ESPLORALA MIA LIBRERIARIVISTE
CATEGORIE
IN EVIDENZA
ESPLORALA MIA LIBRERIA
 / Scienza
Focus D&RFocus D&R

Focus D&R Autunno 2017

Focus Domande e Risposte è la rivista interamente dedicata alle domande più curiose, intelligenti, imbarazzanti, ma non impossibili. Permette di accostarsi in modo originale e immediato alla conoscenza scientifica con domande mai scontate, rapidità di lettura e divertimento. Tra i contenuti: notizie scientifiche, risultati di ricerche in tutti i campi, ma anche tematiche più leggere, curiose e ironiche e tante notizie legati a temi di attualità e di forte impatto.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Mondadori Scienza S.p.A.
Leggi di più
COMPRA NUMERO
3,99 €(VAT inclusa)
ABBONATI
9,99 €(VAT inclusa)
4 Numeri

IN QUESTO NUMERO

1 minuti
nel nostro naso c’è “materia oscura”?

Forse s , ma non ne : proprio per questo la chiamiamo “oscura”. Il termine è stato coniato dal virologo Usa Nathan Wolfe nel 2011, e si riferisce a tutto quel materiale genetico che non si può far risalire a nessuno dei tre domini della vita (eubatteri, archea, eucarioti). Wolfe ha affermato che il 20% del materiale genetico che si trova in un tampone nasale è materia oscura biologica; la percentuale sale al 50% se il campione proviene dagli organi interni. IN FONDO AL MARE. Ma la materia oscura biologica non si trova solo negli esseri umani: in una ricerca dell’Università della California a Davis, Jonathan Eisen ha analizzato campioni d’acqua degli oceani, trovando tracce di Dna non ascrivibile a nessuna forma conosciuta. Qual è la vera natura di questo materiale?…

1 minuti
perché gli animali quando dormono sugli alberi non cadono?

Sono molti gli animali, soprattutto nelle foreste tropicali, che dormono sugli alberi. Per non cadere alcune grandi scimmie, come gli scimpanzé e gli oranghi, si costruiscono un nido e si rifugiano al suo interno. Altre scimmie più piccole e i felini scelgono invece rami di grandi dimensioni, sui quali si accoccolano nelle ore di buio. Diverso è il caso del bradipo, che passa la notte dormendo appeso a dondoloni: i suoi “unghioni”, molto arcuati, ne impediscono la caduta. Lo stesso accade ai grandi pipistrelli tropicali mangiatori di frutta. INCOLLATI. I koala (nella foto) dormono di solito appoggiati a una biforcazione, e con le zampe afferrano saldamente il ramo principale. Altre specie più piccole hanno ancora meno problemi. Le raganelle rimangono attaccate alle foglie perché hanno dischi adesivi sulla punta delle dita. Gli…

1 minuti
qual cane che fa la cacca piùgrossa?

Molto probabilmente l’alano: secondo alcune stime, ogni suo escremento pesa all’incirca 500-700 grammi. Il sanbernardo, però, lo batte sulla distanza: in un anno defeca più spesso e ne produce 180 kg di più! Esattamente come accade agli esseri umani, il volume degli escrementi canini dipende dalla stazza, dal metabolismo, dallo stato di salute e soprattutto dalla dieta: basti pensare che il fabbisogno di cibo di un alano (circa 1.200-1.500 grammi al giorno), o di un sanbernardo (900-1.200 g/ giorno) corrisponde a quello di una persona adulta, e non è paragonabile a quello del minuscolo chihuahua (40-70 g/giorno). Secondo alcuni, più il cibo è preconfezionato anziché casalingo (es. riso, verdura, pollo), maggiore è il volume delle deiezioni, e quindi il “superlavoro” dei rispettivi padroni, armati di sacchetto, obbligati a raccogliere i…

1 minuti
gli uccelli seguono la scala musicale?

Sì. È stato dimostrato che le note dei loro canti e richiami corrispondono a quelle utilizzate dall’uomo nel comporre la musica. La domanda però dovrebbe essere: «Le scale musicali seguono i canti degli uccelli?». Una delle teorie più diffuse sulla nascita della musica, infatti, prevede che le prime forme di melodia fossero null’altro che imitazioni del canto degli uccelli. Nel 2005, inoltre, il filosofo e musicologo David Rothenberg propose nel suo libro Perché gli uccelli cantano la teoria secondo la quale gli uccelli “vocalizzano” non singole note, ma addirittura intere scale, utilizzate anche dall’uomo nella composizione di brani musicali. Per esempio, il tordo eremita (Catharus guttatus) canta seguendo la scala pentatonica, mentre il tordo boschereccio (Hylocichla mustelina) utilizza quella diatonica.…

1 minuti
è vero che gli insetti bagnati non riescono a volare?

NO Se vengono sorpresi da un forte acquazzone o vento, gli insetti perdono il controllo del volo non perché si bagnano, ma a causa dei danni alle delicate venature delle loro ali. Se un gocciolone arriva addosso a un moscerino, infatti, per lui avrà l’effetto di una palla di cannone: non volerà più per la botta! Quanto agli insetti che talvolta si vedono dibattersi nelle pozze, sicuramente sono caduti perché “ammaccati”. Se non lo sono troppo e riescono ad arrampicarsi su uno stelo d’erba, si riprendono e tornano a volare. Ci sono poi quegli insetti che addirittura sull’acqua camminano. Lo possono fare perché sono leggeri, le loro zampe sono lunghe e coperte di peli, fitti e untuosi, che non si bagnano. Si creano così dei cuscinetti che li fanno pattinare…

1 minuti
è vero che i topi amano il formaggio?

NO Che i topi e i ratti siano attratti dalle forme di groviera è una credenza dovuta principalmente ai cartoni animati, tanto più che il formaggio non esiste in natura. Invece, i cibi che ingolosiscono davvero i topi sono i dolci. La loro dieta naturale è infatti costituita da frutta, semi e cereali, alimenti ricchi di zuccheri. Si tratta comunque di animali onnivori, che all’occorrenza, soprattutto se vivono vicino agli umani, non disdegnano la carne o i latticini: in qualche caso, insomma, anche un pezzetto di formaggio “ci può stare”, pur se, come esca per catturarli, un quadretto di cioccolato è di gran lunga meglio. Inoltre, come ben sa chi si è trovato la casa abitata da topolini, questi roditori spesso assaggiano anche legno, fili elettrici, tessuti e materiale plastico. E,…