Focus Storia Settembre 2021

La rivista interamente dedicata alle vicende, ai personaggi, alle curiosità che hanno caratterizzato i secoli passati. Ogni mese un numero speciale da conservare, con i grandi temi approfonditi alla maniera di Focus, per entrare nella Storia in modo diverso e avvincente.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Mondadori Scienza S.p.A.
Frequenza:
Monthly
3,99 €(VAT inclusa)
27,99 €(VAT inclusa)
12 Numeri

in questo numero

1 min
editoriale

Il più illustre è il greco Erodoto, viaggiatore instancabile e poliedrico (fu storico, reporter, geografo, antropologo, etnografo, quando molte di queste professioni non avevano ancora un nome). I suoi racconti fecero conoscere il mondo ai suoi contemporanei e sono ancora oggi una pietra miliare della storiografia. Proprio quello che voleva: fare in modo che i “fatti degli uomini con il tempo non sbiadiscano e le imprese importanti e mirabili, sia dei Greci che dei barbari, non rimangano prive di fama”. Non tutti i globetrotter di cui leggerete in questo numero erano animati dalle stesse ambizioni, eppure tutti hanno scritto un pezzo di Storia descrivendo incontri, costumi, aneddoti, paesaggi che sono arrivati fino a noi congelati nell’istantanea della loro testimonianza. Così è per l’incredibile viaggio dell’iconico Marco Polo; per il peregrinare…

4 min
la pagina dei lettori

Un eroe in famiglia Prendo spunto dagli articoli pubblicati su Focus Storia n° 177 sugli sportivi che hanno segnato la Storia per parlare di un altro grande campione: Apollinare Foglio. Si tratta dello zio di mio papà, che sicuramente non ha scritto la storia dello sport, ma è stato un personaggio molto particolare. Classe 1887, nativo di Strona, un piccolo paese piemontese allora provincia di Vercelli (oggi Biella), nel 1911 partì da Roma per partecipare al Giro d’Italia. Era un Giro nuovo: iniziava da Roma e non da Milano per celebrare i cinquant’anni del Regno d’Italia e per la prima volta superava i 2.000 metri di quota. Apollinare partì con il numero 95 sul pettorale (i partecipanti erano 100). Dopo 3.452 km, arrivarono al termine solo 23 corridori, lui fu il…

focusstoriait2109_article_004_01_01
1 min
storianpodcast

Il regista americano Oliver Stone ha portato all’ultimo Festival di Cannes il suo nuovo lavoro, il documentario JFK Revisited: Through the Looking Glass. È ritornato cioè a parlare dell’omicidio del presidente degli Usa John Fitzgerald Kennedy (avvenuto a Dallas il 22 novembre 1963) a 30 anni dal suo film-capolavoro JFK, vincitore di due Oscar nel 1991. Anche Storia in Podcast, il nostro portale che raccoglie oltre 200 episodi di podcast, analizza l’importanza di quel presidente diventato, dopo l’attentato, un idolo. Ne parlano la scrittrice e saggista Mary Kerry Kennedy (figlia di Bob Kennedy e nipote di John Fitzgerald), lo storico Paolo Mieli, l’ambasciatore Sergio Romano e il saggista Massimo Teodori. Ovunque. Come ascoltare questo speciale? Basta collegarsi a storiainpodcast. focus.it nella sezione “Eventi e luoghi” e anche a tutte le principali…

focusstoriait2109_article_005_01_01
1 min
abbonati a focus storia digitale

Vai su www.abbonamenti.it/ Storiadigitale e scopri tutte le offerte: puoi abbonarti alla versione digitale a partire da 7,99 euro per tre numeri e leggere la rivista direttamente sul tuo tablet o smartphone. Scarica gratis l’applicazione da AppStore o Google Play e porta Focus Storia sempre con te! Potrai sfogliare le copie incluse nel tuo abbonamento effettuando il login con le tue credenziali oppure acquistare un abbonamento o le copie singole direttamente dall’app, dove trovi anche gli speciali di Focus Storia: Collection, Wars, D&R e Viaggi nel Tempo.…

focusstoriait2109_article_005_02_01
1 min
ultimo round

In merito all’articolo “A pugni chiusi” sul pugile John L. Sullivan (Focus Storia n° 177), volevo segnalare un errore: Jake LaMotta, durante il massacro di San Valentino (1951), non fu “messo al tappeto” da Sugar Ray. L’incontro venne, infatti, sì vinto dallo sfidante di LaMotta, ma per K.O. tecnico. In sostanza l’arbitro interruppe l’incontro, che oramai aveva raggiunto una violenza esagerata (anche per l’epoca), assegnando la vittoria a Robinson.…

focusstoriait2109_article_005_03_01
4 min
novitàescoperte

MEDIOEVO RELIQUIE IN POLVERE Chi ha inciso migliaia di croci sulle pareti della chiesa del Santo Sepolcro, a Gerusalemme? E perché? Le risposte da una nuova ricerca. Non furono i pellegrini a incidere le migliaia di croci che ricoprono alcune pareti della chiesa del Santo Sepolcro a Gerusalemme, come si è creduto finora. Un nuovo studio rivela che vennero scolpite in epoca medievale (e anche più tardi) da scalpellini o artigiani che lavoravano per conto dei pellegrini, ai quali veniva consegnata, come reliquia, la polvere che ne risultava. Lavoro minuzioso. Il team, diretto da Amit Re’em dell’Autorità israeliana per le antichità, è giunto a questo risultato grazie a tre tecniche fotografiche: la fotogrammetria, che ha fornito immagini tridimensionali basate su serie di 50-500 fotografie scattate per ogni oggetto, con angolazioni diverse; il Reflectance Transformation…

focusstoriait2109_article_006_01_01