SCOPRILIBRERIA
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Scienza
Focus ItaliaFocus Italia

Focus Italia Aprile 2019

Focus approfondisce temi di grande attualità: scienza e natura, tecnologia e comportamento, cultura e misteri, medicina ed economia, storia ed ecologia, innovazione. Soddisfa la curiosità dei suoi fedeli lettori suscitando emozione e interesse anche attraverso immagini spettacolari ed esclusive. Si avvale di scienziati, ricercatori, tecnici ed esperti di fama mondiale. Lo stile chiaro e diretto permette di raggiungere tutti e di far conoscere il mondo in modo divertente e sempre più coinvolgente. Focus stimola la tua voglia di sapere e soddisfa anche le curiosità che non sapevi di avere!

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Mondadori Scienza S.p.A.
Leggi di piùkeyboard_arrow_down
COMPRA NUMERO
2,98 €(Incl. tax)
ABBONATI
23,86 €(Incl. tax)
12 Numeri

IN QUESTO NUMERO

access_time2 minuti
focus realtà aumentata

SCARICA LA APP Vai sul tuo store (App Store o Google Play) e cerca la app gratuita Focus Realtà Aumentata; scaricala e aprila. Se l’avevi già fatto per i numeri scorsi, basta aggiornarla. INQUADRA LA PAGINA Dove trovi l’immagine qui a fianco, c’è un contenuto in realtà aumentata: video, foto a 360°, test, modelli 3D e tanto altro. Inquadra la pagina con la app, che attiva la fotocamera di smartphone o tablet. E goditi lo spettacolo (più a destra, i contenuti di questo numero). DA SAPERE • La app ti mostra i contenuti in realtà aumentata di Focus in edicola. Per vedere quelli dei numeri precedenti, seleziona il numero nel menu della app, in alto a sinistra sullo schermo. • Per vedere alcuni contenuti può essere necessario che sia attiva una costante connessione dati cellulare o…

access_time3 minuti
noi, il sesso e quell’oca di martina

Nella vita sessuale mi sono sempre sentito Martina. Non parlo di identità di genere, ma dell’oca di Konrad Lorenz, quella che quando uscì dall’uovo si trovò davanti il bel faccione dell’etologo e pensò fosse sua mamma. Quell’incontro iniziale condizionò la sua esistenza come la mia prima volta credo abbia condizionato il mio rapporto col sesso. Eravamo sedicenni e ci preparammo all’evento con lunghi mesi di effusioni. Quando poi ritenemmo che fosse giunto il momento, lei prese la pillola anticoncezionale e sequestrammo la casa a un amico che nei week end tornava al paesello. Ricordo con tenerezza che ci portammo anche le provviste per dedicarci tutto il giorno a quello che considerammo, a ragione, un rito di iniziazione. Eravamo entrambi alla prima volta e anche questo, secondo me, fu determinante. Nessuno…

access_time1 minuti
il legno e il suono

Tra le convinzioni più diffuse sulla musica c’è anche quella secondo cui alcuni legni particolarmente preziosi e rari (spesso di alberi in via d’estinzione) fanno suonare meglio gli strumenti con cui sono costruiti. I musicisti sono convinti che le chitarre acustiche abbiano un suono migliore se il loro corpo è ricavato da legni come il mogano o il palissandro (indiano o brasiliano). Le note, con i legni più rari, uscirebbero più brillanti e profonde. Esperimento al buio. Non tutti sono convinti di questa impressione dei chitarristi, e un gruppo di ricercatori dell’Università di Lancaster, nel Regno Unito, ha voluto metterla in dubbio: ha chiesto a Fylde Guitars – società che costruisce a mano chitarre acustiche – di assemblare strumenti con legni diversi, dai più preziosi ad altri comuni (e molto meno…

access_time1 minuti
piccola fisica la legge delle palle di carta

Circonda le scrivanie degli scrittori indecisi, riempie i cestini degli uffici, infesta le tasche in cui infiliamo distrattamente gli scontrini. La carta appallottolata è il paradigma del disordine, prodotta da un raptus che rovina irrimediabilmente la liscia perfezione del foglio. Eppure, come ha dimostrato un gruppo di fisici, c’è del metodo in quella follia. Una legge universale guida il modo in cui si formano le pieghe, considerato invece un esempio da manuale di fenomeno complesso e caotico. Per scoprirla, il team guidato da Omer Gottesman dell’Università di Harvard (Usa) ha schiacciato più volte centinaia di fogli all’interno di un contenitore cilindrico, per poi scansionare il risultato e contare quante pieghe si erano formate su ognuno, e di che forma e dimensioni. In una piega. Per evitare strappi ha usato fogli di…

access_time1 minuti
la morte di alessandro: il mistero svelato

Alessandro Magno morì al culmine della gloria, a 32 anni, nel 323 a.C., dopo febbre, dolori addominali, paralisi. Le cause sono rimaste un mistero. «Si è pensato a tifo, malaria, veleno», dice Katherine Hall della Università di Otago (Nuova Zelanda), che avanza una teoria: «La sindrome di Guillain-Barré spiega bene i sintomi». Si innesca quando il sistema immunitario, reagendo probabilmente a virus o batteri, attacca il sistema nervoso provocando una paralisi. A causarla potrebbe essere stata una infezione da Campylobacter pylori, che dà febbre e dolori addominali. E spiegherebbe perché il corpo, come raccontano le cronache, per sei giorni non mostrò segni di decomposizione. La paralisi porta talvolta a rendere il respiro poco visibile: quindi Alessandro fu preso per morto, ma non lo era ancora.…

access_time1 minuti
spock vs yoda

Chi è più saggio: il signor Spock, il vulcaniano tra i protagonisti di Star Trek, che rifugge le emozioni, o Yoda, il maestro Jedi della saga di Star Wars, che insegna a tenere un equilibrio tra emozioni di tipo diverso? Saggio. I ricercatori dell’Università di Waterloo (Canada) hanno esaminato, attraverso test e giochi di ruolo, come agivano e pensavano alcune decine di persone indicate come sagge da coloro che le conoscevano. E hanno chiarito che, contrariamente a ciò che si pensa, non occorre essere freddi per prendere buone decisioni. Anzi, saper gestire le emozioni dà la possibilità di riflettere sulle esperienze di vita. Rendendo più saggi. Dunque, vince Yoda.…

help