ESPLORALA MIA LIBRERIA
Scienza
Focus D&R

Focus D&R

2020 / 03

Focus Domande e Risposte è la rivista interamente dedicata alle domande più curiose, intelligenti, imbarazzanti, ma non impossibili. Permette di accostarsi in modo originale e immediato alla conoscenza scientifica con domande mai scontate, rapidità di lettura e divertimento. Tra i contenuti: notizie scientifiche, risultati di ricerche in tutti i campi, ma anche tematiche più leggere, curiose e ironiche e tante notizie legati a temi di attualità e di forte impatto.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Mondadori Scienza S.p.A.
Frequenza:
Quarterly
Leggi di più
COMPRA NUMERO
3,99 €(VAT inclusa)
ABBONATI
9,99 €(VAT inclusa)
4 Numeri

in questo numero

2 minuti
quali sono le sostanze più puzzolenti? odori di latrina e non solo: turatevi il naso…

Secondo il Guinness World Records, il titolo spetta a due sostanze prodotte dall’uomo: una si chiama ufficialmente “US Government Standard Bathroom Malodor” (puzza di bagno standard del governo Usa) e l’altra “Who me?” (Chi, io?). La prima è un mix di otto componenti (uno di essi è lo scatolo, che si trova a bassissime concentrazioni in fiori d’arancio o gelsomino, ma ad alta concentrazione invece conferisce il tipico odore alla pupù), con cui è stato ottenuto un tremendo puzzo di feci umane. La repellente sostanza, ispirata all’odore delle latrine da campo militari, è nata per testare il potere deodorante dei prodotti per la pulizia. L’altra bomba puzzolente (letteralmente) è “Who, me?”: un mix di composti solforosi volatili, nato come arma non letale. Messa a punto dagli americani nella Seconda guerra…

1 minuti
editor

“LA PIZZA È UNA DROGA?”. Con questa domanda di copertina (la risposta è a pag. 76) non volevamo allarmarla , scienza, infatti, i pizzaioli un po . non Comunque sono pericolosi spacciatori e uno dei più facili piaceri della vita è dividersi una “Napoli” con gli amici, soprattutto nei momenti difficili. E poiché intanto anche l’estate è tornata a reclamare i suoi diritti, in questo numero di Focus D&R abbiamo dato largo spazio alla leggerezza. Per esempio: come si fabbrica l’aeroplanino di carta perfetto? A pag. 19 lo spiega un ingegnere aeronautico di fama mondiale (leggeri sì, superficiali no). E per quale motivo tra le onde alcuni galleggiano meglio di altri (a pag. 56)? Ma anche “ci si può assicurare contro i rapimenti si sdraiati una al sole. La risposta…

1 minuti
perché il cervello è fatto a pieghe?

Per ottimizzare lo spazio a disposizione nel cranio durante lo sviluppo fetale, rendendo così il più ampio possibile il suo strato esterno, la corteccia, sede delle funzioni cognitive più complesse: questa aumenta di volume mentre il cervello si sviluppa, e l’espansione fa aumentare la pressione della calotta cranica, che viene mitigata proprio dalla flessione della materia. Non tutti gli animali hanno il cervello a pieghe: la corteccia cerebrale di topi e ratti, per esempio, non si espande abbastanza e il loro cervello è liscio.…

3 minuti
come sono fatte le aragoste?

Le aragoste, o “nefropidi”, sono crostacei dell’ordine dei decapodi (ossia con dieci zampe). Ne conosciamo ben 17 diverse specie, tutte accomunate da caratteristiche speciali e anche un po’ bizzarre. Ecco dieci curiosità su questo eccezionale animale. GOLA PENSANTE. Il “cervello” (o ganglio principale) delle aragoste si trova dietro alla gola, vicino ai tre stomaci. Un po’ tutto il loro organismo è rimescolato rispetto ai nostri canoni: il cuore è sul dorso, i reni sono in testa, al posto di fegato e pancreas c’è una poltiglia verde chiamata “tomalley”. L’unico elemento “al suo posto” è l’intestino, in prossimità della coda. “PENSIERO DIFFUSO” E MANCINISMO. Anche il sistema nervoso delle aragoste è particolare: l’ammasso principale di gangli (lo pseudo-cervello) comunica con altre terminazioni distribuite lungo l’addome, ognuna con funzioni specifiche. È dimostrato, tra l’altro,…

1 minuti
esistono insetti metà maschi e metà femmine?

SÌ Recentemente è stato reso noto sul Journal of Hymenoptera Reasearch il ritrovamento in un alveare di una foresta sull’isola di Barro Colorado, a Panama, di un esemplare di ape (Megalopta amoena), il cui corpo si divide esattamente a metà: a sinistra è maschio, a destra femmina. Il “lato femminile” di questo esemplare ha un’antenna rivolta in avanti, la mandibola più voluminosa e forte e la zampa posteriore più grande e villosa. I peli utilizzati per la raccolta del polline coprono la metà femminile della parte inferiore del corpo, mentre la parte maschile è quasi glabra. Questa condizione è nota come ginandromorfia (unione di caratteristiche femminili e maschili nello stesso esemplare) e si verifica in diverse specie. Questo è il primo caso rilevato nelle api Megalopta amoena, ma è stato…

1 minuti
i dinosauri erano fluorescenti?

Forse sì: alcune specie potrebbero aver avuto piumaggio, spuntoni o corna fluorescenti. L’ipotesi è stata avanzata da un gruppo guidato da Cary Woodruff del Royal Ontario Museum di Toronto (Canada). Parte dal fatto che gli uccelli, i soli “dinosauri” oggi sopravvissuti, hanno parti fluorescenti: se esposte alla luce ultravioletta, emettono luce a una diversa lunghezza d’onda, che ci appare come un bagliore. Il pulcinella di mare per esempio ha zone fluorescenti sul becco, e il parrocchetto ondulato ha un piumaggio che si “illumina” sotto la luce ultravioletta. Woodruff e colleghi quindi ipotizzano che anche alcuni dinosauri possano aver avuto elementi fluorescenti sulle piume e su altre strutture rivestite di cheratina, come corna o spuntoni, forse usati per esibizioni verso altri esemplari. Il team ha trovato tracce di fluorescenza nelle spine…