探索我的图书馆
科学
Focus Italia

Focus Italia Giugno 2020

Focus approfondisce temi di grande attualità: scienza e natura, tecnologia e comportamento, cultura e misteri, medicina ed economia, storia ed ecologia, innovazione. Soddisfa la curiosità dei suoi fedeli lettori suscitando emozione e interesse anche attraverso immagini spettacolari ed esclusive. Si avvale di scienziati, ricercatori, tecnici ed esperti di fama mondiale. Lo stile chiaro e diretto permette di raggiungere tutti e di far conoscere il mondo in modo divertente e sempre più coinvolgente. Focus stimola la tua voglia di sapere e soddisfa anche le curiosità che non sapevi di avere!

国家:
Italy
语言:
Italian
出版商:
Mondadori Scienza S.p.A.
出版周期:
Monthly
阅读更多
购买期刊
HK$26.60
订阅
HK$212.65
12 期号

本期

1
focus realtà aumentata

SCARICA LA APP Vai sul tuo store (App Store o Google Play) e cerca la app gratuita Focus Realtà Aumentata; scaricala e aprila. Se l’avevi già fatto per i numeri scorsi, basta aggiornarla. INQUADRA LA PAGINA Dove trovi l’immagine qui a fianco, c’è un contenuto in realtà aumentata: video, foto a 360°, test, modelli 3D e tanto altro. Inquadra la pagina con la app, che attiva la fotocamera di smartphone o tablet. E goditi lo spettacolo (più a destra, i contenuti di questo numero). DA SAPERE • La app ti mostra i contenuti in realtà aumentata di Focus in edicola. Per vedere quelli dei numeri precedenti, seleziona il numero nel menu della app, in alto a sinistra sullo schermo. • Per vedere alcuni contenuti può essere necessario che sia attiva una costante connessione dati cellulare o…

4
qua la zampa

Sulla porta della mia stanza da letto da nove anni tengo appeso un foglio. Accanto a una sagoma animalesca, campeggia una grande scritta: COMPRAMI UN CANE. L’opera è di mia figlia Cecilia, tratteggiata con la grafia incerta di quando andava in prima elementare. Nei desideri della nostra infanzia ci sono giochi e giocattoli, bambole e macchinine, pupazzi e palloni. Poi c’è lui (o lei). Molto più di un peluche che si muove, molto più di qualunque balocco. L’altra mia figlia undicenne, Marta, da un anno chiede un cane. Lo fa con insistenza, nonostante in casa (della mamma) abbia già Boogie, che del cane come lo intendo io ha tutto, fuorché il fisico. È un Maltese grande quanto il mio piede, che smette di abbaiare soltanto se gli tiri qualcosa per…

1
un ufo negli abissi?

Esplorare le profondità marine è un po’ come camminare su un pianeta alieno: ti puoi trovare davanti creature dalle forme stranissime. Come l’essere a forma di stringa, avvolta a spirale, che vediamo nella foto. È apparso come un Ufo, a 630 metri di profondità, agli scienziati del Western Australian Museum che stavano esplorando i canyon sottomarini al largo dell’Australia Occidentale, usando un robot telecomandato. I ricercatori hanno calcolato che solo l’anello esterno della stringa gelatinosa fosse lungo 47 metri: l’organismo (in totale forse di 120 m) sarebbe il più lungo osservato nei mari. Si tratta di un sifonoforo, del genere Apolemia. I sifonofori (di cui esistono 175 specie), parenti di coralli e meduse, sono organismi coloniali costituiti da tanti individui chiamati zooidi, con diverse funzioni e uniti tra loro. Sono…

1
ti amerò per sempre...

Per loro non è stato bellissimo. Si stavano accoppiando, circa 40 milioni di anni fa, e sono finiti invischiati nella resina di un albero. Ma per gli scienziati di oggi quell’evento è stato un’occasione unica: la resina, diventata ambra, ha infatti perfettamente conservato i corpi di due insetti: due moschine della famiglia dei Dolichopodidae, bloccate in quell’attimo. Il tutto è stato trovato e analizzato da un team guidato da Jeffrey Stilwell, dell’australiana Monash University. L’ambra, che è appunto resina fossile, è preziosa non solo per i gioielli, ma anche perché può preservare perfettamente piccoli organismi. E permetterci di osservare quello che Stilwell definisce un “comportamento congelato”, cosa che è molto rara da vedere nei fossili: i due insetti sono “fotografati” nella stessa posizione (o quasi) in cui sono morti, tra…

1
il wc che sa tutto di te

D’accordo, detta così fa un po’ ridere. Però, a rifletterci bene, l’invenzione della Stanford University, pubblicata su Nature Biomedical Engineering, è davvero geniale. Un water, anzi, una seduta per water, intelligente. In grado cioè di riconoscere chi si è seduto, di esaminare le sue urine e feci, nonché di misurare il tempo per espellerle, quindi di inviare a un data base in cloud i risultati dei test effettuati perché il medico possa valutarli. Impronte. L’esame di feci e urine, e del loro tipo, volume e pressione (utilizzando la scala di Bristol e l’uroflussometria), viene svolto attraverso test, videocamere e sensori biometrici, mentre il riconoscimento dell’autore avviene tramite scanner che lo identificano grazie all’impronta digitale e... alla forma dell’ano. Lo smart water, applicabile a ogni tazza, potrebbe essere uno strumento utilissimo per…

1
il caro estinto la strage dei guardiani

Di solito segnaliamo gli animali che stanno scomparendo o si sono estinti, a causa della dissennata avanzata umana. Questo mese vogliamo invece parlare di uomini: difensori della natura, eliminati da altri uomini. Sono i 12 ranger assassinati nel parco nazionale dei Virunga, nella Repubblica Democratica del Congo, l’area protetta che accoglie alcuni degli ultimi gorilla di montagna (sotto, una femmina in un centro per gorilla orfani del parco, con un custode).. Il primo parco. I 12 ranger sono stati assassinati con altre 5 persone, in un attacco di un gruppo armato di forze ribelli ruandesi. È stato uno dei peggiori massacri, ma non l’unico: dal 2006 sono stati uccisi oltre 150 dei ranger che pattugliano il parco, il più antico dell’Africa, istituito nel 1925. Una conseguenza di anni di conflitti…