ENTDECKENBIBLIOTHEK
Promis & Gesellschaft
Gente

Gente Numero 22- 2020

Il settimanale di attualità della famiglia italiana. Moderna da sempre. Ogni settimana appassiona e coinvolge con l’informazione, l'attualità e l’intrattenimento. Grandi inchieste e reportages, interviste esclusive ai personaggi del momento e dello spettacolo, servizi con consigli pratici per la famiglia. In più servizi e rubriche sulla salute con le risposte di grandi esperti e ancora: moda, bellezza, arredamento, cucina, viaggi, giochi, oroscopo e programmi TV.

Land:
Italy
Sprache:
Italian
Verlag:
Hearst Magazines Italia spa
Erscheinungsweise:
Weekly
Mehr lesen
AUSGABE KAUFEN
2,01 €(Inkl. MwSt.)
ABONNIEREN
39,36 €(Inkl. MwSt.)
52 Ausgaben

in dieser ausgabe

4 Min.
non soltanto articoli sul coronavirus: ogni settimana su gente c’è molto di più

Si chiama Vivienne Charlotte, un nome impegnativo per uno scricciolo così: è la splendida bambina che ha dato alla luce Alena Seredova, figlia del compagno Alessandro Nasi. È con una bella notizia che voglio iniziare a parlare con voi questa settimana: perché la vita, grazie al cielo, va avanti ed è più forte di tutto, e la nascita di Vivienne porta speranza e gioia. La Fase2 io voglio vederla così, come una ri-nascita, come un percorso positivo. Così come dico che sbagliano gravemente tutti quelli che si accatastano per le strade senza prudenza o mascherina (e che io multerei senza dubitarne), dico anche che è necessario guardare avanti, crederci e avere fiducia. Per questo abbiamo corteggiato Federica Pellegrini per averla in copertina, la stella campionessa, perché Federica è il simbolo…

6 Min.
la posta dei lettori

Ecco gli indirizzi: GENTE, via Roberto Bracco 6, 20159 Milano o direttoregente@hearst.it TROPPE PAROLE INGLESI? È VERO Gentile direttore, con tutto quello che c’è in giro - penserà - una lettera abbastanza inutile! Sono d’accordo, ma ho il pallino di difendere nel mio piccolo, per quanto possibile, la lingua italiana. Nelle pagine del n. 21 dedicate ai “10 scatti”, a fine didascalia della foto n. 8 viene utilizzato l’inglese “driver”. Per non ripetere autista, già presente nel testo, bastava forse scrivere guidatore o conducente. Scusi il disturbo e comunque complimenti per il periodico che leggiamo (io e mia moglie) sempre molto volentieri. Carlo d’Agostino Caro Carlo, non è questa una lettera che tratti di massimi sistemi, diciamo, però hai un modo garbato e simpatico dunque la pubblico lo stesso. Anche perché sono d’accordo: in inglese solo…

6 Min.
gente risponde

Questa enorme e spaventosa onda sta per abbattersi su una piazza nel centro di Seul. Da dove arriva? Si tratta di un’illusione ottica, alimentata da un sistema di schermi ad alta definizione che misurano 80 metri di lunghezza e 20 di altezza. È un’installazione che riproduce onde chiuse in un enorme serbatoio. ALCUNI PARRUCCHIERI E NEGOZI METTONO LA TASSA VIRUS: COS’È? Su molti scontrini compare una “maggiorazione covid”. Come funziona? È tutto legale? Definirla “tassa covid” è una semplificazione forse eccessiva. Abbiamo avuto qualche segnalazione di clienti che si sono visti richiedere un contributo per la situazione contingente. Come Altroconsumo sosteniamo che se l’esercente comunica al cliente che verrà addebitata una certa cifra come contributo per le spese imposte dalle norme per la riapertura nella Fase 2, non possono essere sollevate obiezioni: il consumatore…

3 Min.
diletta mette su casa sarà un ring d’amore

Diletta Leotta e Daniele “King Toretto” Scardina sembrano essersi vestiti, svogliatamente, nello stesso guardaroba. Se c’era bisogno di una conferma che l’intesa è perfetta e i gusti sono affini, eccola. T-shirt nera, accollata, per entrambi, unico segno distintivo l’immagine di Angelina Jolie nel film Tomb Raider su quella di lei, ben visibile sul petto. Bermuda sportivi (anche troppo) per lui e shorts strappati ad arte per la conduttrice, un capo mini che sulle sue curve prodigiose diventa un very hot pants molto sensuale. Per allinearsi allo stile minimal, quello dell’uomo che non deve chiedere mai, del suo pugile tatuato, Diletta ha persino abbandonato i tacchi che adora per indossare scarpe rasoterra, che meglio si sposano con le ciabatte da spiaggia trascinate dal compagno sull’asfalto metropolitano. Un po’ come dire, alla forma…

2 Min.
l’urlo di munch grida grazie all’italia

Compie 110 anni e si vede. Si sta imbiancando, infatti. Parliamo di un’opera d’arte tra le più celebri al mondo: L’urlo, il dipinto realizzato dal pittore norvegese Edvard Munch (1863-1944), in cui è appunto ritratto un uomo che lancia un grido tanto lancinante da deformargli il volto in una espressione di pura angoscia. Ne esistono tre versioni, una del 1893, una del 1895 e una del 1910, quella controllata. Quest’ultima è conservata al Munch Museum di Oslo, la capitale della Norvegia, ma da tempo viene esposta di rado all’ammirazione del pubblico. I curatori del museo hanno notato il viraggio dal giallo originario al bianco in alcune aree del quadro: nelle nuvole in cielo, intorno al lago e nella parte centrale del collo dell’urlatore. Finora si era pensato che lo scolorimento…

2 Min.
contro il virus rispondo “presente”

Quelle immagini struggenti della domenica di Pasqua non le potremo mai dimenticare: Andrea Bocelli da solo nel Duomo di Milano, fuori la piazza deserta, la sua voce potente sulle note solenni dell’Ave Maria e del Domine Deus rossiniano che, come disperata preghiera, si leva dalle candide volte gotiche per arrivare in ogni angolo della Terra, ferita e unita dalla minaccia del coronavirus. «Dobbiamo pregare nella casa di Dio, nel giorno della principale solennità cristiana, affinché possiamo superare quanto prima questo periodo drammatico, ripartendo con una nuova consapevolezza », aveva spiegato in quei giorni il tenore. Che oggi ritorna a dare il suo contributo alla causa. Non invocando il cielo, questa volta, ma mettendosi al fianco degli uomini di buona volontà, quelli che con camici bianchi addosso e infinito spirito di…