ESPLORALA MIA LIBRERIA
AD Italia

LA PARETE CHE VIVE

L’INSIEME E I DETTAGLI. boiserie Modulor nella configurazione con struttura peltro, pannellatura grès crema, mensole a incastro e credenza pensile Self Bold. Nel programma Modulor sono previsti pannelli di 4 larghezze standard fino a un massimo di 3.250 mm, con possibilità di riduzione a misura, e grande varietà di finiture, dal legno alla similpelle, dal vetro al tessuto e al grès.

(MATTIA AQUILA)

Non bisogna fermarsi. Mai. Un’azienda è come una pianta: vive se cresce. «Si deve sempre innovare e rinnovarsi», dice Davide Malberti, Ceo di Rimadesio. «È una strategia che vale per le scelte di fondo come per i dettagli, ed è fondamentale se ci si muove in una prospettiva globale, coordinata e di lungo periodo». Frutto di tale approccio è l’ultimo nato in casa Rimadesio: il sistema Modulor , che è una boiserie ma aumentata, come verrebbe da dire parafrasando una locuzione oggi di gran moda. Modulor , in effetti, combina le ricerche, le sperimentazioni, le esperienze creative e produttive che l’azienda di Giussano ha compiuto negli ultimi trent’anni, ne è la sintesi, e ne costituisce il passo avanti. Basata su pannelli quadrati e rettangolari di differenti misure, attrezzabile e modulabile all’infinito, ricorre ai materiali topici del brand, l’alluminio e il vetro, ma ne aggiunge altri inusuali se non inediti, tipo grès, legno, tessuto, similpelle. L’essenza del progetto è geniale: cucire alle murature una “seconda epidermide” altamente personalizzabile, interattiva con l’ambiente, e intrinsecamente decorativa nella sua sobrietà formale di matrice razionalista. Art director e progettista di Rimadesio, Giuseppe Bavuso spiega così questa sua “creatura” che entrerà ufficialmente in commercio nel 2020 ed è pensata per durare nel tempo: «Lo scheletro è una struttura in alluminio regolabile per adattarsi alle pareti spesso non perfettamente ortogonali degli ambienti domestici. Su questa vengono applicati pannelli dai formati e dai materiali più diversi così da offrire ad architetti e interior designer una gamma di combinazioni decorativo-funzionali pressoché infinita». Le fughe che separano i pannelli sono a loro volta studiate come supporti, con innovativi innesti a baionetta, di scaffali, vetrine e altri complementi compresi nel catalogo dell’azienda. Non manca l’elemento luminoso che può essere inserito dove serve. E non manca la classica porta filomuro Rimadesio, rivestita in armonia con il materiale scelto per Modulor : può essere passante o dissimulare uno spazio-contenitore, in ogni caso organizza gli spazi aggiungendovi un tocco decorativo in più.

MODULOR È LA FIRMA DI UN’AZIENDA CHE INNOVA NEL RISPETTO DELL’AMBIENTE.

PER CREARE ATMOSFERA. 1. Adatta a ogni ambiente: boiserie Modulor con pannellatura listellata in noce Sahara.

2. Le mensole sono fissate alla struttura con un innesto a baionetta autobloccante.

3. Modulor Fabric: dettaglio della classica e sempre attuale maniglia Rimadesio. Tessuto Lux segale.

4. Modulor nella versione con pannellatura in grès crema.