探索我的图书馆
科学
Focus Italia

Focus Italia Febbraio 2020

Focus approfondisce temi di grande attualità: scienza e natura, tecnologia e comportamento, cultura e misteri, medicina ed economia, storia ed ecologia, innovazione. Soddisfa la curiosità dei suoi fedeli lettori suscitando emozione e interesse anche attraverso immagini spettacolari ed esclusive. Si avvale di scienziati, ricercatori, tecnici ed esperti di fama mondiale. Lo stile chiaro e diretto permette di raggiungere tutti e di far conoscere il mondo in modo divertente e sempre più coinvolgente. Focus stimola la tua voglia di sapere e soddisfa anche le curiosità che non sapevi di avere!

国家:
Italy
语言:
Italian
出版商:
Mondadori Scienza S.p.A.
出版周期:
Monthly
阅读更多
购买期刊
HK$26.60
订阅
HK$212.65
12 期号

本期

1
focus realtà aumentata

SCARICA LA APP Vai sul tuo store (App Store o Google Play) e cerca la app gratuita Focus Realtà Aumentata; scaricala e aprila. Se l’avevi già fatto per i numeri scorsi, basta aggiornarla. INQUADRA LA PAGINA Dove trovi l’immagine qui a fianco, c’è un contenuto in realtà aumentata: video, foto a 360°, test, modelli 3D e tanto altro. Inquadra la pagina con la app, che attiva la fotocamera di smartphone o tablet. E goditi lo spettacolo (più a destra, i contenuti di questo numero). DA SAPERE • La app ti mostra i contenuti in realtà aumentata di Focus in edicola. Per vedere quelli dei numeri precedenti, seleziona il numero nel menu della app, in alto a sinistra sullo schermo. • Per vedere alcuni contenuti può essere necessario che sia attiva una costante connessione dati cellulare o…

3
come è fatto un alieno

Dimenticate il dito di E.T. che indica il cielo mentre dice: «Telefono, casa». O le note musicali con cui parliamo agli extraterrestri in Incontri ravvicinati del terzo tipo. Dimenticate il gigante di ferro dell’omonimo cartone animato e quello di Ultimatum alla Terra, curiosa e pacifista pellicola di fantascienza del 1951 che ho da poco rivisto. I veri alieni presumo non somiglino ad alcuno di quelli rappresentati nei film appena citati. E, probabilmente, non riuscirebbero a decifrare le placche fissate cinquant’anni fa sulle sonde Pioneer che stanno vagando nel buio, fuori dal Sistema solare. In quelle placche sono raffigurati un uomo e una donna nudi, con alcune indicazioni per identificare il pianeta dove vivono e da cui sono partite le sonde. Sai mai che qualcuno volesse venirci a trovare... Ma provate a…

1
leggete e moltiplicatevi

Arrotolate una copia di Focus, fatene un cannocchiale e guardateci dentro. Davanti a voi appariranno animali, tecnologie, ricercatori, medici e le tante scommesse che l’essere umano intraprende; in basso i fondali marini o il nocciolo rovente della Terra; se poi lo userete come telescopio vedrete Marte, le stelle e lo spazio profondo; come microscopio vi mostrerà molecole, batteri, virus e medicine. La straordinarietà di un giornale scientifico è questa: ti porta ovunque. Eppure la lettura è un’abitudine che tendiamo a perdere, convinti di poterci tenere aggiornati con tre righe di notizie su un cellulare, col passaparola o con i social. Non basta. Non basta a chi vuol davvero sapere, osservare, capire, ragionare. E non basta a noi che vogliamo raccontarvi il sapere e raccontarvelo bene. Focus ha numeri da primato,…

2
parassita horror

A prima vista, quella nella foto potrebbe sembrare una scultura di neon, un po’ come la grande struttura di Lucio Fontana conservata al Museo del Novecento di Milano. Invece no. È una cosa decisamente schifosa, che pare uscita da un film fanta-horror: un parassita tipo Alien, che si sviluppa dentro la sua vittima. Il “vermone” qui a sinistra infatti si annida, arrotolato, nel corpo dell’ospite. E ne controlla la mente: l’obiettivo è portare la vittima a cadere in acqua, dove annegherà. A quel punto il parassita può emergere all’esterno e riprodursi in un ambiente acquatico, dove la sua progenie può prosperare... Si tratta di un nematode della famiglia Mermithidae, che si trovava nell’insetto che vediamo tagliato a metà. Tiriamo pure un sospiro di sollievo: in un film le vittime saremmo…

1
se le mascotte “traslocano”

Il Minnesota ha scelto la strolaga maggiore, il cui tipico “lamento” echeggia nei laghi dello Stato, nel Nord degli Usa. La Georgia invece ha voluto come simbolo il mimo rossiccio; Iowa e New Jersey, il cardellino d’America. Come questi, anche gli altri Stati degli Usa hanno designato ufficialmente il loro “uccello nazionale”. Peccato che ora anche nella scelta dei simboli si debba fare i conti con il riscaldamento globale. Una ricerca della National Audubon Society (Usa) ha infatti evidenziato che il territorio statunitense raggiunto da questi uccelli cambierà, nei prossimi anni, a causa del riscaldamento e di altri fattori legati al cambiamento climatico. Simboli. E vari Stati potrebbero essere abbandonati dai loro uccelli-simbolo (tra cui quelli nelle foto), almeno in una stagione, in uno scenario con un aumento di temperatura di…

1
dentature preistoriche

La Fatina dei denti, ai tempi dei dinosauri, avrebbe speso un patrimonio. Mentre noi umani cambiamo un solo “set” nella vita, i dinosauri sostituivano i loro denti in continuazione (come accade a molti animali, dagli squali ai coccodrilli). Rimpiazzi. Michael D’Emic, della Adelphi University (Usa), ha calcolato ogni quanti giorni avveniva, in media, il ricambio di un dente nei carnivori Majungasaurus, Ceratosaurus e Allosaurus. Il “turnover” più frequente era in Majungasaurus crenatissimus: i suoi denti erano sostituiti ogni 56 giorni. D’Emic pensa che avesse bisogno di continui rimpiazzi, perché rompeva le ossa delle prede. Un record tra i carnivori analizzati nello studio e in precedenza (per il Tyrannosaurus rex erano stati calcolati 777 giorni). Ma non rispetto agli erbivori, che usuravano i loro denti mangiando grandi quantità di piante: Diplodocus rimpiazzava…