DÉCOUVRIRBIBLIOTHÈQUE
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
DÉCOUVRIRBIBLIOTHÈQUE
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Art et Architecture
AD ItaliaAD Italia

AD Italia

Marzo 2019

È la rivista delle case più belle del mondo: ogni mese AD propone una panoramica dettagliata delle tendenze e delle innovazioni più originali nel campo dell’arredamento, del design, dell’architettura e dell’arte

Pays:
Italy
Langue:
Italian
Éditeur:
Edizioni Condé Nast S.p.A.
Lire pluskeyboard_arrow_down
J'ACHÈTE CE NUMÉRO
4,89 €(TVA Incluse)
JE M'ABONNE
19,62 €(TVA Incluse)
11 Numéros

DANS CE NUMÉRO

access_time2 min.
editoriale.

Ettore Mocchetti e Vittorio Sgarbi ritratti in un recente evento della Regione Marche che annunciava il grande ciclo celebrativo dedicato nel 2020 a Raffaello Sanzio di Urbino nel 500° della sua morte. Entrambi hanno esternato la propria ferma volontà di contribuire al successo delle manifestazioni. di passaggio nella rinverdente collina di Versilia in questi giorni di cielo blu crudo e di profumi di assenzi che paiono il respiro degli dei, con il mare corazzato d’argento (copyright Albert Camus) all’orizzonte, mi è risalito alla memoria un frammento di Gesualdo Bufalino che fa circa così: «Eppure un guizzo solo di primavera basta a mutare in piani di esaltata Arlecchina queste ostinate gramaglie dell’inverno». Ecco, da qui è nato il titolo di questo marzolino numero di AD : “It’s Spring”, È…

access_time1 min.
open mind

CULTURA VIVA L’importanza del genio. La bellezza salverà il mondo? si legge nell’Idiota di Dostoevskij. Chi lo sa. Certo è che l’immenso lascito artistico di Raffaello Sanzio ha reso il nostro più degno di essere vissuto. Ce ne accorgeremo l’anno possimo quando nelle sue Marche natie e nel mondo tutto se ne celebrerà il genio supremo a 500 anni dalla morte. L’OPINIONE La terra vi sia lieve Due big della creatività se ne sono andati in questi giorni lasciandoci un grande vuoto dentro. Due amici veri di AD : Alessandro Mendini e Karl Lagerfeld. Ne abbiamo seguito la storia e pubblicato progetti e dimore. E ne parleremo ancora. La copertina. Nella foto: nel living di una casa di Utrecht poltroncina in velluto rosa cipria Kate di…

access_time2 min.
in questo numero.

CARL RENAULT E ALEXANDRA SELIG Hanno fondato il loro studio di interior design nel 2014. Il loro stile attraversa le epoche lontano dai diktat della moda, in cerca dell’armonia data dal senso di benessere e comfort, senza scendere a compromessi con l’estetica. Un luogo contemporaneo in Francia? «L’architettura fantasmagorica della torre dell’Arbre Blanc a Montpellier dà l’impressione di fluttuare tra il cielo e il mare con i suoi grandi balconi sospesi nel vuoto». BARBARA CORSICO Torinese, architetto, lavora come fotografa freelance tra Torino, Milano e Dublino ed è stata premiata in Gran Bretagna come miglior fotografo di architettura straniero. Pubblica su riviste nazionali e internazionali. Il design irlandese più interessante? «Quello dell’Irish Design Shop, fondato da due orafe e specializzato in artigianato, poi…

access_time3 min.
esercizi di stile a notting hill

la facciata della casa londinese, che risale al 1860. Davanti all’ingresso è parcheggiata la Land Rover Defender 110 di Colin Radcliffe. Rigoroso. il soggiorno a pianterreno. Il divano modulare poggia su un tappeto vintage, il pavimento è in quercia. Il lampadario e le applique sono di Friedl Bakalowits. un tavolo basso Eros di Angelo Mangiarotti nel soggiorno che si affaccia sul giardino. Tocchi vintage. lo studio di Colin Radcliffe. Scrivania Terni di Ico Parisi per MIM degli anni ’50. Sulle pareti, un disegno di Lucio Fontana e un orologio di Rolex. Lampada Fontana Arte. (KATE MARTIN/LIVING INSIDE) la cucina al piano inferiore. Tavolo e panche su disegno, sedie di Pierre Jeanneret. Il lampadario in vetro è di Venini, degli anni ’40. Nel corso degli anni Angela e Colin Radcliffe,…

access_time2 min.
il gusto della corsica

La branche de Murtoli. L’amuse-bouche esalta i prodotti del posto. Su un tronchetto d’ulivo decorato con foglie di felce, da destra: Coni croccanti alla crema di peperoni, Mezze sfere d’arancia rossa, Lecca lecca di tonno con bottarga grattugiata e fiori selvatici. (BRUNO MAYOR. ©PHILIPPE VAURÈS) C’è chi, tra i grandi cuochi parigini, deve accontentarsi di un orto sui tetti; chi, come Alain Ducasse, coltiva primizie nel Jardin de la Reine del Castello di Versailles a lui gentilmente concesso; e chi, come Mathieu Pacaud, chef patron di Divellec e Apicius in città, a un certo punto decide di procurarsi un eden di 2.500 ettari in Corsica tra Ajaccio e Bonifacio, dove si coltivano frutta e verdura, si raccolgono la nepitella e il timo selvatico, si fanno il miele, l’olio,…

access_time1 min.
who’s who

Mathieu Pacaud, figlio di Bernard, 3 stelle ininterrotte dal 1988 a L’Ambroisie di Parigi, ha scelto l’indipendenza aprendo con grande successo, sempre a Parigi, Divellec e Apicius. Dal 2016 è responsabile della Table de la Ferme al Domaine de Murtoli, una stella, nella Corsica del Sud e, dall’anno scorso, de L’Ambroisie a Macao, all’interno del Grand Hotel The 13, considerato il più costoso del mondo. murtoli.com ■…

NUMÉROS RÉCENTS

help