ESPLORALA MIA LIBRERIA
La Cucina Italiana

AL MARE IN FRIULI-VENEZIA GIULIA

Colazione «PALACINCHE» E COMPOSTA DI PESCHE

Pranzo FRITTATA DI PESCE

«Palacinche» e composta di pesche

Cena RISOTTO COI «CAPEROZOLI»

Impegno Medio

Tempo 1 ora e 10 minuti più 1 ora di riposo

Vegetariana

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

550 g pesche – 400 g latte
160 g farina – 2 uova – burro zucchero – limone – sale

PER LE «PALACINCHE»

Mescolate la farina setacciata con le uova; aggiungete poco per volta il latte, 1 cucchiaio di zucchero e un pizzico di sale, fino a ottenere una pastella piuttosto liquida. Lasciatela riposare per circa 1 ora.

Ungete con un pezzettino di burro una padella di 20-22 cm di diametro. Versatevi un mestolino di pastella, formando uno strato sottile; quando la palacinca (crespella) si staccherà dalla padella, voltatela e cuocetela per un altro minuto. Ripetete fino a esaurire la pastella, ottenendo 12 palacinche.

PER LA COMPOSTA

Tagliate a pezzetti le pesche senza sbucciarle. Cuocetele in una casseruola con 100 g di zucchero e 40 g di succo di limone, per circa 15 minuti. Spegnete e lasciate raffreddare.

Servite le palacinche con la composta.

Frittata di pesce

Impegno Facile

Tempo 50 minuti

INGREDIENTI PER 8 PERSONE

300 g pesciolini da frittura
12 uova farina prezzemolo tritato latte – olio di arachide olio extravergine di oliva sale – pepe

Pulite i pesciolini ed eliminate le teste; sciacquateli e asciugateli molto bene, quindi infarinateli e friggeteli in olio di arachide finché non saranno dorati.

Scolateli su carta da cucina e salateli. Lasciateli raffreddare.

Sbattete le uova in una ciotola e aggiungetevi 1 cucchiaiata di prezzemolo, sale, pepe e 2-3 cucchiai di latte, quindi i pesciolini tagliati a pezzetti, tenendone da parte 1/4.

Cuocete la frittata in una padella con un filo di olio extravergine: fatela addensare per 4-5 minuti, quindi unite i pesciolini rimasti. Dopo 10 minuti voltate la frittata e terminate di cuocerla sul fuoco oppure, senza voltarla, infornatela sotto il grill per altri 5 minuti: dovrà restare morbida al centro.

Risotto coi «caperozoli»

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Impegno Facile

Tempo 35 minuti

Senza glutine

1 kg «caperozoli» (vongole) spurgati
350 g riso prezzemolo tritato aglio vino bianco secco olio extravergine di oliva sale – pepe

Fate aprire i caperozoli in un tegame con un filo di olio, coperti, in circa 5 minuti.

Sgusciatene e sminuzzatene metà.

Filtrate il loro sughetto.

Soffriggete i caperozoli sminuzzati in un tegame con un filo di olio, 1 spicchio di aglio e 1 cucchiaiata di prezzemolo.

Unite il riso e tostatelo per 2-3 minuti, quindi sfumatelo con uno spruzzo di vino bianco. Portatelo a cottura aggiungendo poco per volta il sughetto dei caperozoli e, quando finisce, acqua calda. Alla fine regolate di sale.

Mantecate il risotto con 2 cucchiai di olio e spegnete.

Servite il risotto coi caperozoli rimasti, sgusciandone la maggior parte e lasciandone alcuni con il guscio. Completate con pepe e prezzemolo.