ENTDECKENBIBLIOTHEK
Männerzeitschriften
GQ Italia

GQ Italia Luglio 2019

LIVE. Il racconto del presente. MODE. Il radar dello stile. GQ ti suggerisce ogni mese dei look possibili con il suo inconfondibile gusto. AFTER HOURS. L 'album delle passioni maschili. Pagina dopo pagina, troverai tutto ciò che ti prende di più.

Land:
Italy
Sprache:
Italian
Verlag:
Edizioni Condé Nast S.p.A.
Erscheinungsweise:
Monthly
Mehr lesen
AUSGABE KAUFEN
3,01 €(Inkl. MwSt.)
ABONNIEREN
10,09 €(Inkl. MwSt.)
10 Ausgaben

in dieser ausgabe

5 Min.
la luce dell’estate

Non amo la luce del mezzogiorno. Professionalmente, intendo. E tanto meno quella assoluta, estiva, che nei grandi film di John Ford o John Huston veniva usata per creare le famose “notti americane”: notti innaturali in cui si riusciva a distinguere ogni particolare e i campi erano lunghi e definiti. Cinema classico dai meccanismi semplici: bastava filtrare tutto nel blu e il sole diventava magicamente luna. Delle nostre estati amo di più le ore pomeridiane, con i raggi obliqui e le ombre tese. La luce zenitale e meridiana invece è troppo forte, faticosa per un direttore della fotografia: non è facile riuscire a gestirla. Appiattisce le cose e le persone, che allora devi inclinare il più possibile per ridar loro corpo e sottrarli al bagliore. Il sole è un compagno di strada difficile,…

2 Min.
postate l’estate

Ho sempre visto l’estate come un pezzo di vita parallela, estraniante dal contesto quotidiano. Un portale dello spazio-tempo che si varca per entrare in una dimensione più felice. Dove il caldo dilata i tempi, i luoghi – persino la città deserta – assumono nuove identità, si ha più voglia di pensare, di liberare entusiasmi, di guardare verso l’alto. Quest’estate ci raccontate la vostra? Mandateci un video da postare sulle nostre Stories. Un selfie, un pensiero, un panorama, da pubblicare sul nostro sito. Ovunque voi siate, scrivete a direttore.gq@condenast.it. Non siate timidi: vogliamo essere emozionati dalla community di GQ. Intanto, per trovare ispirazione, immergetevi in questo Summer Issue. Il numero si apre con Daniele Ciprì, direttore della fotografia, sceneggiatore e regista del cinema italiano, a cui abbiamo chiesto di scrivere per noi…

1 Min.
le firme di questo mese

PABLO ARROYO Fotografo e Creative Director, abbiamo scelto il suo sguardo elegante per catturare la timidezza di Antonio Conte, che da 5 anni non si faceva ritrarre da un magazine (PAG. 222) DANIELE CIPRÌ Regista, sceneggiatore, montatore. Come direttore della fotografia ha firmato Il primo re e La paranza dei bambini. Ha scritto il prologo sulla luce dell’estate (PAG. 15) PAOLO CONDÒ Firma del giornalismo sportivo, maestro del calcio narrato, opinionista di Sky. Sua la prima intervista al nuovo allenatore dell’Inter, Antonio Conte (PAG. 222) RAFFAELE PANIZZA Due figli, quattro libri, un ottimo istinto per le interviste. Su questo numero gli abbiamo chiesto di raccontare Alice Pagani (PAG. 210)…

4 Min.
questione di streaming

Il 18 agosto 2018 è una giornata che a DAZN non dimenticheranno facilmente: era la prima di campionato, si giocava un Lazio-Napoli che sarebbe passato alla Storia come il debutto del calcio in streaming in Serie A. «Ero nel vecchio ufficio di Perform a Milano, faceva un caldo infernale, tutti chiusi in una demo room con ogni possibile dispositivo collegato per monitorare minuto per minuto come andava la diretta», spiega Veronica Diquattro, bolognese, bocconiana, 35 anni, vice presidente esecutivo per il Sud Europa, la persona che la piattaforma aveva scelto per il suo lancio in Italia, dopo il successo degli altri arrivi che aveva guidato sul nostro mercato. in particolare Spotify nel 2012. «Avevamo fatto tutti i test in preparazione del lancio, ma il fattore tempo giocava contro di noi,…

4 Min.
speed date con la realtà

CREDO CHE OGGI LA FOTOGRAFIA SIA IL MEDIUM CHE MEGLIO RACCONTA LO STATO DEL MONDO Chissà cosa avrei fatto, se solo avessi previsto tutto questo. So come è andata: non sono riuscito ad aprire bocca. Ero al mio primo lavoretto, quello di un ventenne appena sceso dal camion che trasportava opere da una galleria d’arte di Parigi ad Arles, e quindi portato al bar, a bere un Pastis. A un tavolino qualunque, con Helmut Newton e Ralph Gibson. Non avrei nemmeno osato sognare, allora, che un giorno avrei ricevuto quella telefonata. Il 16 novembre 2014 - la data è impressa nella memoria - mentre ero a Brooklyn, New York: «Sei il nuovo direttore dei Rencontres d’Arles ». Il festival di fotografia più importate d’Europa, un evento diffuso in tutta la città…

5 Min.
non abbiate paura di esprimervi

L’appuntamento è nella “library hall” all’interno di un piccolo albergo mimetizzato tra le case bianche in stile vittoriano a Notting Hill. «Qui mi sento a casa», spiega Stella McCartney che incontriamo a Londra per parlare della sua idea di moda. Ha i capelli raccolti in un chignon, una maglia blu, un jeans (tutto rigorosamente ecologico) e un paio di sneakers vegan disegnate in collaborazione con Adidas. Il tono di voce è lieve, l’inglese da autentica londoner, per niente posh. L’occasione è il lancio di All Together Now, la nuova capsule maschile che la stilista britannica ha disegnato per il prossimo Autunno/Inverno. Una serie di capi e accessori ispirati a Yellow Submarine, l’iconico film firmato Beatles e proiettato, per la prima volta, nel 1968. «Era da tempo che ci pensavo, ma…