DÉCOUVRIRBIBLIOTHÈQUE
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Art et Architecture
AD ItaliaAD Italia

AD Italia Ottobre 2018

È la rivista delle case più belle del mondo: ogni mese AD propone una panoramica dettagliata delle tendenze e delle innovazioni più originali nel campo dell’arredamento, del design, dell’architettura e dell’arte

Pays:
Italy
Langue:
Italian
Éditeur:
Edizioni Condé Nast S.p.A.
Lire pluskeyboard_arrow_down
J'ACHÈTE CE NUMÉRO
4,89 €(TVA Incluse)
JE M'ABONNE
19,62 €(TVA Incluse)
11 Numéros

DANS CE NUMÉRO

access_time2 min.
editoriale.

sul red carpet della Mostra del Cinema di Venezia, Ettore Mocchetti e Catherine Alix-Renier, Ceo di Jaeger-LeCoultre, celebre Maison orologiera che dell’evento è stata tra i main sponsor. Elegantissima, la signora indossa un Joaillerie 101 Feuille, l’orologio-gioiello di cui si racconta a pagina 60. una volta, negli anni ’30, John Knittel, autore di romanzi tosti come Via Mala e Il sogno di Amédée, osservò che «IL CONTEMPORANEO non è un tempo né una forma, è piuttosto un sentire. Si può essere moderni pure immersi nel passato, o tradizionisti frequentando i modi del presente». Tale sentenza fotografa lo spirito di questo numero di AD in cui si racconta di CASE MODERNISSIME anche quando si vestono di colti rimandi storici o popolari. A Torino, per esempio, in uno spazio ritmato…

access_time1 min.
open mind

La copertina. Nella foto: Londra, quartiere Belgravia: il patio di una terrace house ristrutturata. Modernismo e Neoromanticismo si fondono. QUEL GENIO DI GIO Noi e gli altri. Autunno Gio Ponti. A Grand Basel ha debuttato Diamante , l’auto da lui disegnata nel 1953, mentre Parigi gli dedica una maxiretrospettiva. Ma perché debbono essere gli altri e non noi a celebrare il nostro più grande progettista del cc secolo? (©SEBASTIANO PESSINA) LO SAPEVATE CHE? Ispirazione per un matrimonio. Ci avete fatto caso? Fedez e Chiara Ferragni per la location delle loro nozze hanno scelto la Dimora delle Balze a cui AD aveva dedicato la copertina e un servizio nel settembre 2017. Auguri di tanta felicità. ■…

access_time2 min.
in questo numero.

PAOLA BURATTO CAOVILLA Nata e vissuta nel mondo delle scarpe, da sempre scrive, dipinge (è discendente del pittore Giovanni Battista Piazzetta) e fotografa. Cittadina del mondo, viaggia portando in giro il suo credo: “Life is beautiful”. È autrice di 6 libri, l’ultimo dei quali è My fashionable Venice (Mondadori Electa). Una mostra di pittura da non perdere? «“Tintoretto 1519-1594” a Palazzo Ducale, a Venezia, per incantarsi davanti alle sue tele e alle sue scelte di colore in una cornice che è già da sola una meraviglia». STEFANO DORATA Architetto e designer di fama mondiale, si è confrontato con i progetti più vari, dalla villa all'hotel, allo chalet. Ha pubblicato il libro Case by Stefano Dorata (Gangemi). Il design più interessante a Londra? …

access_time3 min.
la vista infinita

Dettagli di stile . 1. Sul terrazzo, poltrona Tosca Club Chair di Tribù e sedia di Manutti. 2. Nel soggiorno, divano Shanghai Tip di Moroso, poltrona Yale di MDF Italia, tavoli Dylan Farrell, sgabello LuMu Interiors, lampada Aballs di Hayon Studio, vaso Hub Furniture. Alla parete, opere di Evan Macleod. 3. Console di Nina Maya Interiors, lampada a muro Inlite, fotografia di Trevor Mein. (FELIX FOREST/LIVING INSIDE) 4. Il divano di Nina Maya Interiors è rivestito con tessuti Dedar. 5. Nina Maya siede sulla Slow Chair di Ronan & Erwan Bouroullec per Vitra; tavolino Classicon, lampada di Alvar Aalto per Artek. Alla parete, fotografia di Chris Warnes. Non ci sono dubbi: ogni cosa qui racconta un desiderio di equilibrio. «Ciò che amo di questa casa…

access_time1 min.
gusti dell’altro mondo

Verdure spaziali. il piatto: indivia, geranio ghiacciato, coregone, alghe oceaniche disidratate, olio di semi di zucca, uva spina, crema di mandorle affumicate. il Vespertine Building, progetto di Eric Owen Moss. (ANNE FISHBEIN) Tra le esperienze gastronomiche che un curioso della cucina può concedersi, dalle sferificazioni create da Ferran Adrià all’immersive dinner digitale dell’Ultraviolet di Shanghai, ne manca una: il pranzo che gli verrà offerto dagli extraterrestri il giorno in cui atterrerà su Marte o Giove o Plutone. Considerando i milioni e i miliardi di chilometri che separano il nostro pianeta da quelle destinazioni potreste sentirvi un po’ scoraggiati. Ma a torto. A Culver City, a metà strada tra Santa Monica e Beverly Hills, cittadina fatta di studi cinematografici rottamati, Jordan Kahn, chef di talento inquieto, pupillo del provocatorio Grant Achatz…

access_time1 min.
who’s who

Jordan Kahn è nato a Savannah, Georgia. Il suo stile fantasioso ed estremo si è formato da Per Se a New York e da Alinea a Chicago come pastry chef. Da cuoco-patron ha aperto Red Medicine a Los Angeles, cui è seguito Destroyer, “comfort food” con un twist particolare. Nel 2017 è stata la volta di Vespertine, la destinazione gastronomica più discussa di Los Angeles. vespertine.la ■…

help