EXPLOREMY LIBRARY
Home & Garden
Elle Decor Italia

Elle Decor Italia Settembre 2016

Il magazine internazionale di design e tendenze, arredamento e stili di vita, architettura e arte. Un punto di riferimento prezioso per vivere in anteprima le tendenze, le novità, gli appuntamenti del design internazionale, per scoprire le più case più interessanti del mondo.

Country:
Italy
Language:
Italian
Publisher:
Hearst Magazines Italia spa
Read More
SUBSCRIBE
$23.16
10 Issues

in this issue

1 min.
09.16

Ritorno a casa. Finalmente, o con un pizzico di malinconia, ancora con l’estate negli occhi e l’entusiasmo per iniziare con un nuovo twist. Ricordando i Paesi, le culture, i luoghi e le emozioni appena vissute e già la voglia di altre scoperte. Un po’ come in questo numero, costruito pensando al mese di settembre e all’inzio di una nuova stagione fatta di novità, anteprime, storie, personaggi. Raccontando il legame fortissimo e sempre crescente fra i linguaggi dell’arte contemporanea e il mondo della decorazione; incontrando designer di talento pronti a spiccare il volo; visitando luoghi sorpendenti e città che, in pochi anni, hanno trasformato la propria immagine. Come Mexico City, megalopoli a 2.240 metri d’altitudine, che ha sfatato la fama di città off limits sviluppando un’anima contemporanea con musei all’avanguardia, locali…

6 min.
l’arte trova casa

di Filippo Romeo e Marco Tagliafierro — ha collaborato Piera Belloni Katharina Grosse — La pittura oltre i confini della tela: l’installazione site specific ‘Rockaway!’, commissionata dal MoMA PS1, è realizzata con una tecnica spray direttamente sulla struttura, un edificio a Fort Tilden, lesionato dall’uragano Sandy, che sarà demolito a fine anno. Un’operazione per celebrare la memoria, condotta evocando la forza dell’action painting. www.momaps1.org+elledecor.it thomas demand — Prende spunto dall’attualità il lavoro dell’artista tedesco che a partire da una foto tratta dai giornali la riproduce realizzandone un modello 3D, in carta, che fotografa, riportando l’immagine alle due dimensioni originarie. Come in questa ‘Junior Suite’ del 2012, versione straniante di un evento di cronaca: l’ultima cena di Whitney Houston nella stanza d’hotel dove è stato rinvenuto il corpo. www.thomasdemand.info Michael Landy — S’intitola ‘Semi-detached…

4 min.
decor/scouting

a cura di Bettina Rosso e Murielle Bortolotto 1. Sinuosa la lampada in rovere Libe S160 di Masiero, illuminazione ecofriendly a Led che abbina il cristallo, cm 160x30h, € 3.667. www.masierogroup.com2. Libreria MHC.2 disegnata da Yasuhiko Itoh nel 1959, edita oggi in 100 esemplari. Le stecche della struttura sono in iroko mentre l’esterno è in teak, della Heritage Collection di Molteni&C. www.molteni.it. 3. Ante effetto 3D per la madia Cubric in noce canaletto di Riflessi, handmade. www.riflessi.it. 4. Piano in vetro e base scultorea per il tavolo che si allunga Segno 72, di Pininfarina per Reflex, da cm 160 a cm 300, www.grupporeflex.com. 5. Direttamente dall’Amazzonia, le texture Piaçava e Pirarucu ideate dai Fratelli Campana per il brand emiliano Alpi, per rivestire le pareti. www.alpi.it.…

3 min.
craft industriale

di Paola Carimati — ritratto di Andrew Meredith Quartiere Hackney Central, East London. È qui, al Post Office, lo studio di Philippe Malouin, che si lavora sodo. Con il progettista canadese, trapiantato dal 2009 nel Regno Unito, 5 collaboratori. Un passato appena trascorso che lo ha consacrato tra i designer internazionali più talentuosi e un futuro a venire ricco di appuntamenti e sfide. “In occasione della London Design Week 2016 presento una versione colorata degli sgabelli Ace, realizzati per l’omonimo hotel. Siamo anche concentrati su una grande installazione per la prossima edizione di Design Miami, così come su nuovi prodotti per il Salone del Mobile di Milano e per ICFF di NY”. Philippe è un giovane uomo di 36 anni consapevole e determinato nel perseguire la professione con coerenza. Vanta una…

4 min.
cristina celestino

foto di Helenio Barbetta/living inside — testo di Paola carimati Nel living di Madame Celestino alla ricerca di rari ninnoli e vezzi d’antan. Un viaggio nel tempo per riscoprire come il presente rilegge il passato Milano, zona città Studi, interni di un edificio anni Cinquanta. È qui che incontriamo Cristina Celestino, designer di spicco della nouvelle vague italiana. Classe 1980, un compagno e una bimba, Bianca, si trasferisce in questo appartamento al quarto piano lo scorso anno. “Prima abitavamo in una casa dei primi del Novecento: pianta tagliata in ambienti piccoli e raccolti, soffitti alti e stucchi alle pareti”, racconta Celestino. Qui, in questi nuovi 160 mq, l’atmosfera è tutta un’altra cosa: dal disimpegno all’ingresso, l’affaccio da una parte sull’ampio living immerso nella luce e dall’altra sulla zona notte e di servizio,…

7 min.
vivere in un’icona

di Valentina Raggi Edifici esclusivi — Dagli Stati Uniti al vecchio continente, fashion icon, architetti e collezionisti sono i fortunati padroni di casa Ville aperte al pubblico — Sono sedi di fondazioni, luoghi di mostre e scenografia d’eccezione per il cinema. Residenze di carattere con una nuova destinazione Capolavori in vendita — Riqualificati da lungimiranti real estate, messi all’incanto da case d’asta, contesi da agenzie immobiliari internazionali Architetture icona — Hanno segnato la storia del progetto, in tutto il mondo, firmate Lautner, Wright, Prouvé, Breuer, Le Corbusier Abitare in una casa di Frank Lloyd Wright, Oscar Niemeyer, Gio Ponti e colleghi è possibile. A volte non serve essere milionari. Sul web ci sono architetture del gotha del modernismo in vendita o in affitto, a cifre più o molto meno accessibili. Altre, per fortuna, sono diventate…