ESPLORALA MIA LIBRERIA
Focus Storia

CACCIATORE DELLA PREISTORIA

Non posso fermarmi, devo proseguire per tornare all’accampamento prima che sia buio. Fa troppo freddo, quassù, e non c’è riparo: qualunque predatore potrebbe divorarmi, se rimanessi in giro da solo, di notte. Mi sono allontanato dal corso del fiume lungo il quale camminavamo. Mi ero stancato: solo perché sono il più giovane dei cacciatori, gli altri pensano sempre di saperne più di me... Sono il più grosso: varrà pur qualcosa! E sono anche il più intelligente: ho legato una punta di selce sulla mia lancia, così sono riuscito a infilzare due scoiattoli senza fatica.

Stamattina, dopo aver arrotolato la pelliccia su cui stavo dormendo, ho lasciato il nostro rifugio, costruito a ridosso di una parete rocciosa. Mi sono messo in cammino con gli altri cacciatori, ma non mi sono lasciato sfuggire i cespugli pieni di bacche: mi ci sono riempito la pancia, mentre ci inoltravamo nel bosco. Lo facevo spesso, quand’ero giovane, insieme ai miei fratelli. Sarei felice di trovarmi con loro, accanto al fuoco.

Il Sole era già alto in cielo, quando abbiamo incrociato i resti di un cervo. Doveva essersi avvicinato al fiume per bere, quando è stato attaccato alle spalle. Il carnivoro che l’ha ucciso ne aveva spolpato la carcassa, ma noi, usando le pietre, abbiamo spaccato le ossa e ne abbiamo succhiato il midollo, prima di rimetterci in marcia. Quando ho visto i due scoiattoli, non ho saputo resistere: volevo dimostrare il mio valore e mi sono allontanato per prenderli. L’idea era di tornare subito indietro, ma mi sono perso.

Paura! Mi stringo addosso la pelle che mi fa da vestito, perché si è alzato il vento. Mi accorgo troppo tardi di una pietra aguzza: ci metto sopra il piede e grugnisco di dolore. È allora che avverto un fruscio: qualcuno mi sta seguendo. Mi prende il panico. Accelero il passo: le gambe mi fanno male, ma continuo a camminare, senza meta. I rumori dietro di me si avvicinano. Scorgo un riparo in lontananza: può darsi sia una grotta! No, è solo una roccia sporgente, ma mi fa sentire più sicuro, anche se ho ancora l’impressione che qualcuno o qualcosa mi stia osservando dal bosco. Guardo la palla di fuoco in cielo andare a sdraiarsi poco alla volta sotto la terra. Metto delle pietre in circolo, raccolgo un po’di legna secca e sfregando due legnetti accendo un fuoco. Con la mia lama di selce faccio a pezzi uno dei due scoiattoli e me lo mangio, strappando la carne con i denti. L’ansia però non passa...

Aiuto magico. Mi guardo intorno: per proteggere il mio rifugio, ci vuole la magia. C’è dell’argilla: ci infilo un dito e lo passo sulla parete di roccia. Lascio che vada da solo: prendono forma due bisonti. Poi uso un pezzo di legno bruciacchiato per tracciare il contorno: niente male! Vado avanti: ecco un cervo e tre uomini come me, armati di lance, che gli  stanno intorno. Così immaginavo sarebbe andata, oggi. Traccio una linea curva e... sento un sibilo, poi un dolore acuto e fortissimo alla testa. Grido, senza volerlo. Qualcosa di caldo comincia a colarmi lungo il collo. Mi giro: davanti a me ci sono tre tipi bassi e muscolosi, armati di sassi scheggiati e bastoni. Neanderthal! Sono finito... Afferro la lancia per difendermi, quando dal buio alle loro spalle salta fuori uno dei miei compagni. È venuto a cercarmi! Mi torna la speranza: cominciamo a batterci. La lotta è furiosa, riesco a ferire uno dei miei assalitori, ma il mio amico non ce la fa: da solo contro gli altri due, ferito alla spalla, viene finito con ferocia. Poi i tre fuggono. Rimango solo: gli manca mezza mandibola e ha le ossa del collo fratturate. Si è addormentato per sempre. Non posso lasciarlo così: scavo una buca e cospargo il fondo di ocra, rossa come il suo sangue. Depongo il corpo e gli metto vicino la mia collana con il dente di cervo forato e il pendaglio d’osso decorato, la lama di selce e la sua lancia. Ricopro la buca di pietre, infine esausto mi accascio a terra. E piango.

Afferro la lancia per difendermi, quando dal buio salta fuori uno dei miei compagni. È venuto a cercarmi!