ZINIO logo
ESPLORALA MIA LIBRERIA
Moda
ELLE Italia

ELLE Italia Numero 32/33- 2020

La miglior lettura in tempi di moda. Le ultime tendenze della moda. Le inchieste al femminile. Lifestyle e attualità. Bellezza e benessere. Destinazioni di viaggio. E ancora cinema, musica, arte, libri, eventi. Lo stile fresco e unico della rivista femminile più venduta nel mondo.

Leggi di più
Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Hearst Magazines Italia spa
Frequenza:
Monthly
COMPRA NUMERO
1,99 €(VAT inclusa)
ABBONATI
34,99 €(VAT inclusa)
50 Numeri

in questo numero

3 minuti
le mascherine? sì, le ho messe

Tante e belle ordinate, e anche l'amuchina, non si sa mai che sparisca. I guanti? No, di quelli si fa a meno. In partenza per la Mostra del cinema di Venezia è il rito della valigia a segnalare che qualcosa, dopo tanti anni, è cambiato. Stavolta si va verso l’incognita, un festival mai visto, il primo grande evento internazionale “in presenza” dopo la rinuncia di Cannes e i lunghi mesi del lockdown e dell’incertezza. Per l’occasione il bagaglio è più leggero, via gli abiti da sera sempre in sovrappiù, utili per tappeti rossi e party a cui, il più delle volte, stravolta, davi buca. Gli assembramenti festanti quest’anno si intuiscono rari, i protocolli sanitari, indispensabili, cambiano il volto della Mostra, il red carpet ci sarà ma distanziato, niente fan e…

1 minuti
5 appuntamenti per vivere meglio il cinema

Hearst sarà tra i protagonisti della prossima Mostra del Cinema a Venezia, con 5 appuntamenti dedicati al futuro del cinema nell'ambito del progetto Hearst Vivere Meglio – Cinema, in partnership con la Fondazione Ente per lo Spettacolo. Gli incontri (alle ore 18, nella lounge della stessa Fondazione, compatibilmente con le eventuali restrizioni sanitarie) potranno essere seguiti sul sito Elle.com/it e saranno affidati a Piera Detassis, tra i massimi esperti italiani in materia, nonché Editor at large Cinema e Entertainment di Elle. Ecco il calendario: 5 SETTEMBRE Alessandro Gassmann, attore e regista. 6 SETTEMBRE Gregorio Paonessa e Marta Donzelli, produttori del film in concorso Miss Marx, di Susanna Nicchiarelli. 8 SETTEMBRE Andrea Occhipinti, produttore e distributore Lucky Red. 9 SETTEMBRE Jasmine Trinca, attrice e regista. 10 SETTEMBRE Elisabetta Sgarbi, editore, direttore artistico, regista.…

3 minuti
diteloa elle

UNA CERTA ETÁ Gentile direttore, quando ho visto la copertina di Elle 29 pensavo fosse tornata la mia rubrica preferita, "Come vestirsi a 20, 30, 40, 50 anni". Anche perché io a 40 anni mi vesto come se ne avessi 20... E mia mamma a 60 come se ne avesse 40... Dany Ce ne eravamo accorte cara Dany, che la leggeva apposta per disubbidire, per questo non la facciamo più! LAVORO E BEBÉ Caro direttore, so che il tema è molto personale e nessuna soluzione sarà adatta a ogni mamma, però la proposta della lettrice Alessandra Penna di concedere il part time a tutte le donne dopo la maternità obbligatoria (Elle 27) danneggerebbe il raggiungimento della parità sul posto di lavoro. Sono una di quelle mamme che ha “lasciato” la propria figlia al terzo…

6 minuti
tutta la verità

La cosa si è fatta seria dopo una pipì nella foresta, in Botswana. O almeno così racconta Harry e Meghan. Libertà, il libro (HarperCollins) che ricostruisce nelle minuzie il burrascoso viaggio dei duchi di Sussex nelle paludi della monarchia britannica. Dopo anni passati a gingillarsi con le biondine del regno, a Harry non pareva vero di essere finito sotto le stelle dell’Africa con un’americana capace di viaggiare solo con uno zaino – «seppure molto grande» – ed espletare con disinvoltura i propri bisogni dietro ai cespugli. Omid Scobie, corrispondente reale per Harper’s Bazaar e autore del libro insieme alla collega americana Carolyn Durand, ripete anche a me quello che da settimane risponde ai tanti che glielo chiedono: no, non c’è stata alcuna collaborazione da parte di Harry e Meghan. «Si…

5 minuti
cinema&emozioni donne in mostra

L’amore che strappa i capelli non s’accontenta di svogliate carezze: in Laguna va in scena l’ossessione amorosa come in Adele H.,film che Susanna Nicchiarelli prende a modello per narrare la storia di Miss Marx, Eleanor estremista romantica, benché allevata nel materialismo storico di papà Karl. Nell’anno più femminile al Lido, con otto registe in concorso ufficiale, un record, e tantissime disseminate fra Orizzonti, Giornate degli autori e Settimana della critica, persino l’altera Tilda Swinton, Leone d’oro alla carriera, cede all’ansia sentimentale, protagonista di La voce umana, un classico rivisto da Pedro Almodóvar, 30 minuti per raccontare lo strazio della fine. Promette uguale stordimento, fin dal titolo, il mélo Love after love di Ann Hui, anche lei Leone alla carriera, tratto da un racconto di Eileen Chang, storia di una ragazza…

5 minuti
marx non cura l'amour fou

Eleonor, bambina sorridente, fa un gioco di società in famiglia con Engels e papà Karl Marx, domande di vita a cui rispondere. Le tre risposte che contano per Eleanor, detta Tussy, sono: “Verità”, “Champagne”, “Go ahead, non mollare”. È un punto focale del film Miss Marx diretto da Susanna Nicchiarelli, già premiatissima per Nico, che i fogli originali del gioco li ha rintracciati davvero. Nel corso del lungo, appassionante, viaggio attorno alla vita della figlia prediletta del padre del comunismo, la regista del film (in concorso ufficiale a Venezia e prodotto da Vivo Film con Rai Cinema) ha scoperto anche i quaderni su cui la piccola Tussy, «come tutte noi, disegnava bellissime principesse, benché cresciuta nella parità dei diritti e diventata poi attivista, scrittrice, traduttrice, curatrice dell’eredità intellettuale dell’autore del…