ESPLORALA MIA LIBRERIA
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Bambini e Ragazzi
Focus JuniorFocus Junior

Focus Junior

Settembre 2019

La rivista pensata per soddisfare la naturale curiosità dei ragazzi, per divertirsi scoprendo il mondo in modo nuovo e intelligente. Ogni mese su Focus Junior: natura, tecnologia, storia, scienze... e molto altro ancora. Tantissimi temi trattati con l'autorevolezza di Focus ma con quella semplicità e quel divertimento che terranno gli occhi dei ragazzi incollati alle pagine. Accanto agli articoli di carattere scientifico troviamo servizi su sport, musica, avventura, giochi, esperimenti e speciali spazi interattivi dove poter fare domande, proporre soluzioni, dare consigli.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Mondadori Scienza S.p.A.
Leggi di piùkeyboard_arrow_down
SPECIALE: Risparmia il 40% sul tuo abbonamento con il codice: BIG40
COMPRA NUMERO
3 €(VAT inclusa)
ABBONATI
19,99 €(VAT inclusa)
12 Numeri

IN QUESTO NUMERO

access_time1 minuti
entra nella squadra!

SCRIVICI focusjunior@focusjunior.it oppure Focus Junior via Arnoldo Mondadori 1 20090 Segrate (Mi) SEGUICI www.focusjunior.it @focusjunior_rivista Canale Focus Junior www.facebook.com/FocusJunior Abbonamento: Per avere informazioni sul vostro abbonamento potete scrivere a: abbonamentionline@mondadori.it. Cerca questo simbolo nelle pagine della rivista Per usare la realtà aumentata di Focus Junior devi scaricare l’app Focus Junior Realtà Aumentata AR+ dagli store Google Play o App store. Con lo smartphone (o tablet, e meglio se con collegamento in wifi) inquadra la copertina della rivista e poi le varie pagine dove vedi il simbolo di realtà aumentata (sopra). Si attiverà la fotocamera e compariranno modelli in 3D, video, foto ecc. FAI ANCHE TU IL CONDIRETTORE PER UN MESE Scrivici una mail dove ci parli di te e dei tuoi interessi. Il condirettore junior avrà l’opportunità di stare un giorno (o due mezze giornate) in redazione. PS Nel numero lavorato ad agosto non…

access_time2 minuti
domande e risposte

A cura di Francesco Orsenigo Mandaci le tue domande! Invia un’email a focusjunior@focusjunior.it oppure vai su www.focusjunior.it e clicca sul bollino “Scrivi alla redazione”. PERCHÉ SI DICE “AVERE GLI OCCHI FUORI DALLE ORBITE?”Alice, Milano Èun modo di dire che si usa per rendere l’idea di qualcuno che prova emozioni quali una grande meraviglia o una forte rabbia. Le orbite di cui si parla sono quelle del cranio, le due cavità appena sotto la fronte in cui si trovano i bulbi oculari. Quando siamo molto sorpresi o adirati, infatti, spalanchiamo gli occhi così tanto che sembrano quasi… uscire dalle orbite! In alcune persone gli occhi escono per davvero, perché sono affette da esoftalmo, una condizione fisica che si verifica quando, appunto, l’occhio sporge visibilmente oltre il margine delle palpebre. Le cause possono essere diverse,…

access_time5 minuti
dottore, ho mangiato la plastica

L’ingestione della plastica ormai è un problema molto comune e il 90% delle tartarughe di cui ci prendiamo cura defeca regolarmente frammenti di plastica. Sì, hai capito bene: nella cacca delle nostre tartarughe troviamo plastica ». Parola di Sandra Hochscheid, responsabile del Centro Ricerche Tartarughe Marine di Napoli (turtlepoint.it). Un pronto soccorso per le tartarughe in difficoltà. Spesso sono i pescatori a trovarle, in mare o spiaggiate sulla costa, e a portarle in questo ospedale speciale dove al posto dei letti ci sono vasche per la convalescenza delle povere tartarughe che hanno bisogno di cure perché hanno ingerito plastiche, ami, lenze o sono gravemente ferite. A proposito, se dovesse capitare anche a te di trovare una tartaruga bisognosa di cure, contatta la Guardia Costiera al 1530 che provvederà ad allertare…

access_time1 minuti
barzellette

Mandaci le tue barzellette. Invia tutto via e-mail a focusjunior@focusjunior.it. Oppure vai su www.focusjunior.it e clicca sul pulsante “Scrivi alla redazione”. TOP DEL MESE Una cicogna vola trasportando un vecchietto. A un certo punto l’omino, preoccupato, guarda in basso e chiede alla cicogna: «Ehi amica, dimmi la verità, ci siamo persi vero?».Giacomo, Trezzo sull’Adda (Mi)«Mamma» esclama Pierino «se ora sono il tuo piccino, da grande diventerò il tuo piccione?».PlayerXDue naufraghi che vagano su un’isola sperduta incontrano degli indigeni: «Su quest’isola ci sono cannibali?», chiedono. E i nativi: «No, l’ultimo l’abbiamo mangiato ieri».Superzen, MilanoQual è il colmo per un arcobaleno? Sbiancarsi dalla paura!Asia, Roma MALATTIE MORTALI Teacher: «Kevin, what do you know about the Dead Sea?». Kevin: «I didn’t even know it was ill, Sir!»! Phillys Traduzione: Il prof: «Kevin, cosa sai del Mar Morto?». Kevin: «Non sapevo…

access_time3 minuti
a ritmo di boom…boomdabash

“Esplodi il colpo”. È questo il significato di Boomdabash, il nome della band del Salento (Puglia) che compone musica dal ritmo reggae, arricchita da testi in inglese e dialetto salentino. «Quindici anni fa i miei colleghi scelsero quel nome perché aveva un suono piacevole all’udito » spiega Angelo Rogoli, nome d’arte Biggie Bash, che è uno dei due cantanti. «Quando entrai a far parte del gruppo, feci notare loro che nello slang giamaicano “Boom da bash” è un’espressione che vuol dire “esplodi il colpo”, proprio come l’energia sprigionata dalla nostra musica». Le loro canzoni, in effetti, danno il ritmo alle nostre estati: l’anno scorso con il brano Non ti dico no, insieme a Loredana Berté e quest’anno con Per un milione e Mambo salentino con Alessandra Amoroso. Abbiamo incontrato la band…

access_time3 minuti
stranezze e record

A cura di Ilaria Infante Hai un record o una cosa strana da segnalarci? Condividila! Invia tutto via e-mail a focusjunior@focusjunior.it Oppure vai su www.focusjunior.it e clicca sul bollino “Scrivi alla redazione”. La Red Bull 400 è la corsa breve più ripida del mondo. Quest’anno si è svolta a Predazzo, in Trentino, su un trampolino di salto con gli sci che in estate non viene usato, ma che sarà uno dei teatri delle Olimpiadi invernali 2026 Milano-Cortina. I 650 runner, provenienti da 27 Paesi di tutto il mondo, hanno affrontato una salita di “soli” 400 metri, ma davvero ripidissima, cioè con il 78% di pendenza e un dislivello di 135 metri. Per capire che cosa vuol dire, prova a immaginare di camminare sulla parete di un palazzo di 40 piani, un po’…

help