探索我的图书馆
科学
Focus Italia

Focus Italia Maggio 2020

Focus approfondisce temi di grande attualità: scienza e natura, tecnologia e comportamento, cultura e misteri, medicina ed economia, storia ed ecologia, innovazione. Soddisfa la curiosità dei suoi fedeli lettori suscitando emozione e interesse anche attraverso immagini spettacolari ed esclusive. Si avvale di scienziati, ricercatori, tecnici ed esperti di fama mondiale. Lo stile chiaro e diretto permette di raggiungere tutti e di far conoscere il mondo in modo divertente e sempre più coinvolgente. Focus stimola la tua voglia di sapere e soddisfa anche le curiosità che non sapevi di avere!

国家:
Italy
语言:
Italian
出版商:
Mondadori Scienza S.p.A.
出版周期:
Monthly
阅读更多
购买期刊
HK$26.60
订阅
HK$212.65
12 期号

本期

1
focus realtà aumentata

SCARICA LA APP Vai sul tuo store (App Store o Google Play) e cerca la app gratuita Focus Realtà Aumentata; scaricala e aprila. Se l’avevi già fatto per i numeri scorsi, basta aggiornarla. INQUADRA LA PAGINA Dove trovi l’immagine qui a fianco, c’è un contenuto in realtà aumentata: video, foto a 360°, test, modelli 3D e tanto altro. Inquadra la pagina con la app, che attiva la fotocamera di smartphone o tablet. E goditi lo spettacolo (più a destra, i contenuti di questo numero). DA SAPERE • La app ti mostra i contenuti in realtà aumentata di Focus in edicola. Per vedere quelli dei numeri precedenti, seleziona il numero nel menu della app, in alto a sinistra sullo schermo. • Per vedere alcuni contenuti può essere necessario che sia attiva una costante connessione dati cellulare o…

5
sfida al virus

Il mio corpo lo sapeva ma io non lo avevo ancora capito. Un inspiegabile indolenzimento alle ossa non era prova sufficiente che il virus della Covid-19 fosse dentro di me. Appena ventiquattro ore dopo, però, la battaglia infuriava. Dolori lancinanti alla schiena, febbre fino alla soglia dei 39 gradi, mal di testa, un’eruzione cutanea sul torace, qualche colpo di tosse, alterazione dei sapori. Ero sotto attacco. Ogni anno faccio il vaccino antinfluenzale e un po’ di febbre ci può scappare, ma quel quadro clinico andato avanti per dieci giorni abbondanti non aveva niente di già visto. Credo dunque di essere stato colpito dal nuovo coronavirus e come me lo credono il mio medico curante e altri medici con cui mi sono confrontato. Dico credo perché faccio parte di quell’esercito di contagiati…

1
linguaccia mia...

Ne uccide più la lingua che la spada, dice il detto. I camaleonti prendono la cosa in modo letterale, usando la loro lunga lingua per catturare le prede. Questa immagine ha colto proprio l’attimo vincente – per il camaleonte, per la preda meno – in cui il rettile acchiappa una libellula, stando agganciato a uno stelo con la coda prensile. I camaleonti sono noti per la loro capacità di cambiare colore: è presente in alcune delle 202 specie, per lanciare segnali, come reazione a condizioni ambientali o per mimetizzarsi. Ma questi rettili hanno altre caratteristiche curiose, come gli occhi che si muovono indipendentemente uno dall’altro e si possono fissare su due punti diversi, o i “piedi” a forma di pinza per spostarsi nella vegetazione. E poi c’è appunto la lingua,…

1
i fiori in numeri

MILIONI DI ANNI 174 L’età di Nanjinganthus dendrostyla, il primo fiore di cui abbiamo trovato tracce fossili 485 KM ERA LUNGO IL SENTIERO DI PETALI DI FIORE REALIZZATO E PERCORSO IN THAILANDIA DA 1.130 MONACI BUDDISTI TRA IL 2 E IL 31 GENNAIO 2015. 1637 L’ANNO DELLO SCOPPIO DELLA “BOLLA DEI TULIPANI”: FECE SALIRE MOLTISSIMO I PREZZI DEI BULBI NEI PAESI BASSI. TERMINÒ IN UNA GROSSA CRISI. 7g Il peso di un topolino delle risaie: spesso si infila nei fiori per cibarsi del loro nettare. 80-150 ANNI: IL TEMPO DA ATTENDERE PER LA FIORITURA DELLA PIANTA PIÙ LENTA DEL MONDO, UNA SPECIE DI BROMELIACEA GIGANTE, LA PUYA RAIMONDII. 90CM LA LUNGHEZZA DI UN PETALO DELL’ORCHIDEA PIÙ GRANDE DEL MONDO, PAPHIOPEDILUM SANDERIANUM. È STATA SCOPERTA NEL 1886 NELL’ARCIPELAGO MALESE. 250 LE TELE CHE IL PITTORE CLAUDE MONET…

1
piccola fisica

Era una semplice seccatura, ora è un motivo di preoccupazione: lo starnuto è infatti un veicolo di trasmissione della Covid-19, tanto che tra le prime raccomandazioni diramate fin dall’inizio della pandemia c’era quella di starnutire nell’incavo del braccio. Una ricercatrice del Mit, Lidya Bourouiba, studia da anni la “fisica dello starnuto” e in un articolo sul Journal of the American Medical Association si è chiesta se le direttive sul distanziamento sociale siano adeguate. Irritazione. Lo starnuto è un evento complesso. È scatenato dall’irritazione delle mucose del naso, per esempio a causa del contatto con particelle provenienti dall’esterno, e serve a espellere tali particelle e a ripulire le cavità nasali. Si innescano così, in sequenza: chiusura della glottide, aumento della pressione nel torace, riapertura della glottide e rapida espulsione dell’aria attraverso bocca…

1
quanto sono antichi questi sardi

Un gruppo di ricercatori ha studiato il Dna estratto dalle ossa di 70 individui provenienti da oltre 20 siti archeologici dell’isola, che coprono un periodo che va dal Neolitico Medio fino al Medioevo. I campioni più antichi sono molto simili a quelli di popoli della stessa epoca del Mediterraneo Occidentale, mentre dal I millennio a.C. c’è una contaminazione con genti che provenivano dal Mediterraneo Orientale e Settentrionale. I sardi hanno subìto meno influssi rispetto ai popoli dell’Europa Continentale, e il loro Dna attuale conserva affinità notevoli con quello ricavato da siti neolitici e pre-neolitici, cioè di oltre 10.000 anni fa. Soprattutto nelle regioni storicamente più isolate, come l’Ogliastra e la Barbagia.…