Arte e Architettura
AD Italia

AD Italia Settembre 2019

È la rivista delle case più belle del mondo: ogni mese AD propone una panoramica dettagliata delle tendenze e delle innovazioni più originali nel campo dell’arredamento, del design, dell’architettura e dell’arte

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Edizioni Condé Nast S.p.A.
Frequenza:
Monthly
Leggi di più
COMPRA NUMERO
4,98 €(VAT inclusa)
ABBONATI
19,99 €(VAT inclusa)
11 Numeri

in questo numero

2 minuti
editoriale.

A Lucca e a Twente (Olanda) nobili palazzi si trasformano in case contemporanee senza però tradire l’aspetto originario. A Napoli due interior si sviluppano, per via di metafora, sul FILO DELLA MEMORIA e del paesaggio partenopeo. Chiare boiseries e una virtuosistica rapsodia di tinte reinventano in senso moderno una manor house del primo ’900 nella campagna inglese. A Roma rinasce l’Hotel de la Ville presentandosi con un tessuto decorativo fatto di CITAZIONI STORICHE e gusto per l’antico, una sorta di sintesi delle meraviglie del Grand Tour alla maniera di John Soane. Gli interni che visitiamo in questo numero di AD sono differentissimi tra loro, eppure visti nell’insieme suscitano UN SENSO DI ARMONIA. Il motivo? Che siano moderni o classici nell’ impostazione dell’ interior design, tutti sono pensati secondo una visione…

1 minuti
open mind

RINASCIMENTO AMERICANO In viaggio negli USA A New York ho constatato un intenso fermento architettonico. Un esempio? La spettacolare riforma di Hudson Yards, quartiere di 2 kmq nel West Side di Manhattan. Ne è fulcro The Vessel (sopra)di Thomas Heatherwick: una visionaria scultura-architettura alla Escher che vede inseguirsi 154 rampe di scale made in Italy. L’OPINIONE Accadde domani Di recente mi sono trovato per le mani La crisi sociale del nostro tempo in cui nel 1941 Wilhelm Röpke, austroliberale artefice del miracolo economico della Germania postbellica, scrivendo delle storture e dei tic di dirigismo e capitalismo, prefigura alla lettera il morboso mondo d’oggi indicando i possibili rimedi per guarirlo. Straordinario. La copertina Un ambiente del ristrutturato Hotel de Ville a Roma: atmosfera da Grand Tour. Tessuti di Rubelli.…

2 minuti
in questo numero.

KEES MARCELIS Architetto d’interni, ha un suo stile fatto di semplicità e di luce (e colore). Ha progettato residenze, uffici e negozi. Nella foto è con l’imprenditore Herman Kok, che avvia start-up creative e rinnova importanti proprietà immobiliari olandesi. Un parco olandese? « Q uello con il palazzo seicentesco di Het Loo, nella foresta di Apeldoorn. Un giardino classico olandese con influenze francesi. È stato la prima residenza della regina Wilhelmina (1880-1962). Oggi è museo nazionale». PAUL RAESIDE Vive tra Londra (dove abita in una cappella georgiana con la moglie architetta) e New York. Fotografa per le riviste di tutto il mondo. Il pezzo di design preferito? «Difficile a dirsi. Cambia di continuo. Ma la collezione Thonet mi rimane nel cuore». TOMMASO ZIFFER Architetto romano, ha iniziato a collaborare con lo stilista Valentino negli anni ’90, realizzando…

1 minuti
who’s who

Scrittore, poeta, sceneggiatore, drammaturgo, regista e attore, ANDREA CAMILLERI (1925-2019), ha lavorato a lungo in Rai occupandosi, quale delegato alla produzione, degli sceneggiati del tenente Sheridan e di Maigret. Come scrittore esordisce nel 1978 e nel 1980 pubblica con una certa risonanza Un filo di fumo ambientato nella città di Vigata e scritto in “vigatese” la neolingua da lui inventata. Il vero successo gli arride nel 1994 con il romanzo La forma dell’acqua che segna la nascita del commissario Mantalbano, poi protagonista di una serie tv dal successo planetario. In totale ha scritto 100 libri e venduto 31 milioni di copie.…

6 minuti
ricordi chiusi a chiave

IL 17 LUGLIO SCORSO MORIVA ANDREA CAMILLERI . PER AD LO SCRITTORE SICILIANO AVEVA UN AFFETTO PARTICOLARE. OLTRE A RICEVERE DAL NOSTRO DIRETTORE ETTORE MOCCHETTI IL “PREMIO PIERO CHIARA ALLA CARRIERA 2010” DI CUI LA RIVISTA ERA ALLORA MEDIA PARTNER, NEL 1995 SCRISSE, NEL SUO INIMITABILE NEOSICILIANO, UN PEZZO MEMORABILE PER LA RUBRICA “LA CASA LA VITA”. QUI LO RIPROPONIAMO INTEGRALMENTE. La casa, quella vera, quella che sempre sentii interamente mia, interamente mia non lo fu mai. E già vedo che ci sto ragionando sopra come se si trattasse di una persona profondamente amata che però, di necessità, si deve spartire con gli altri. Se sto dando quest’impressione a mia stesso, figurati come porterò a sbagliare il mio lettore: viene a dire perciò che, mettendomi su questa strada, non mi verranno…

3 minuti
mixare ad arte

Arrivata a Londra dalla Francia nel 2008 per studiare business management, Alix Getreide, figlia di collezionisti d’arte e antiquariato - che la portavano con loro a caccia di tesori nei mercatini -, capisce ben presto che il suo vero interesse non è per la finanza ma per il design, con un occhio particolare per gli oggetti di risulta, e i mobili classici del XX secolo. Un corso alla Inchbald School of Design le offre le credenziali di cui ha bisogno per dedicarsi all’interior e in un batter d’occhio comincia a lavorare per clienti a Londra, Miami e Parigi. Il suo appartamento londinese le fa da showcase, un mix di contemporaneo e classico, la sua firma stilistica: l’insieme di epoche e influenze diverse si integra perfettamente con l’intervento di Alix. Rispetto…