Marie Claire Maison Italia

Ottobre - Novembre 2021

Un giornale da abitare. Uno stile da vivere. MC Maison è il magazine internazionale che racconta le case come un riflesso dello spirito creativo delle persone che le vivono. Ma non solo.. E’ un universo “caldo” in cui convivono lifestyle, design e charme, raccontati con eleganza e semplicità.

国家:
Italy
语言:
Italian
出版商:
HMC IITALIA SRL
出版周期:
Monthly
HK$26.35
HK$150
10 期号

本期

2
editoriale

L'armonia segreta delle cose fa capolino da luoghi e da intrecci di spazi molto diversi tra loro. Partiamo insieme in un viaggio autunnale per scoprirne alcuni. Iniziamo dalla mostra di Jeff Koons che – con un anno di ritardo rispetto ai programmi – arriva a Palazzo Strozzi a Firenze. Si intitola Shine, e ospita alcuni dei lavori più importanti dell'artista. Una rassegna brillante e kitsch come le forme che evidenziano la contraddizione tra essere e apparire, tra luccichio pop ed essenza, tese – nella loro lucidità – a riflettere lo stupore di chi guarda, prima ancora che a rappresentare, a definire. E – a proposito di definizioni – cos'è davvero il design? Secondo Ellen Bernhardt e Paola Vella, protagoniste della nostra cover story, «è un'interfaccia dell'individuo con il quotidiano», che…

f0023-01
4
eventi

POSA PLASTICA IN MOSTRA A FIRENZE LE ICONICHE SCULTURE DI JEFF KOONS Sculture lucidate a specchio per replicare giocattoli gonfiabili e oggetti di lusso. In mostra l'opera di Jeff Koons, discusso artista americano che porta in scena la banalità dell'apparire e le idiosincrasie dell'oggi (qui, Seated Ballerina, 2010-2015). Jeff Koons. Shine. Palazzo Strozzi, Firenze. Fino al 30/1/2022. palazzostrozzi.org ALLURE FUTURISTA Sembra sfrecciare a tutta velocità verso il futuro. È la seduta disegnata dal progettista cinese Ma Yansong (nella foto). Come lui altri sedici noti designer sono stati invitati dalla maison francese Dior a rileggere l'iconica chaise médallion. dior.com FASCINO ANNI 20 Dai vetri smaltati di Maurice Marinot alle lampade di Jean-Michel Frank. Il top dell'Art Déco sfila tra le pagine di questo libro. Art Deco Style, pp. 300, €95. assouline.com PALLA VINCENTE LUIGI GHIRRI. THE MARAZZI YEARS 1975…

f0025-01
3
femminile plurale

Si sono conosciute nel 2003 nello studio di Carlo Colombo e, cinque anni più tardi, con un'intensa esperienza professionale condivisa e una solida amicizia alle spalle, hanno aperto il loro quartier generale a Milano. Qui la tedesca Ellen Bernhardt e l'italiana Paola Vella elaborano progetti pervasi da una discreta e serena eleganza, nel segno di una comune visione del design: «Lo concepiamo come un'interfaccia dell'individuo con il quotidiano. Deve saper raccontare in maniera semplice e chiara l'attività di progetto e al tempo stesso emozionare, trasmettendo poesia. Non tutte le nostre creazioni, però, hanno la medesima intenzione. Alcune sono oggetti che danno più importanza al proprio carattere industriale, altre si avvicinano maggiormente al mondo dell'arte». Fonte primaria di ispirazione, il lavoro di creativi di ogni tipo e dei maestri del design: «Soprattutto…

f0036-01
1
il cerchio magico

f0042-01
2
in vitro

IL LORO MANIFESTO DI STILE SI BASA SULL’ARMONIA NELLA COMPLEMENTARITÀ ED ESALTA L’EQUILIBRIO NELLA DIVERSITÀ In un garage possono succedere molte cose. Steve Jobs e Steve Wozniak hanno assemblato il primo Mac. Dylan Davis e Jean Lee, dopo una laurea in industrial design all'università di Seattle, ne hanno fatto la location per il neonato brand Ladies & Gentlemen Studio. Il garage era passeggero, il nome è rimasto e sintetizza alla perfezione il loro mood progettuale, «la volontà di trovare l'equilibrio nella diversità, l'armonia nella complementarità, come due facce della stessa medaglia», racconta Jean che, con il socio e compagno di vita Dylan, è a capo di un numeroso team diviso fra East e West Coast. A Seattle, il laboratorio deputato all'autoproduzione dei lavori (poi venduti nell'e-shop o da partner selezionati), a…

f0054-01
2
gioco di specchi

MATERIALI NATURALI DUETTANO CON LA LUCE E DANNO IDENTITÀ AGLI SPAZI. TRA ARREDI CUSTOM-MADE E ICONE DEL DESIGN Apoco più di trent'anni Marine Delaloy, architetto, e Paula Alvarez de Toledo, interior designer, si fanno già notare sulla scena parigina e il loro futuro promette scintille anche a livello internazionale. Dopo i rispettivi periodi di formazione, a La Villette e all’École Camondo, e di collaborazioni con lo Studio KO e Joseph Dirand, dall'ottobre 2015 le due creative sono al timone di JAUNE. Il nome della loro società è legato con filo doppio al colore del sole e alla comune terra d'origine. «La parola ci piaceva da un punto di vista estetico e per il significato, perché rimanda alla luce intensa del sud della Francia, dove siamo nate, cresciute e diventate amiche». Lo stesso…

f0059-01