ELLE Italia Numero 28/29 - 2021

La miglior lettura in tempi di moda. Le ultime tendenze della moda. Le inchieste al femminile. Lifestyle e attualità. Bellezza e benessere. Destinazioni di viaggio. E ancora cinema, musica, arte, libri, eventi. Lo stile fresco e unico della rivista femminile più venduta nel mondo.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Hearst Magazines Italia spa
Frequenza:
Monthly
1,99 €(VAT inclusa)
34,99 €(VAT inclusa)
50 Numeri

in questo numero

2 min
editoriale

“ Tornano il piacere di muoversi e la riscoperta di luoghi e passioni. Il gusto di giornate a colori. Il coraggio del desiderio. Tutto, di nuovo, sembra possibile ” È iniziata a fine maggio con la vittoria dei Måneskin all’Eurovision song contest. Poi Matteo Berrettini in finale a Wimbledon, il trionfo a Wembley della Nazionale, l’ovazione di undici minuti per Nanni Moretti e la palma d’onore a Marco Bellocchio a Cannes. Se ancora non bastasse, da questa settimana vivremo le emozioni che ci regalerà la spedizione azzurra ai Giochi olimpici. Tutto ciò mentre a palazzo Chigi c’è un premier che incassa i giudizi lusinghieri del New York Times : «Mario Draghi sta facendo dell’Italia una potenza in Europa», e le stime dicono che a fine anno la crescita sfiorerà il 5…

elleit210807_article_007_01_01
1 min
elle world

elle . it Ispirazioni di stile à la parisienne: la moda street style racconta tutta la ritrovata voglia di leggerezza e libertà, per scegliere di indossare quel che ci piace e ci dona, con classe e senza esagerare. Su elle.com/it/moda/street-style facebook La tendenza makeup e unghie dell’Estate 2021 è lo stick-on beauty, adesivi per il makeup e la nail art per realizzare disegni super grafici o decori spettacolari. Ma la vera rivoluzione? L'eyeliner. Che sia nero, olografico o colorato, l'adesivo decora alla perfezione il look, con precisione millimetrica e senza sbavature. #ELLEbeauty Vivere meglio Diversity e inclusion, ecologia e consigli green, body positive, ma anche donne e lavoro con il nostro Elle Active. Sono questi i temi che ci stanno a cuore, di cui scriviamo ogni giorno su Elle.it. Perché un approccio positivo e responsabile…

elleit210807_article_008_01_01
3 min
cannes, il valzer degli imprevisti

Ci vorrebbe una Palma d’oro di consolazione anche per lei. Per quella risata nervosa, l’inglese perfetto, una mano che corre sulla spallina del vestito rosa, l’altra protesa a fermare l’irreparabile: il presidente di giuria Spike Lee che nella serata finale fraintende e annuncia “il primo premio”, cioè la Palma d’oro, a Titane della francese Julia Ducournau, demolendo un cerimoniale vecchio di 74 anni. E a lei, Doria Tillier, madrina impeccabile fino a quel momento, incredula nell’imbarazzo in mondovisione, resta solo una battuta, «May be too soon» («Forse troppo presto»), a siglare l’edizione più imprevedibile del festival francese. Imprevedibile innanzitutto per il palmares, con quel “primo premio” andato a un eccentrico body horror, storia di una sanguinaria serial killer (la modella Agathe Rousselle: attenzione, esordio fulminante), ibrido fra donna e macchina, protagonista…

elleit210807_article_010_01_01
2 min
la missione dei gioielli

«Sto per imbarcarmi per Nizza, ma ho qualche minuto per raccontarle tutto». Per il tempo necessario a partecipare alla cerimonia di premiazione del Festival di Cannes, Valeria Golino si lascia alle spalle la sua carriera vorticosa: i due film appena presentati al Festival di Taormina, Occhi blu di Michela Cescon e La terra dei figli di Claudio Cupellini, nei panni di altrettanti personaggi estremi; la regia della serie ispirata a un romanzo smisurato come L’arte della gioia di Goliarda Sapienza; la partecipazione a un film atteso come La scuola cattolica, tratto dal romanzo omonimo di Edoardo Albinati, premio Strega 2016; e infine il recente arruolamento nella comunità di Pomellato for women, tra le ambassador che la maison di gioielli ha convocato a sostegno di una piattaforma su parità di genere,…

elleit210807_article_012_01_01
2 min
una notte con malcom x

Bella sorpresa, una volta di più, il Trofeo Chopard, che nel corso del tempo si è distinto per visione e previsione, mettendo in luce i migliori talenti da Marion Cotillard, Diane Kruger, Gael García Bernal, Léa Seydoux, Shailene Woodley. In questa edizione di Cannes 2021 i laureati sono stati Jessie Buckley e Kingsley Ben-Adir, lei ha incantato i cinefili in Sto pensando di finirla qui, lui è un potente Malcom X nel film di Regina King presentato a Venezia One night in Miami. Scelte coerenti con i tempi che chiedono di rompere la casa delle bambole per celebrare interpreti veri e non conformi, proprio come Kingsley, padre londinese e madre caraibica, che a 38 anni segue il trend del momento e dunque è brizzolatissimo, quella spolverata di bianco esibita senza…

elleit210807_article_014_01_01
3 min
portamento re ( g ) ale

Tocca alla Couture "definire i desideri di un mondo in profonda trasformazione", recita la nota a margine del sofisticato défilé di Dior per l'A/I 2021-22. Ed è vero, perché è solo nell'empireo della creatività più assoluta, nell'iperuranio delle idee, che la moda può finalmente riscoprirsi più vitale e necessaria che mai. Tutto va riscritto, e la severa grammatica della Haute Couture parigina rende il compito vertiginosamente arduo, ma anche straordinariamente semplice. Intanto perché, dopo un anno interminabile, si torna a sfilare col pubblico presente: non tutti, ma quanto basta per riallacciare il dialogo spezzato con un'audience elettrizzata dal ritorno alla normalità. E poi perché, stavolta, la musica è davvero cambiata. Tanto che in calendario entra, per la prima volta, un couturier di colore: l'afroamericano Kerby Jean-Raymond. Il direttore creativo di Pyer…

elleit210807_article_016_01_01