Elle Decor Italia

Ottobre 2021

Il magazine internazionale di design e tendenze, arredamento e stili di vita, architettura e arte. Un punto di riferimento prezioso per vivere in anteprima le tendenze, le novità, gli appuntamenti del design internazionale, per scoprire le più case più interessanti del mondo.

Pays:
Italy
Langue:
Italian
Éditeur:
Hearst Magazines Italia spa
Fréquence:
Monthly
3,92 €(TVA Incluse)
21,58 €(TVA Incluse)
10 Numéros

dans ce numéro

1 min
elledecor.it

Le novità dai saloni nautici Siamo stati a Cannes, Genova e Monaco per salire a bordo delle nuove barche — dai piccoli natanti ai superyacht —, intervistare i progettisti e raccontare i nuovi trend. DIGITAL EDITION Puoi sfogliare Elle Decor Italia anche su tablet, smartphone e dispositivi Kindle Fire. Disponibile su App Store, Google Play e Amazon App-shop anche in versione full English Instagram Garden House: la casa firmata dallo studio iberico Hanghar con un poetico giardino di cemento. Nel parco nazionale di Dovrefjell, in Norvegia, il nuovo osservatorio di Snøhetta dedicato alle renne selvatiche. Bring London Together: Yinka Ilori colora le strade della città in occasione del London Design Festival.…

f0030-01
1 min
10.21 [la casa fluida]

Una casa nella quale gli ambienti sono totalmente connessi tra loro, visivamente, ma anche dal punto di vista delle funzioni: libere, intercambiabili, flessibili. É la modalità di abitare di oggi e di domani, sperimentata negli ultimi anni di ‘residenza forzata’ e sviluppata negli interni dalle star del progetto. Un’idea che abbiamo presentato, durante la scorsa edizione della Milano Design Week, nella mostra-installazione ‘La casa fluida’, con l’interior design firmato Elisa Ossino Studio e il progetto del verde di Marco Bay. Si tratta di un nuovo modo di vivere lo spazio domestico che proponiamo anche nelle case di questo numero. Negli ambienti in sequenza di un’abitazione milanese degli Anni 30, dove librerie a giorno svolgono la funzione di diaframma. Negli open space di grandi dimensioni, per ospitare liberamente maxi opere d’arte,…

1 min
[1] arte e design salgono al colle. il quirinale aggiorna il look

L’orologio ha ripreso a scandire il tempo, recuperando in tre anni un vuoto di decenni. Con il progetto ‘Quirinale contemporaneo’, curato dall’architetto Renata Cristina Mazzantini, partito nel 2019 e arrivato quest’anno alla terza edizione, si è realizzata l’idea di integrare lo straordinario patrimonio culturale del Palazzo, ricco di arredi storici di epoca pontificia e sabauda, con opere del presente, per testimoniare la continuità del talento creativo italiano nel periodo repubblicano. A decorare le sale, nella loro nuova veste, pitture e sculture dei maggiori autori del XX e XXI secolo, nomi come de Chirico e Vedova, Burri e Fontana. Ma anche il linguaggio del design, recepito come forma d’arte concettuale e democratica, ha trovato ascolto tra le stanze del Presidente, restituendo forma e comfort alle sedute da cerimoniale, illuminando tavoli di…

f0035-01
1 min
[2] la natura si trasforma: in una installazione fatta di dati e algoritmi

Tutto gira attorno alla natura e a quella sua straordinaria capacità di evolversi, nonostante tutto. Parte da qui, da questo continuo desiderio di rinascita, la scultura multimediale firmata dall’artista turco Refik Anadol per celebrare la metamorfosi infinita dell’icona Serpenti di Bulgari. Dimenticate però pittura, marmo o frame video. L’opera, in scena a Milano, è realizzata con l’Intelligenza Artificiale e prende vita grazie a sculture dinamiche in 3D create da un traffico di dati. Refik è partito da 200 milioni di immagini della natura e le ha trasformate in una sinfonia visiva. “L’idea di metamorfosi è fonte d’ispirazione”, ci spiega l’artista che da anni vive a Los Angeles. “La macchina registra colori e strutture della natura in un flusso continuo e li riproduce in altre forme. Così trasformo l’invisibile in visibile”.…

f0037-01
1 min
[3] 100 anni di ceramica in un colorato archivio d’autori. aperto a tutti

“Qui è esposto tutto. Settemila pezzi, quasi tutti unici”, dice l’architetto Luca Cipelletti, che ha convertito un’antica area della fabbrica di ceramiche, 1.500 mq, nell’Archivio Museo Bitossi a Montelupo Fiorentino. “Ho mantenuto inalterati gli elementi industriali, sono la memoria storica. Una sequenza di ripiani in abete crea un layout a spartito, enfatizzato da un neon di Studio Pasetti Lighting”. A curare l’allestimento, Porzia Bergamasco, esperta di design e firma di Elle Decor: “L’iter è cronologico. Gli oggetti esposti in primo piano sugli scaffali sono ‘episodi’: emblematici della progressione delle tecniche e del cambiamento del gusto dagli Anni 40 a oggi. Sullo sfondo, in armonia visiva, l’insieme del grande patrimonio, ordinato con precisione storica da Marina Vignozzi Paszkowski, responsabile dell’archivio”, spiega. Nel montacarichi si scopre ‘Il dormiente con il coccodrillo’ di…

f0039-01
1 min
[4] una manifestazione itinerante che parte da una villa di gio ponti

Genius Loci è una nuova kermesse, ‘viaggiante’, che mette in scena i lavori di maestri ed emergenti, dall’arte al design di ricerca, ideata dalla scrittrice e curatrice Marion Vignal. La prima edizione inaugura, con il patrocinio dell’Ambasciata Italiana, nella suggestiva villa L’Ange Volant disegnata da Gio Ponti nella campagna fuori Parigi. La location, che da sola vale la visita, è l’unica architettura di Ponti in Francia. Progettata tra il 1925 e il 1927, dalla struttura alle maniglie, per la famiglia Bouilhet (eredi Christofle), nelle colline di Garches, e di recente restaurata, è una villa all’italiana che il maestro chiamò ‘angelo volante’ in onore di Cupido: durante la costruzione, infatti, qui si incontrarono sua nipote, Carla Borletti, e Tony Bouilhet, figlio del committente. Le palette e le forme pontiane oggi vengono…

f0041-01