ZINIOlogo
UDFORSKBIBLIOTEK
Mode
Marie Claire Italia

Marie Claire Italia Agosto - Settembre 2020

Quando l'eleganza è di moda. Una delle più qualificate riviste internazionali. Moda da sogno, shopping irrinunciabile, bellezza e benessere. Approfondimenti di attualità e interviste esclusive. Marie Claire da oltre 25 anni racconta le donne e le loro passioni con uno stile unico e inconfondibile

Læs mere
Land:
Italy
Sprog:
Italian
Udgiver:
HMC IITALIA SRL
Frekvens:
Monthly
SPECIEL: 40% di sconto sul tuo abbonamento!
KØB UDGIVELSE
26,69 kr.(Inkl. moms)
ABONNER
134,03 kr.80,41 kr.(Inkl. moms)
12 Udgivelser

i denne udgave

1 min.
mc cover

Da sinistra. Federica Sabatini indossa un tailleur di velluto di seta. Pilar Fogliati un top e una gonna di seta ricamata. Tutto Giorgio Armani. Collier "Sapphire Lace" di platino con zaffiri e diamanti, collezione Barocko Alta Gioielleria, Bulgari. Federica Sabatini @Woolcan Pilar Fogliati @Identity Communication Da sinistra. Carlotta Antonelli: giacca e tubino in seta stampata, Gucci. Orecchini di platino con smeraldi e diamanti, Bulgari. Ludovica Martino: abito di viscosa bicolore, Bottega Veneta. Collier "Festa", collezione Barocko Alta Gioielleria, Bulgari. Carlotta Antonelli @Upgradeartist Ludovica Martino: p.r. Jacopo Bistacchia Da sinistra. Camille Dugay indossa un abito di jersey stretch con scollo a cuore. Serena De Ferrari un tubino stretch a manica lunga. Tutto Dolce&Gabbana. Collana "Twist" d’oro giallo con smeraldo a goccia e pavé di diamanti, collezione Barocko Alta Gioielleria, Bulgari. Agenzia per entrambe @Other Da sinistra. Per…

2 min.
editoriale

Ci scusiamo per l’inconveniente, ma questa è una rivoluzione. Subcomandante Marcos Sarò superficiale, ma nel nostro annus horribilis, voglio cercare il bello. E viste le prove continue a cui siamo sottoposti e l’ansia sul futuro (nuovo mantra: «Vediamo cosa succede a settembre». «Ma è già qui». «Vabbè l’autunno, l’autunno sarà cruciale»), ho deciso di concentrarmi solo sul presente. Perché quello che facciamo ora determinerà il futuro. Prima cosa bella. Siamo stati a Roma a incontrare otto attrici italiane molto promettenti. Sono le protagoniste del servizio moda che celebra la bellezza della nostra capitale del cinema, dove tutto nasce e ora cerca di rinascere, con tante produzioni di film e serie tv. Ho fiducia in questa nuova generazione: zero divismo, grande impegno oltre al talento, desiderio di studiare, scrivere... Sono risolte, tormentate, ottimiste,…

3 min.
scriviamoci

POLEMICHE DOMESTICHE A proposito del pezzo di Cristina Guarinelli, pubblicato sul numero scorso di Marie Claire. Spiace vedere come un pezzo, probabilmente avviato con fini autoironici, si trasformi via via in una sorta di zappa sui piedi per le donne diventando quasi offensivo, mi si passi il termine, soprattutto per le casalinghe. Ogni passaggio è teso a evidenziare come la donna impegnata sul lavoro sia assolutamente lontana dalle faccende domestiche e da tutto quanto riguarda la gestione della casa, evidentemente affidata a cameriere o governanti. Le faccende domestiche sono una scoperta che l’autrice fa durante il lockdown, volendo farci credere di averle sinora vissute come altro da sé. Neppure Melania Trump, Kate Middleton o Lisa Lu ritengo siano così avulse dalla realtà. Ammesso - e non concesso - che la spesa…

3 min.
una bambina, un gioco da tenere segreto e le parole per raccontarlo, 37 anni dopo

Era appena calata la sera, pioveva forte. Mamma si era infilata l’impermeabile. «Dove vai mamma?». Le avevo chiesto. Si era infilata le galosce, erano rosse, con la punta arancione, all’improvviso ricordo tutto di quel giorno, tutto, eppure fino a oggi non ricordavo niente. «Esco un attimo, vado dal fruttivendolo». «Mi porti con te?». «No, dai. Non vedi quanto piove? Tanto torno subito». «Ti prego mamma, ti prego. Non andare». Mi ero aggrappata al suo collo e le avevo soffiato in un orecchio: «Ho paura». Avevo paura. «Ma paura di che cosa, sciocchina?». Era il nome più dolce con cui mi chiamava. «Lo sai che se il papà a cena non trova la frutta poi ci rimane male. E comunque c’è Gildo a casa, non devi avere paura di niente». Gildo era influenzato, e da…

3 min.
in coppia fare ciò che non ti va non è una perdita di tempo: libertà è partecipazione

È un anno strano e le vacanze ne risentono. La lunga e obbligata convivenza primaverile con la mia compagna si è tramutata in convivenza estiva senza soluzione di continuità. E sono arrivati i diverbi e lo scontento. La mia tipica lamentela, a seguito dell’ennesima iniziativa famigliare o sociale in cui ero coinvolto senza averne piacere, è Non riesco mai a fare quello che voglio. Finché lei, esaurita dal lamento, un giorno di mezz’estate ha detto solennemente: Non voglio più che tu faccia qualcosa che non vuoi. Sbam! Paralisi. Era già successo. Il giorno in cui avevo festeggiato i miei 50 anni, la seconda moglie di mio padre mi aveva detto: io ti regalo una frase, tienila a mente, da ora in poi non fare nulla che non hai voglia di fare.…

3 min.
una splendida prof delle medie, un ruvido dodicenne e tutto quel che conta

Mi ricordo che una era secca secca , cattivissima, e posteggiava sempre sbilenco il suo Maggiolino rosso; e che un’altra forse era brava ma così placida che nessuno se n’è accorto. Mi ricordo del giorno in cui ho sostituito i calzettoni coi collant, ma così spessi e bianchi che sembravo un’infermiera pazza; della volta che mi sono rotta il pollice facendo una schiacciata vincente a pallavolo e sono diventata l’eroina della II D. Poi mi ricordo che studiavo eccome, ma con finta nonchalance sennò col cavolo che il carino della classe m’invitava a mangiare il gelato. E che le medie sono volate, stritolate fra i fondativi maestri delle elementari e i temibili prof del liceo. Qualche giorno fa mio figlio, incline a una certa ruvidezza, mi manda un messaggio: è…