UDFORSKBIBLIOTEK
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Kultur & Litteratur
Focus StoriaFocus Storia

Focus Storia Marzo 2019

La rivista interamente dedicata alle vicende, ai personaggi, alle curiosità che hanno caratterizzato i secoli passati. Ogni mese un numero speciale da conservare, con i grandi temi approfonditi alla maniera di Focus, per entrare nella Storia in modo diverso e avvincente.

Land:
Italy
Sprog:
Italian
Udgiver:
Mondadori Scienza S.p.A.
Læs merekeyboard_arrow_down
KØB UDGIVELSE
35,81 kr.(Inkl. moms)
ABONNER
251 kr.(Inkl. moms)
12 Udgivelser

I DENNE UDGAVE

access_time1 min.
editorial

Quando, nel 2016, gli inglesi votarono per Brexit, si infilarono in un pasticcio politico e diplomatico che tiene ancora in scacco l’Europa intera. Cosa volevano davvero: proteggere la loro economia o la loro identità? Le barriere geografiche e storiche hanno reso i sudditi di sua maestà allergici a qualsiasi intrusione. Ma la sovranità ha un prezzo. Da chi e come sarà pagato lo scopriremo presto. Per fortuna a noi non è chiesto di immaginare il futuro, ma solo di rileggere il passato. Ed è quello che facciamo nel nostro dossier, dedicato, appunto, ai sudditi di Elisabetta, e a tutte le volte che si sono messi di traverso ai grandi potenti del “continente”. A cominciare da Roma (contro i conquistatori romani prima, contro la Chiesa poi), passando da Parigi (e Waterloo)…

access_time5 min.
la pagina dei lettori

L’inumazione di Leonardo Su Focus Storia n° 147, uscito a gennaio, nelle pagine, interessantissime, dedicate alla figura del grande artista e studioso rinascimentale toscano Leonardo da Vinci, mi ha colpito un dettaglio. A pagina 37, nella cronologia della vita di quello che è“genio”per eccellenza, si scrive, come sapevo, che morì ad Amboise, ospite del re di Francia, il 2 maggio 1519 (mezzo millennio fa) e che fu sepolto nella cappella della chiesa di Saint Florentine (devastata dagli ugonotti nelle successive guerre di religione). Quello che mi ha colpito è la data di questa inumazione, il 12 agosto, tre mesi dopo la morte. Si tratta di un refuso oppure vi è un motivo, noto, per questo “funerale posticipato”? Adriano Toselli, Cuneo Risponde Maria Leonarda Leone La ringrazio per l’attenzione con cui legge i nostri articoli.…

access_time1 min.
la voce della storia: i nostri podcast

Proseguiamo la nostra avventura con i podcast di Focus Storia . In contemporanea con l’uscita di ogni numero della rivista si potranno scaricare i contenuti audio dal sito www.focus.it/storia/podcast . Ogni mese, in quattro appuntamenti, la redazione vi proporrà gli approfondimenti e i “dietro le quinte” del giornale in edicola, raccontando tutti gli aneddoti e le curiosità che non hanno trovato spazio nella rivista. Dentro la notizia. Soprattutto proveremo a interpretare i grandi temi di attualità attraverso la voce degli storici più autorevoli: testimonianze e interviste preziose che ci aiuteranno a comprendere il mondo che ci circonda. Per essere ancora una volta coerenti con il nostro slogan: scoprire il passato, capire il presente.…

access_time1 min.
il dio “scorticato” ha il suo tempio

Gli archeologi messicani avrebbero scoperto il primo tempio dedicato a Xipe Tòtec, dio mesoamericano della fertilità e della rigenerazione, che nonostante le sue competenze era tutt’altro che rassicurante. Divenuto una divinità assai diffusa durante l’Impero azteco, il dio infatti era detto “lo scorticato”e veniva raffigurato senza pelle. Unico vestito, una copertura di pelle umana, lo stesso macabro indumento che indossavano i suoi sacerdoti, che compivano cruenti sacrifici umani in suo onore. Sembra che le vittime venissero uccise in un combattimento in stile gladiatorio oppure con delle frecce, e poi scuoiate. Adorato. Xipe Tòtec era noto per raffigurazioni e racconti, ma non era mai stato trovato un tempio a lui dedicato. Ora invece nel sito Ndachjian-Tehuacán nello Stato di Puebla (parte centro-orientale del Messico), datato tra il 1000 e il 1260 d.C.,…

access_time2 min.
la tempesta che accese le micce

Tra il 2 e il 4 agosto 1972 in Vietnam – dove era in corso la guerra con gli Stati Uniti (1955-1975) – un grande numero di mine iniziò a esplodere autonomamente. Alcuni ricercatori, basandosi su documenti desecretati dagli archivi della marina degli Stati Uniti, hanno ora chiarito che quelle esplosioni furono determinate da una tempesta solare che in quei giorni investì il nostro pianeta. Si trattò di una serie di brillamenti di classe X – la più potente – che provocò un’onda d’urto verso la Terra per oltre 14 ore. In quell’occasione si verificò una detonazione quasi istantanea di dozzine di mine navali a sud di Hai Phong, nel Vietnam del Nord, avvistata da un pilota statunitense. Senza controllo. La testimonianza di un marinaio dell’epoca però sostiene che in quei…

access_time1 min.
il primo cauterizzato

Il più antico esempio noto dell’uso della cauterizzazione nel trattamento di un trauma cranico è stato trovato sulla mummia di san Davino Armeno (XI secolo), conservata a Lucca nella basilica di San Michele in Foro. Finora i riscontri su resti umani erano scarsi, nonostante esistessero molte testimonianze da parte di medici dell’epoca, bizantini e arabi, che facevano un uso frequente dei cauteri, cioè ferri roventi. Soprattutto gli islamici vi ricorrevano, seguendo le indicazioni del Corano che prescriveva di limitare la dispersione del sangue (sotto, la pratica nella miniatura all’interno di un manuale chirurgico del XV secolo). Cefalee sacre. A questo scopo venivano usati cauteri dalla punta rotonda, a oliva, quadrata o poligonale. Proprio un’impronta di quest’ultima forma è stata trovata sul cranio di san Davino, per arrestare la perdita di sangue…

help