ZINIO Logo
EXPLORARMI BIBLIOTECA
Elle Decor Italia

Elle Decor Italia Dicembre 2020/Gennaio 2021

Añadir a favoritos

Il magazine internazionale di design e tendenze, arredamento e stili di vita, architettura e arte. Un punto di riferimento prezioso per vivere in anteprima le tendenze, le novità, gli appuntamenti del design internazionale, per scoprire le più case più interessanti del mondo.

Leer Más
País:
Italy
Idioma:
Italian
Editor:
Hearst Magazines Italia spa
Periodicidad:
Monthly
COMPRAR NÚMERO
3,99 €(IVA inc.)
SUSCRIBIRSE
21,99 €(IVA inc.)
10 Números

en este número

1 min.
12/01 [dettagli privati]

Dall’architettura agli interni, dalla scelta degli arredi alla selezione di materiali e oggetti, fino al particolare più piccolo, ma essenziale. É con questa attenzione, a tutte le scale del progetto, che da sempre cerchiamo, individuiamo e raccontiamo le case di Elle Decor Italia. Una modalità espressa al meglio in questo numero, a partire dal progetto totale firmato Vincenzo De Cotiis, presentato nella nostra cover: una villa nei dintorni di Milano dove macro e micro coesistono senza soluzione di continuità, nella dimensione dell’edificio e nello spazio interno, nel disegno degli arredi e nella definizione di ogni dettaglio. Il risultato è una residenza concepita come un’opera d’arte, espressione dell’identità del progettista ma anche di precisi desideri della committenza. Un tema confermato anche dalle altre storie del magazine, nelle quali abbiamo ritratto architetti,…

1 min.
[1] sir david chipperfield firma l’allestimento della collezione torlonia

Un percorso unico nel quale bronzi, sculture in marmo e bassorilievi di epoca greco-romana sfilano in una sequenza di rara suggestione. Si tratta dell’allestimento, firmato David Chipperfield Architects Milano, l’atelier di progettazione con base in Italia del grande architetto inglese, per la mostra ‘I Marmi Torlonia. Collezionare Capolavori’, storica raccolta ospitata a Villa Caffarelli, parte dei Musei Capitolini. “L’allestimento prende ispirazione dall’evoluzione della collezione nel tempo. Ogni sezione è caratterizzata da colori diversi che rimandano a precedenti ambientazioni espositive, mentre un sistema di plinti variabili esprime la varietà e la dimensione delle sculture”, spiega Chipperfield. Il pavimento delle stanze è stato sostituito per l’occasione da una superficie in mattoni scuri, citazione delle costruzioni romane, che diventa basamento, piedistallo, sostegno espositivo delle opere, sottolineate in ogni ambiente da uno sfondo cromatico…

1 min.
[2] l’orologio fantasmatico disegnato da formafantasma

Un oggetto misterioso che rimanda agli orologi da tasca d’epoca, reinterpretato in chiave totalmente innovativa, all’insegna del rigore e di un’essenzialità iper concettuale. Parliamo di True Square Formafantasma, ultima creatura di Rado, brand svizzero specializzato in segnatempo in ceramica hi-tech, progettato da Andrea Trimarchi e Simone Farresin. “Volevamo realizzare un orologio che enfatizzasse le qualità del materiale e le sue possibili applicazioni. Non volevamo che la ceramica somigliasse al metallo o a qualsiasi altro composto, ma che sembrasse quasi nuda. Il progetto fa anche riferimento a certi orologi di un tempo, con un coperchio e una piccola apertura per consentire un rapido sguardo al quadrante”. Oltre un anno di lavoro, in stretto contatto con il dipartimento di ricerca e sviluppo, ha dato vita a un gioiello da polso affascinante, caratterizzato…

1 min.
[3] il meglio del bel paese visto con gli occhi dell’arte

Fare rete, l’abbiamo finalmente capito, è l’atteggiamento migliore per progredire e dar vita a progetti unici. Così la scorsa primavera, in pieno lockdown, Lorenzo Fiaschi di Galleria Continua e Pepi Marchetti Franchi di Gagosian hanno ideato ‘ITALICS - Art and Landscape’. “Il nostro obiettivo è di mantenere vivo l’interesse verso il territorio italiano creando nuove relazioni per rafforzare — anche se a distanza, per il momento — rapporti privilegiati con il nostro pubblico. Facendo rinascere il desiderio di viaggiare nel nostro Paese”, spiegano gli autori del progetto. In un attimo hanno aderito oltre 60 gallerie d’arte italiane, per la prima volta riunite. Tra queste Massimo De Carlo, Kauffman Repetto, Massimo Minini, Franco Noero. La piattaforma si compone di sito web, profilo Instagram e newsletter (in italiano, inglese e cinese) in…

1 min.
[4] i ritratti del cuore di gastel finiscono in un libro

200 volti notissimi e meno noti, da Obama a Ettore Sottsass passando per Bebe Vio, Roberto Bolle, Rossana Orlandi, Michele De Lucchi, Jovanotti, Lapo Elkann e De Gregori (e c’è anche Murielle Bortolotto, nostra collega a Elle Decor). Di ‘The People I Like’, di Giovanni Gastel, appena pubblicato da Skira, si potrebbe dire che racchiude il meglio dei ritratti del grande fotografo, ma questo lo farebbe sembrare uno sgarbo nei confronti degli (innumerevoli) esclusi. Più correttamente allora, come spiega lui stesso, “racconta il mio mondo, le persone che mi hanno trasmesso qualcosa, insegnato, toccato l’anima”. Difficile però, spiega il curatore Uberto Frigerio, selezionare le immagini: scelta dura, sofferta, “abbiamo dovuto lasciare fuori bellissime foto e bellissime persone, amici e artisti”. Una curiosità: all’inizio della sua carriera, 40 anni fa, Giovanni…

1 min.
[5] in bianco e nero, scatti d’architetto per un’opera d’arte totale

La prima monografia di Jonas Bjerre-Poulsen, ‘The Reinvention of Forms’, è una raccolta in cui il fotografo-architetto danese (in forze allo studio Norm) reinventa le forme che lo circondano trasformandole in immagini luminose, creando accostamenti enigmatici che invitano lo spettatore a fermare lo sguardo su ogni scatto, cercando di immaginare cosa c’è oltre i fotogrammi in bianco e nero di ciascuna composizione. Architettura e natura: sfumati i confini tra i corpi (o parti di essi) e i luoghi che li ospitano, di pagina in pagina la tensione è crescente. Soggiogato da una fascinazione assoluta per le forme sferiche, Bjerre-Poulsen rende i dettagli con tale cura e attenzione che sembra quasi di poter toccare questi oggetti (ed esseri viventi) dall’estetica minima che non scende mai sotto il livello di ciò che…