ZINIO logo
ESPLORALA MIA LIBRERIA
Cultura e Letteratura
Focus Storia

Focus Storia Novembre 2017

La rivista interamente dedicata alle vicende, ai personaggi, alle curiosità che hanno caratterizzato i secoli passati. Ogni mese un numero speciale da conservare, con i grandi temi approfonditi alla maniera di Focus, per entrare nella Storia in modo diverso e avvincente.

Leggi di più
Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Mondadori Scienza S.p.A.
Frequenza:
Monthly
COMPRA NUMERO
3,99 €(VAT inclusa)
ABBONATI
27,99 €(VAT inclusa)
12 Numeri

in questo numero

4 minuti
la pagina dei lettori

Aviatori della Seconda guerra mondiale Mi piacerebbe segnalare a tutti gli appassionati di Storia l’Associazione Salerno 1943 ( www.1943salerno.it ) di cui faccio parte. I membri si propongono di preservare la memoria degli aviatori che, durante il secondo conflitto mondiale, precipitarono con i loro aerei in Campania o in zone vicine (sotto, bombardiere americano modello B-17 precipitato il 19 agosto 1943 a 5 km sud-est di Salerno). In questi anni abbiamo ricostruito le storie di centinaia di militari, identificato i crash site di 40 aerei e ritrovato i resti di otto soldati (tre tedeschi, quattro inglesi e uno statunitense). Per esempio di recente abbiamo rinvenuto sulle colline salernitane i resti di due soldati inglesi. Dopo aver contattato le forze dell’ordine italiane e avvisata l’ambasciata britannica, siamo ritornati sul luogo del ritrovamento…

1 minuti
tutta colpa del sale

Da che cosa sono provocate le macchie viola presenti sulle antiche pergamene di origine animale? A rispondere è stato un team di studiosi guidato da Luciana Migliore, docente di ecotossicologia all’Università Roma Tor Vergata. Le macchie viola sono caratteristiche delle pergamene animali, realizzate nel Medioevo trattando pelli di capra, pecora o vacca. Per indagarne la genesi, i ricercatori hanno analizzato quelle presenti su una pergamena del XIII secolo, un testo conservato nell’Archivio Segreto Vaticano che narra la storia di Lorenzo Loricato, un soldato che visse segregato in una grotta per 34 anni dopo aver ucciso un uomo. Staffetta di batteri. Secondo gli esperti la colpa sarebbe del sale marino: quest’ultimo, usato per il trattamento delle pelli con cui si realizzavano le pergamene, produce infatti dei batteri che originano le tipiche macchie…

2 minuti
la casa di dario a pasargade

Potrebbe essere stato in quelle sale che l’imperatore persiano Dario I e la sua corte dovettero rimuginare sulla sconfitta subita da parte degli Ateniesi a Maratona nel 490 a.C. Un palazzo imperiale attribuibile a questo sovrano achemenide, in carica dal 522 a.C. al 486 a.C., è stato rinvenuto dagli archeologi a Pasargade, una delle capitali dell’antico impero, la città-giardino fondata da Ciro il Grande. Un’altra meraviglia? L’edificio colonnato è stato trovato dagli archeologi iraniani nell’area di Tal Takht, il“Trono sulla collina”, che finora era stata trascurata. Alla sala centrale se ne accompagna un’altra di 5 metri per 5. Proprio con Dario l’arte persiana raggiunse il suo massimo splendore, come dimostrano i resti dell’altra capitale, Persepoli, voluta proprio da Dario, che era salito al trono con un cambio di dinastia e sentiva…

1 minuti
il condottiero vichingo? era una lei

Per più di un secolo, archeologi e storici hanno ritenuto che appartenessero a un uomo, un prestigioso e potente guerriero vichingo, i resti sepolti in una delle più spettacolari tombe scoperte nella città di Birka, nella Svezia Centro-orientale. Ora, però, dopo i test di osteologia e sul Dna, il colpo di scena: le ossa appartengono sì a un guerriero, ma di sesso femminile. La pista giusta. La persona del X secolo – per gli esperti “guerriero Bj 581” – sepolta in una tomba scoperta a fine ’800 (sotto, la ricostruzione) era accompagnata da un corredo militare: una spada, un’ascia, una lancia, un arco con frecce, un pugnale, due scudi e due cavalli da guerra. In grembo, aveva un gioco medievale con plancia e pedine, una specie di wargame con cui forse…

1 minuti
l’ascesa di roma dopo annibale

Con Annibale Roma ha rischiato di essere annichilita, ma dopo Annibale è iniziata la sua ascesa irrefrenabile. Anche grazie alle conquiste della Seconda guerra punica (218-202 a.C.), e soprattutto della Spagna cartaginese e delle sue miniere d’argento. Lo dimostra uno studio dell’Università Goethe di Francoforte, che ha analizzato 70 monete d’argento datate tra il 310-300 a.C. e il 101 a.C. L’applicazione di tecniche di analisi geochimica al metallo ha consentito di studiare gli isotopi del piombo, che funzionano come un orologio geologico. Superpotenza. È risultato che le prime monete romane erano coniate con argento proveniente dalla regione egea. Ma quando Scipione per contrastare Cartagine sottomise la penisola iberica si impossessò anche delle miniere della regione. E negli anni successivi le monete romane – ben più numerose – vennero prodotte proprio con…

1 minuti
trapassati alla storia

Morto a 94 anni, fu per 22 stagioni la “voce” di nonno Simpson, del celebre cartone animato. Ma animò anche altri personaggi di noti cartoni, tra cui Fred Flintstone negli Antenati. Voce familiare. Nella sua lunga carriera, conclusasi solo nel 2012, Milita ha anche doppiato Tom Bosley (lo sceriffo Amos Tupper) nella Signora in giallo. Nel 2008 ha ricevuto l’ambito Gran premio internazionale del doppiaggio. Ripescò il Diario di Anna Frank da un pila di scarti editoriali e lo fece pubblicare dalla sua casa editrice, la Doubleday, facendone un successo. Questo, nonostante alla sua proposta l’editore avesse commentato: “Che cosa? Il libro di una ragazzina?”. Ricetta. Judith Jones aveva esordito negli Anni ’50 come traduttrice ed è famosa per aver fatto conoscere grandi autori di libri di cucina. È morta a 93…