SCOPRILIBRERIA
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Bambini e Ragazzi
Focus JuniorFocus Junior

Focus Junior Ottobre 2018

La rivista pensata per soddisfare la naturale curiosità dei ragazzi, per divertirsi scoprendo il mondo in modo nuovo e intelligente. Ogni mese su Focus Junior: natura, tecnologia, storia, scienze... e molto altro ancora. Tantissimi temi trattati con l'autorevolezza di Focus ma con quella semplicità e quel divertimento che terranno gli occhi dei ragazzi incollati alle pagine. Accanto agli articoli di carattere scientifico troviamo servizi su sport, musica, avventura, giochi, esperimenti e speciali spazi interattivi dove poter fare domande, proporre soluzioni, dare consigli.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Mondadori Scienza S.p.A.
Leggi di piùkeyboard_arrow_down
SPECIALE: Risparmia il 40% sul tuo abbonamento con il codice: YES40
COMPRA NUMERO
3 €(Incl. tax)
ABBONATI
19,99 €(Incl. tax)
12 Numeri

IN QUESTO NUMERO

access_time1 minuti
post it

CIAO FOCUSINI, ce lo avete scritto in tanti: troppi rifiuti inquinano e deturpano l’ambiente. Purtroppo è così in tutto il mondo. Servirebbe un deciso cambio di rotta da parte di governi e aziende, ma intanto nel nostro piccolo possiamo già fare qualcosa (leggete cosa da pag. 26). Come diceva Madre Teresa, “sappiamo bene che ciò che facciamo non è che una goccia nell’oceano. Ma se questa goccia non ci fosse, all’oceano mancherebbe”. LA FOTOGALLERY DEL MESE FUNGHI DELLE MERAVIGLIE Lo sapete, vero, che il mondo dei funghi è pazzesco? Scopritelo! PER CONTATTARCI E MANDARCI I VOSTRI CONTRIBUTI. E-mail: focusjunior@focusjunior.it Facebook: andate alla pagina www.facebook.com/FocusJunior Instagram: @focusjunior_rivista Posta: Focus Junior, via Battistotti Sassi 11/A, 20133 Milano Per usare la realtà aumentata di Focus Junior bisogna scaricare l’app Gruppo Mondadori AR+, inquadrare con smartphone o tablet la copertina della rivista…

access_time3 minuti
domande & risposte

Mandateci le vostre domande. Andate su www.focusjunior.it e cliccate sul bollino “Scrivi alla redazione”. Oppure inviate tutto via mail a focusjunior@focusjunior.it CHI DECIDE LA MODA? FrahachEr, Preganziol (Tv) Verrebbe da dire gli stilisti, e una volta forse era così. Oggi invece è più complicato. Alla base di tutto ci sono gli influencer, persone che scelgono abiti, colori o abbinamenti diversi dal consueto e guidano il gusto degli altri. Un esempio sono personaggi famosi come Fedez o Chiara Ferragni (foto), ma anche gruppi di ragazzi qualsiasi che iniziano a vestirsi in modo insolito, per esempio mettendo le scarpe senza calze in inverno. Poi entrano in gioco i cool hunter, i cacciatori di novità: frequentano ambienti anticonformisti che non seguono la moda dominante e, se notano che uno stile si ripete, lo lanciano come tendenza.…

access_time3 minuti
oggi interrogo…

Marco striscia i piedi, tiene la testa bassa, gioca con la cerniera della felpa. Viola, invece, si guarda intorno ridendo. Lo fanno quando stanno per essere interrogati, per respingere la paura e il timore di una figuraccia perché, anche se hanno studiato, non sempre le parole vengono loro e a volte finiscono col fare scena muta o rispondono sottovoce. «Sono tipici segnali dell’ansia da prestazione. E io ne so qualcosa, perché andare alla cattedra, sotto lo sguardo dei compagni di classe, è come salire sul palco davanti a centinaia di persone. Ma la paura bisogna affrontarla e il primo passo per vincerla è non temere di sbagliare». Parola di Giovanni Micoli, professione attore. Secondo Micoli «il teatro può aiutare a gestire le emozioni che interferiscono con la riuscita di un’interrogazione, compromettendo il…

access_time1 minuti
il racconto collettivo e le associazioni mentali

COME A TEATRO. Viene chiamato racconto collettivo un esercizio che allena la concentrazione, la capacità di ascolto e il mettersi in gioco. Funziona così: tutti i compagni, a turno, danno una mano alla costruzione della storia aggiungendo una sola parola. Oppure, è un’altra versione, arricchendo il racconto in modo più articolato prima di passare il turno al compagno. Si chiamano associazioni mentali, invece, quelle di un esercizio che allena a ragionare velocemente, sotto lo sguardo di tutti, tenendo conto che qualsiasi associazione è giusta: chi inizia dice una parola e, a catena, ciascuno dovrà dire la prima cosa che gli viene in mente.…

access_time1 minuti
alla scoperta del flusso di coscienza

MENO STRESS. Fare teatro allena a controllare stress, paura e a esprimersi su un palcoscenico, cioè a parlare in pubblico. Insomma, fa andare meglio a scuola perché aumenta la fiducia in se stessi, favorisce il rispetto dei tempi, delle idee degli altri e arricchisce il linguaggio. Ecco un esercizio che Giovanni Micoli (in foto) consiglia di fare, con l’insegnante, per superare la paura di sbagliare e del giudizio altrui. Si chiama flusso di coscienza: dite a voce alta ciò che state facendo, pure i movimenti generati dalla tensione (tipo il dondolare, il giocare col colletto), che esprimono lo sforzo di placare le proprie paure. Uno sforzo che toglie energie alla concentrazione e al dare il massimo, in scena così come nell’interrogazione.…

access_time2 minuti
primo giorno di scuola

Mandateci le vostre barzellette. Andate su www.focusjunior.it e cliccate sul bollino “Scrivi alla redazione”. Oppure inviate tutto via mail a focusjunior@focusjunior.it Dalla camera di Pierina proviene da mezz’ora musica a tutto volume. La mamma, spazientita, si affaccia: «È così che studi per la verifica di domani sulle misure di peso?». «Ma certo mamma», risponde ballando la discola, «sto imparando a fare la rocket-TARA!». Elisa, Roma All’uscita di scuola: «Pierino com’è andato il tema di italiano?». «Bene, mamma. La maestra si è perfino commossa, mi ha detto che faceva pietà…». Francesca P. Pierino corre tutto trafelato: «Papà, papà, il termometro è sceso!». «Ah sì? E di quanto?», gli risponde il papà senza scomporsi. «Eh, direi di circa 10 metri… mi è caduto dal balcone!». C05, Bra (Cn) « Mamma ho finito i compiti», dice Pierino, «posso andare in piscina?».…

help