Cultura e Letteratura
Focus Storia

Focus Storia

Giugno 2020

La rivista interamente dedicata alle vicende, ai personaggi, alle curiosità che hanno caratterizzato i secoli passati. Ogni mese un numero speciale da conservare, con i grandi temi approfonditi alla maniera di Focus, per entrare nella Storia in modo diverso e avvincente.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Mondadori Scienza S.p.A.
Leggi di più
COMPRA NUMERO
3,99 €(VAT inclusa)
ABBONATI
27,99 €(VAT inclusa)
12 Numeri

in questo numero

1 minuti
editor

Tutti abbiamo qualche vizio, una mania, un caratteraccio che sta lì, a ricordarci che siamo umani e fallibili. Lo mettiamo in conto e pace. Quando però la faccenda dell’umana debolezza tocca i più alti vertici del potere, quelli cioè che dettano le regole agli altri, allora la situazione si fa interessante. Può mai lasciare indifferenti la sensualità sfrontata di un papa? E la nonchalance con cui Napoleone mandò a morire milioni di uomini per trasformare l’Europa nel suo personale impero? O la stoltaggine di una Maria Antonietta tutta intenta a spendere e giocare d’azzardo in una Francia al collasso economico? Lussuria, avidità, superbia, stupidità diventano un problema quando danneggiano la vita degli altri o, detto più in grande, quando influenzano il corso della Storia. Ma per essere onesti non è…

5 minuti
la pagina dei lettori

A proposito di Raffaello FS Su Focus Storia n° 162, in occasione dei 500 anni dalla morte di Raffaello, abbiamo pubblicato un articolo intitolato “Il divin pittore”. Proprio in merito a questo anniversario ci è arrivato anche questo testo scritto da un affezionato lettore, che volentieri riportiamo. Urbino, seconda metà del XV secolo Era la dolce primavera dell’anno 1483 quando, a Urbino, per la precisione in casa di Giovanni Santi, pittore, artigiano e poeta, nacque un bambino prodigio che rivoluzionò il concetto stesso di pittura. Di grande sensibilità e straordinaria abilità artistica, riuscì a rivaleggiare con i pittori contemporanei, portando in ogni sua opera serenità celestiale e Grazia Divina. Questo ragazzo era Raffaello Sanzio, noto anche come Raffaello da Urbino. Per il giovane Raffaello fu di fondamentale importanza l’essere nato a Urbino, all’epoca…

1 minuti
abbonati a focus storia digitale

Vai su www.abbonamenti.it/ Storiadigitale e scopri tutte le offerte: puoi abbonarti alla versione digitale a partire da 7,99 euro per tre numeri e leggere la rivista direttamente sul tuo tablet o smartphone. Scarica gratis l’applicazione da AppStore o Google Play e porta Focus Storia sempre con te! Potrai sfogliare le copie incluse nel tuo abbonamento effettuando il login con le tue credenziali oppure acquistare un abbonamento o le copie singole direttamente dall’app, dove trovi anche gli speciali di Focus Storia: Collection, Wars, D&R e Viaggi nel Tempo.…

1 minuti
la voce della storia i nostri podcast

L’esplosione della pandemia di Covid-19 ha costretto tutti a rimanere a casa, ma non ha diminuito la voglia di conoscere i fatti della Storia e comprendere i fenomeni moderni anche recuperando le conoscenze del passato. Volete approfondire i segreti della straordinaria avventura di Alessandro Magno, che nel IV secolo a.C. conquistò tutto il mondo allora conosciuto, oppure sapere le ragioni che portarono nel I secolo a.C. alla congiura contro Giulio Cesare? Volete capire quali sono le radici storiche delle tante crisi che hanno caratterizzato la geopolitica degli ultimi decenni (dall’indipendentismo della Catalogna alla ricorrente crisi Iran-Usa)? Potete farlo anche seguendo il podcast curato dalla redazione di Focus Storia, la “Voce della Storia”. Come? Ascoltandoci dal sito www.focus. it/storia/podcast e anche su Spotify (bit.ly/ VoceDellaStoria ).…

7 minuti
novità e scoperte

MESOPOTAMIA Sacrifici e festini Scoperta in Iraq da archeologi angloamericani un’area di culto (nota come Uruku, “città sacra”, 2950-2350 a.C.) dedicata al dio guerriero Ningirsu. Si trova a Girsu (l’attuale Telloh) ed è tra le prime città note al mondo. Nella spianata si tenevano feste, sacrifici animali e processioni religiose, di cui ci sono i resti: più di 300 oggetti usati durante le cerimonie fra coppe, anfore e ossi di animali offerti al dio o consumati durante i banchetti. Pozzo rituale. Resti e oggetti erano poi gettati in una favissa, un pozzo rituale, all’interno del quale sono stati trovati cocci e ossi di pecore, mucche, cervi, pesci, capre, maiali e uccelli. L’oggetto più significativo è un’anatra in bronzo con occhi in conchiglia, animale forse sacro a Nanshe, dea di acque e paludi. Trovati…

4 minuti
druido celtico

“Noi druidi siamo gli unici Celti a conoscere l’alfabeto e la scrittura. E studiamo anche le leggi della matematica e dell’astronomia” Il boschetto di querce: amo questo luogo sacro, nel silenzio dell’alba. Mi ricorda l’inizio delle cerimonie, quando tutto è fermo, nell’attesa che si dia inizio al rituale. Come quella prima volta in cui, in una fredda notte invernale, la sesta dopo la Luna nuova, con il falcetto dorato tagliai l’arbusto simbolo di immortalità che si arrampica intorno a questi alberi: credo voi lo chiamiate vischio. Lo offrii agli dèi, insieme a due tori, bianchi come la mia veste, come le bacche di vischio e come la Luna. Vi svelo un segreto: il succo di quelle bacche ha poteri curativi e ringiovanenti. Fidatevi, so di quel che parlo. Noi druidi siamo i…