ZINIOlogo

Focus Storia Febbraio 2021

La rivista interamente dedicata alle vicende, ai personaggi, alle curiosità che hanno caratterizzato i secoli passati. Ogni mese un numero speciale da conservare, con i grandi temi approfonditi alla maniera di Focus, per entrare nella Storia in modo diverso e avvincente.

Land:
Italy
Sprog:
Italian
Udgiver:
Mondadori Scienza S.p.A.
Frekvens:
Monthly
35,70 kr.(Inkl. moms)
250,15 kr.(Inkl. moms)
12 Udgivelser

i denne udgave

1 min
editorial

Avere in mano le chiavi del paradiso: esiste forse potere più grande? Lo sapevano bene i sovrani europei che col papa hanno sempre dovuto venire a patti. Il millenario braccio di ferro fra re e imperatori e la Chiesa è costato sangue e sofferenze. Ma la paura di perdere l’anima o il mandato divino faceva, è il caso di dirlo, miracoli: in un’Europa religiosissima, chi avrebbe obbedito a un sovrano scomunicato? La Chiesa è stata la protagonista indiscussa della storia occidentale fin dalle origini. Poi gli illuministi hanno iniziato a seminare dubbi, la Rivoluzione francese li ha messi in pratica, la nascita del Regno d’Italia ha assestato il colpo finale. Eppure anche oggi che la Chiesa poggia su uno Stato piccolissimo, il più piccolo del mondo, è presente nelle nostre…

5 min
la pagina dei lettori

Chi attacca chi? Su Focus Storia n° 168, nell’articolo “La sfida di Nasser” scrivete che Israele attacca l’Egitto: io a quell’epoca avevo 17 anni e sui giornali di allora si leggeva che l’Egitto aveva attaccato Israele. Guarda caso l’attacco avvenne di sabato, se non ricordo male, giorno sacro agli ebrei. Inoltre mi chiedo come mai Nasser avesse espulso le forze dell’Onu. Luciano Tintori FS Risponde Francesca Ghirardelli Ha ragione. Non tanto su chi abbia cominciato la Guerra dei Sei Giorni (è convincimento unanime che fu un attacco preventivo sferrato da Israele). Lei ha ragione nel ricordare come i giornali italiani, nei giorni successivi alla fatidica data del 5 giugno 1967, diedero la notizia. Nella prima pagina del Corriere della Sera (sopra), 6 giugno ’67, si legge dell’“attacco arabo concentrico” e, poco sotto, della…

focusstoriait2102_article_004_01_01
1 min
la voce della storia

I resti di due vittime dell’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. sono stati recentemente rinvenuti nei pressi di Pompei, in località Civita Giuliana. Nel nostro podcast ci spiega che cosa c’è dietro la scoperta Valeria Amoretti, antropologo fisico e responsabile del Laboratorio di Ricerche Applicate del Parco Archeologico di Pompei. L’esperta racconta anche come sono stati realizzati i calchi in gesso di questi resti, utilizzando una tecnica di 150 anni fa. E come Pompei sia uno scrigno ancora tutto da scoprire. In ascolto. Seguite il nostro podcast – curato dal giornalista Francesco De Leo – su www.focus.it/speciali/podcast-focusstoria-la-voce-della-storia e sulle principali piattaforme di podcast.…

focusstoriait2102_article_005_01_01
1 min
abbonati a focus storia digitale

Vai su www.abbonamenti.it/Storiadigitale e scopri tutte le offerte: puoi abbonarti alla versione digitale a partire da 7,99 euro per tre numeri e leggere la rivista direttamente sul tuo tablet o smartphone. Scarica gratis l’applicazione da AppStore o Google Play e porta Focus Storia sempre con te! Potrai sfogliare le copie incluse nel tuo abbonamento effettuando il login con le tue credenziali oppure acquistare un abbonamento o le copie singole direttamente dall’app, dove trovi anche gli speciali di Focus Storia: Collection, Wars, D&R e Viaggi nel Tempo.…

focusstoriait2102_article_005_02_01
1 min
il che braccato dalla cia

Che Guevara fu tradito da alcuni conoscenti e poi ucciso da soldati boliviani; tutto sotto la regia della Cia. La conferma viene dai documenti dei servizi segreti statunitensi, resi pubblici recentemente dall’Nsa nell’ambito del Digital National Security Archive della George Washington University. Il guerrigliero argentino, che era andato in Bolivia a combattere per esportare la rivoluzione socialista, fu oggetto di una serrata caccia all’uomo. La Cia aveva addestrato una squadra di agenti speciali e militari boliviani per scovare il Che, che inseguirono per ben due anni nelle foreste della Cordigliera. Senza scampo. L’intelligence americana per lungo tempo non ebbe la certezza che Ernesto Che Guevara fosse in Bolivia. A trovarlo fu Régis Debray, intellettuale francese di sinistra. Simpatizzava per i rivoluzionari, ma finì per rivelare a boliviani e statunitensi non solo…

focusstoriait2102_article_006_02_01
2 min
astri mai visti

Le oche di Ra: così si chiamava una delle costellazioni conosciute dagli antichi Egizi, di cui conosciamo il nome solo grazie al restauro del tempio di Esna, 60 km a sud di Luxor, curato da esperti dell’università tedesca di Tübingen in collaborazione col ministero del Turismo egiziano. Dedicato a Khnum, dio della creazione, il santuario, risalente a circa 2mila anni fa ha rivelato iscrizioni che descrivono rituali religiosi e raffigurazioni che conservano tuttora i colori originali. È uno degli ultimi esempi dell’antica architettura sacra di questo popolo e risale al periodo tolemaico; dell’edificio iniziale rimane però soltanto il pronao, con 18 colonne i cui capitelli raffigurano foglie di palma e di papiro, bocci di loto. Le decorazioni, per lo più incise seguendo una traccia e poi dipinte, richiesero forse due secoli,…

focusstoriait2102_article_006_01_01