Focus Italia Dicembre 2021

Focus approfondisce temi di grande attualità: scienza e natura, tecnologia e comportamento, cultura e misteri, medicina ed economia, storia ed ecologia, innovazione. Soddisfa la curiosità dei suoi fedeli lettori suscitando emozione e interesse anche attraverso immagini spettacolari ed esclusive. Si avvale di scienziati, ricercatori, tecnici ed esperti di fama mondiale. Lo stile chiaro e diretto permette di raggiungere tutti e di far conoscere il mondo in modo divertente e sempre più coinvolgente. Focus stimola la tua voglia di sapere e soddisfa anche le curiosità che non sapevi di avere!

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Mondadori Scienza S.p.A.
Frequenza:
Monthly
2,98 €(VAT inclusa)
23,86 €(VAT inclusa)
12 Numeri

in questo numero

6 min
abitare l’habitat

Chissà papà cosa ne penserebbe? Lui che da architetto e urbanista visionario voleva stravolgere le relazioni tra centri storici e periferie, come progetterebbe da zero un tessuto urbano di domani? Me lo sono chiesto sentendo parlare della città in costruzione vicino a Tokyo che raccontiamo nella storia di copertina (Marco Consoli a pag. 32) e degli altri progetti avveniristici in giro per il mondo (a pag. 38) precursori delle città di domani: digitali, iperconnesse, intelligenti, a impatto ambientale zero. Una foresta nasce e cresce secondo le leggi della natura, una città secondo le leggi umane. In un ambiente naturale le forme di vita si sviluppano una accanto all’altra, alcune prevalgono e altre soccombono trovando infine un equilibrio tra le reciproche esigenze; in un ambiente urbano ci siamo soltanto noi e le…

focusit2112_article_006_01_01
1 min
seppie social

Le seppie – che noi umani tendiamo ad apprezzare più che altro in cucina – sono animali straordinari. Per cominciare, sono considerate tra gli invertebrati più intelligenti: Alexandra Schnell dell’Università di Cambridge (Uk) ha visto in un recente esperimento che sono capaci di self-control, rinunciando a un cibo per averne di migliore in seguito. Quest’abilità potrebbe essere utile quando stanno in agguato sul fondo prima di scattare sulle preda (molluschi, pesci, crostacei). Poi come è noto “sparano” inchiostro, come la seppia comune sulla costa campana nella foto: una cortina scura che disorienta i predatori mentre l’animale scappa (il pigmento è contenuto in una sacca, ed è espulso con un getto d’acqua). E inoltre hanno una capacità di cambiare colore che le ha fatte soprannominare i “camaleonti del mare”. In un…

focusit2112_article_008_01_01
2 min
così si “allunga la vita” agli organi per i trapianti

Sono più di ottomila in tutta Italia e aspettano un rene, un fegato, un cuore nuovo per tornare a vivere. Solo per fare un esempio, nel 2020 sono stati eseguiti 1.907 trapianti di rene, ma in lista ci sono oltre seimila pazienti: mancano gli organi per tutti, non ci sono abbastanza donatori. Per dare una risposta (rapida) a più pazienti possibile, evitando che l’attesa diventi una condanna, una speranza arriva dalle macchine per la perfusione degli organi da trapiantare: l’uso non è più sperimentale e si sta diffondendo, perché la tecnica può “allungare la vita” a organi altrimenti inutilizzabili per colpa del danno da ischemia-riperfusione, in pratica una sorta di shock che gli organi subiscono quando – una volta espiantati dal donatore – restano a corto di sangue e ossigeno…

focusit2112_article_011_01_01
3 min
i “cugini” estinti

Quest’anno sono state annunciate molte scoperte sui Neanderthal. Una è il ritrovamento di nuovi resti ossei nella Grotta Guattari, a S. Felice Circeo (Latina), dove erano già stati trovati un cranio e due mandibole. Sono di vari individui, datati tra 100-90mila anni fa e 65-64mila anni fa: i più recenti furono portati nella grotta dalle iene. Poi, l’analisi di un osso di cervo gigante decorato con disegni (da una grotta tedesca) ha stabilito che risale a 51mila anni fa ed è opera dei Neanderthal. Infine, a Nesher Ramla in Israele sono stati rinvenuti resti con tratti da Neanderthal e di più antichi Homo: “antenati” dei nostri cugini o un loro tipo “arcaico” migrato dall’Europa? Chiediamo qual è l’importanza di questi studi a Giorgio Manzi, della Sapienza Università di Roma, autore…

focusit2112_article_013_01_01
1 min
la musica delle proteine

Si sa che l’amore è una grandissima fonte di ispirazione per le canzoni. Ma per i biologi può esserlo anche una proteina. Accanto a blues o jazz, esiste infatti anche la “protein music”: non un genere, in verità, ma una tecnica che porta alla composizione di brani convertendo la struttura delle proteine in musica. I risultati ottenuti dagli scienziati, però, finora non erano molto orecchiabili. Un team guidato da Yu Zong Chen dell’Università Nazionale di Singapore ha quindi deciso di ispirarsi ai classici: imitando lo stile di una composizione come Fantaisie-Impromptu di Frédéric Chopin e di altri brani. Potete ascoltare il risultato inquadrando il QR Code. Come è stata creata questa musica delle proteine? «La struttura di una proteina è come una catena ripiegata (nell’illustrazione, diverse proteine sulla membrana di…

focusit2112_article_014_01_01
1 min
la miopia in numeri

80% È la percentuale degli studenti cinesi delle superiori miopi. 25 I GENI CORRELATI ALLA MIOPIA. 70 % L’incidenza negli Usa della miopia negli ultimi 30 anni. 2010 28% Nel 2010 la percentuale di miopi nel mondo era poco più di un quarto della popolazione. 2050 50% Nel 2050 potrebbe essere affetta da miopia metà della popolazione mondiale (quasi 5 miliardi di persone). 23% LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DI SVILUPPARE MIOPIA NEI BAMBINI CHE TRASCORRONO ALMENO 40 MINUTI AL GIORNO ALL’APERTO. 25 Anni -29 FASCIA DI ETÀ CON IL MAGGIOR NUMERO DI MIOPI IN ITALIA. 202 MILIARDI DI DOLLARI ALL’ANNO IL COSTO DELLE RICADUTE DELLA MIOPIA NELL’ECONOMIA. LIVELLI DI MIOPIA FINO A 3 DIOTTRIE: lieve. DA 3 6 a DIOTTRIE: media. OLTRE 6 DIOTTRIE: elevata.…

focusit2112_article_017_01_01