menu
close
search
ESPLORALA MIA LIBRERIARIVISTE
CATEGORIE
IN EVIDENZA
ESPLORALA MIA LIBRERIA
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Scienza
Focus ItaliaFocus Italia

Focus Italia Giugno 2019

Focus approfondisce temi di grande attualità: scienza e natura, tecnologia e comportamento, cultura e misteri, medicina ed economia, storia ed ecologia, innovazione. Soddisfa la curiosità dei suoi fedeli lettori suscitando emozione e interesse anche attraverso immagini spettacolari ed esclusive. Si avvale di scienziati, ricercatori, tecnici ed esperti di fama mondiale. Lo stile chiaro e diretto permette di raggiungere tutti e di far conoscere il mondo in modo divertente e sempre più coinvolgente. Focus stimola la tua voglia di sapere e soddisfa anche le curiosità che non sapevi di avere!

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Mondadori Scienza S.p.A.
Leggi di piùkeyboard_arrow_down
COMPRA NUMERO
2,98 €(VAT inclusa)
ABBONATI
23,86 €(VAT inclusa)
12 Numeri

IN QUESTO NUMERO

access_time3 minuti
il bene e il mare

Quando un mese fa ho letto di quel novantaduenne abruzzese che nelle giornate di sole carica in auto una sedia per stare ore sulla spiaggia a guardare il mare, mi sono detto: lo capisco. Come avevo capito quell’anziano australiano malato terminale che chiese agli infermieri di essere portato a vedere il mare per l’ultima volta. Mi ha sempre colpito la storia del padre di un amico che scelse di lasciarsi tutto alle spalle e di andare a vivere da solo alle Eolie. Quando morì lo trovarono sulla poltroncina che sistemava ogni mattina in terrazza. Se ne era andato guardando il mare al cui cospetto aveva scelto di vivere. Io, che sono nato in Sicilia, ogni volta che torno giù, vado al mare. E ogni volta che vado al mare, se c’è…

access_time1 minuti
tanti occhi verso lo spazio

Il Very Large Telescope dell’Eso (European Southern Observatory) ha osservato per la prima volta un pianeta extrasolare in modo diretto usando una tecnica speciale. Gli appassionati conoscono il Vlt di Cerro Paranal, in Cile, composto da 4 telescopi identici di 8,2 metri di diametro ciascuno posti a pochi metri l’uno dall’altro. Due o più di essi possono essere usati in sincrono, per osservare lo stesso oggetto, sfruttando una tecnica chiamata interferometria; così si aumenta la raccolta di luce rispetto a un singolo strumento, e anche la capacità di distinguere dettagli fini (la risoluzione). Atmosfera. È proprio grazie allo strumento Gravity, che con l’interferometria combina le osservazioni di più telescopi, che il Vlt ha indagato l’esopianeta HR 8799e (a destra, in un’immagine artistica), distante 130 anni luce dalla Terra. Così è stato…

access_time1 minuti
la seta cambia colore se “sente” il gas

I ricercatori della Tufts University (Massachusetts, Usa) hanno realizzato alcune miscele di sostanze chimiche che sono in grado di rilevare i gas inquinanti presenti nell’aria. Si tratta di coloranti, che quindi possono essere utilizzati per tingere una fibra tessile (seta, cotone...), trasformandola in un vero e proprio “sensore” in grado di rilevare l’inquinamento industriale (fino a una concentrazione molto bassa: 50 parti per milione). Abiti salvavita. Il filo così modificato viene poi ricoperto da una pellicola impermeabile all’acqua (ma permeabile ai gas) e può quindi essere lavato senza perdere le sue proprietà. Questi fili-sensori vengono poi tessuti insieme a quelli normali. Si possono realizzare così tute o maglie “salvavita” da usare nei luoghi di lavoro o in ambienti dove mancano gli apparecchi elettronici che vengono normalmente utilizzati per l’individuazione di gas…

access_time1 minuti
il legno trasparente per edifici “isolati”

Una finestra chiusa con il legno sarebbe più isolante di una finestra con il vetro, ma per guardare fuori non è il massimo... Così, per salvare calore e panorama, si punta a ottenere un legno trasparente: un team del Kth Royal Institute of Technology di Stoccolma e dell’Università Usa del Maryland ce l’aveva già fatta rimuovendo la lignina (la sostanza che dà consistenza e colore) e sostituendola con materiali acrilici. Calore. Ora all’istituto svedese hanno messo a punto un legno trasparente che in più assorbe e rilascia calore, da usare al posto del vetro negli edifici. Il legno è privato della lignina e impregnato con acrilici e polietilenglicole: questo è un polimero che, se scaldato, assorbe energia e si scioglie; poi torna solido, rilasciando energia. Il legno che lo contiene, quindi,…

access_time1 minuti
c’è chi la pizza la studia...

I fisici Andrey Varlamov e Andreas Glatz e l’antropologo del cibo Sergio Grasso hanno unito le forze per rispondere a una domanda annosa: come va cotta la pizza perfetta? La prima fase, “sperimentale”, li ha portati a visitare pizzerie e a intervistare pizzaioli, concludendo che la Margherita perfetta, in un forno di mattoni con cottura a legna, si ottiene cuocendola a 325 °C per 2 minuti esatti. A questo punto hanno messo in campo le loro competenze di termodinamica per ottenere un risultato altrettanto soddisfacente nel forno elettrico di casa. L’equazione risultante (sotto) è davvero complessa, ma secondo gli autori si può sintetizzare in questo modo: cottura a 232 °C per 170 secondi. Altri dettagli si trovano nell’articolo originale, su https://arxiv.org/abs/1806.08790.…

access_time1 minuti
… e c’è chi ci gioca

Il gioco del Monopoly esiste dal 1935, e ha conquistato oltre 1 miliardo di giocatori in 114 Paesi (350mila scatole vendute solo in Italia), sia sotto forma di gioco da tavolo sia di videogame e di app. La più giocata è la versione tradizionale, con i mitici Parco della Vittoria e Vicolo Stretto, ma ne esistono decine tematizzate: per esempio, “Italia”, “Disney”, “Fortnite” ecc. Adesso la collezione si è arricchita con Monopoly Pizza. Dove le caselle sono associate a gusti diversi (Margherita, Bufala, Salame Piccante...) e dove invece di costruire case e alberghi si devono comporre le ricette delle pizze. E passando su una casella/pizza dell’avversario si deve pagare... il costo per l’assaggio.…

help