ZINIO logo
ESPLORALA MIA LIBRERIA
Moda
ELLE Italia

ELLE Italia Numero 41 - 2019

La miglior lettura in tempi di moda. Le ultime tendenze della moda. Le inchieste al femminile. Lifestyle e attualità. Bellezza e benessere. Destinazioni di viaggio. E ancora cinema, musica, arte, libri, eventi. Lo stile fresco e unico della rivista femminile più venduta nel mondo.

Leggi di più
Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Hearst Magazines Italia spa
Frequenza:
Monthly
SPECIALE: Risparmia il 40% sul tuo abbonamento con il codice: BLACK2020
COMPRA NUMERO
1,99 €(VAT inclusa)
ABBONATI
34,99 €(VAT inclusa)
50 Numeri

in questo numero

4 minuti
all’improvviso, mi vergogno.

Una cosa che ho fatto senza pensarci per anni, che mi faceva persino sentire brava, oggi mi crea imbarazzo. Cosa? Bere. Dalle due alle cinque bottigliette d’acqua al giorno. Rigorosamente di plastica. Sulla mia scrivania ce n’è un plotone. Tra le nuove, le vecchie, le piene, le vuote, quelle che aspettano di essere buttate, ma non ovunque, nella pattumiera dedicata. Non basta fare la differenziata? No, se si può evitare di comprarle. Piuttosto mi tengo la sete. E la ritenzione (malgrado il fatidico litro e mezzo di acqua al giorno, il mio matelassé non ha cambiato residenza). Così ieri ho comprato una borraccia. Bella. Blu. Con fiori jap e tappo in acciaio. Carissima. In una settimana, mi dico, l’avrò già ammortizzata. E il pianeta mi sarà grato. Vergogna è quel “sentimento di…

3 minuti
ditelo a elle

L’AVVENTURA DEI BAMBINI Sono stata molto felice del vostro articolo “Il viaggio dei poveri”, dedicato al libro di Viola Ardone “Il treno dei bambini” (“Elle” 38), perché completa il cerchio su una storia che ignoravo, credo in generale poco conosciuta. Volevo informarvi che esiste anche un documentario bellissimo (anche se un po’ lungo) che parla proprio di questa storia dei bambini del sud. Si intitola “Pasta nera” ed è su YouTube. Elisa Cara Elisa, grazie della preziosa segnalazione. La storia del treno dei bambini, vista con gli occhi di oggi, è ancora più straordinaria: tra il 1945 e il 1952 circa 70.000 bambini poverissimi del Sud Italia furono ospitati per mesi (o anni, e alcuni rimasero per sempre) da famiglie della zona di Modena e Reggio Emilia, dopo avere attraversato il Paese su…

3 minuti
l’intreccio diabolico

Io e lui siamo nati in due case vicine, chiamando “zii” il papà e la mamma dell’altro. Da piccoli facevamo a botte, ma i nostri genitori fra loro erano come fratelli. Poi lui è andato a studiare fuori, tornava in vacanza, ma ognuno era impegnato con i suoi amori. Nel penultimo Natale, rivedendoci, ci siamo innamorati all’istante. I nostri genitori ne sarebbero stati fin troppo contenti, così lo abbiamo tenuto segreto, perché troppa approvazione smoscia, era più romantico vedersi di nascosto nella città dove si studia. Quando lo stavamo per dire in casa, è scoppiata la bomba: mia madre ha scoperto che mio padre e la madre di lui erano amanti da dieci anni. Tragedia, papà se n’è andato, mia madre maledice la sua (Quella zoccola! Lo strilla pure dalla…

1 minuti
storie intramontabili di amore e di letto

Parigi, 1912. Léa, cortigiana di gran classe, a 49 anni è ancora un sole di bellezza ed eleganza, quando l’amore colpisce lei e Chéri, il figlio di una sua collega. Chéri di anni ne ha 19, ed è il sogno erotico di tutto il bel mondo. È narciso, cinico, alcolizzato, viziato, non sa ridere. Ma si innamora di Léa con tutto se stesso, anche se entrambi tengono un tono disincantato. Léa lo cura, gli ridà la salute. Chéri non sa stare un’ora senza di lei, ma la tormenta con capricci crudeli. Léa non si arrabbia, sorride: di pupi cattivi ne ha avuti più divertenti di Chéri, e anche più intelligenti. Ma uno come lui non l’ha mai avuto. Passano sei anni di amore e di schermaglia, simulando la leggerezza. La madre…

4 minuti
cose b elle

Made in Japan Kimonomaniacs. Da Sean Connery a Lady Gaga, da Benedict Cumberbatch a Marlene Dietrich passando per Cate Blanchett, Michael Jackson, David Bowie e Diana Vreeland: l’elenco delle star che hanno indossato il capo simbolo della cultura del Sol Levante – fuori dal set e non certo per motivi di copione – la dice lunga sul potere iconico di un indumento che, non a caso, ha ispirato spesso e volentieri gli stilisti di ogni epoca e latitudine. Ultimo fra loro Haider Ackermann, che ha voluto nel front row del suo défilé P/E 2020 l’artista giapponese Setsuko Klossowska De Rola, la vedova di Balthus, in abito tradizionale. Per saziare ogni curiosità sull’argomento vale la pena pianificare un weekend a Londra: il V&A ha appena annunciato che la sua mostra cult del…

2 minuti
green girls

Giovani, eco, social: secondo uno studio dello Yale program on climate change communication, gli opinion leader che sono anche attivisti possono influenzare fino a 1.000 altre persone. È la chiave del successo degli influencer ambientali, che spesso sono donne della Generazione Z, più sensibili al tema: attraverso i social mobilitano i coetanei. Un sondaggio del Washington Post tra i teenager americani ha scoperto che il 46 per cento delle ragazze ritiene il cambiamento climatico importante, rispetto al 23 per cento dei ragazzi. Dana Fisher, sociologa dell’Università del Maryland, ha commentato i dati così: «C’è una nuova ondata di lotta nella società, sostenuta dalle donne. E il movimento per il clima ne sta guidando il ricambio generazionale». Prendete per esempio Elizabeth Farrell, nota su Instagramcome @glacier966girl. Londinese, una collaborazione con Vivienne…