers ha notato che nei giorni soleggiati gli squali si avvicinavano alle loro vittime provenendo sempre da est al mattino e da ovest al pomeriggio, in modo da avere il Sole alle spalle. Non sembravano avere invece alcuna direzione preferenziale nei giorni nuvolosi. CACCIATORI. Questa tecnica di caccia ha alcuni vantaggi. Riduce, per esempio, la possibilità che lo squalo venga abbagliato dal Sole e aumenta le possibilità di localizzare la preda, amplificando il contrasto tra quella e l’acqua circostante. Le prossime ricerche si focalizzeranno sulla ragione…

1 Min.
esistono ragni vegetariani?

Sì. Infatti, anche se la maggior parte delle oltre 40.000 specie di questi aracnidi si nutre di insetti o di altri animali (tra cui pesci, uccelli e perfino serpenti), esistono alcuni ragni che integrano la dieta carnivora con una a base di polline. È stata poi recentemente scoperta l’unica specie finora conosciuta di ragno totalmente erbivoro: si chiama Bagheera kiplingi e vive nelle foreste di Messico, Costarica e Guatemala. Questo ragno si nutre soltanto di nettare e dei corpi di Belt, strutture vegetali prodotte dalle piante di acacia del genere Vachellia: ricche di lipidi e proteine, costituiscono il nutrimento anche di alcune specie di formiche che vivono in quella regione.…

1 Min.
quanto può essere piccola una rana?

All’incirca quanto una mosca. Si tratta della Paedophryne amauensis, lunga appena 7,7 mm: da quando, nel 2012, ne è stata comunicata la scoperta in Papua Nuova Guinea, si è aggiudicata il titolo di vertebrato più piccolo del mondo, strappandolo al pesce Paedocypris progenetica, diffuso in Indonesia, le cui femmine misurano 7,9 mm. Vive nella foresta pluviale, e i biologi della Louisiana State University che l’hanno studiata ne hanno catturato a fatica alcuni esemplari: non è facile individuarla tra le foglie e, in più, fa salti 30 volte più lunghi del suo corpo. La micro-rana è in buona compagnia: le sue 5 “cugine” del genere Paedophryne hanno dimensioni che vanno da 8,5 a 11,3 mm. Mentre, nel 2015, sono state scoperte in Brasile 7 nuove specie del genere Branchycephalus che non…