menu
close
search
ESPLORALA MIA LIBRERIA
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Business e Finanza
Fortune ItaliaFortune Italia

Fortune Italia Luglio/Agosto 2019

FORTUNE ITALIA misura il successo di un'azienda e se ne fa garante, rafforza le leadership e traccia il ritratto degli uomini e delle donne che si celano dietro il loro successo. Dialoga con i top C-level executives e ne racconta il mondo. Propone analisi approfondite delle tendenze economiche e finanziarie. Presenta idee e tecnologie. Pone grande attenzione ai temi della sostenibilità e della responsabilità sociale e ambientale. Riconosce il merito dei giovani più promettenti. Celebra le donne più innovative e influenti.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
MAGENTA SRL
Leggi di piùkeyboard_arrow_down
COMPRA NUMERO
4,50 €(VAT inclusa)
ABBONATI
20 €(VAT inclusa)
11 Numeri

IN QUESTO NUMERO

access_time1 minuti
fortune italia

EDIZIONE ITALIANA Fabio Insenga DIRETTORE RESPONSABILE Niccolò Iacovelli GRAFICA Attilia Burke REDAZIONE Hanno collaborato a questo numero: Chiara Baldi - Carlotta Balena - Francesco Chierchia Natale D’Amico - Maria Chiara Furlò - Alma Grandin - Francesco Guglielmi Salvo Ingargiola - Federica Maracchioni - Raffaele Marino - Giorgio A. Nadali Morena Pivetti - Alessandro Pulcini - Giancarlo Salemi Antonio Santamato - Alfredo Sconsa -Nicola Sellitti Giovanni Silvi - Alberto Sisto - Cesare Valsania IL FUTURO APPARTIENE A COLORO CHE CREDONO NELLA BELLEZZA DEI PROPRI SOGNI Leonardo Donato CEO via Cornelio Celso, 9 00161 - Roma SEDE LEGALE Domenico Mancini d.mancini@magentamedia.it BUSINESS DEVELOPER Giovanni Silvi amministrazione@magentamedia.it AMMINISTRAZIONE Dea callipo dea.callipo@magentamedia.it PR & EVENTI magentamedia@legalmail.it PEC Raffaele Marino r.marino@magentamedia,it COMUNICAZIONE commerciale@magentamedia.it COORDINAMENTO COMMERCIALE Edoardo Gaudioso e.gaudioso@magentamedia.it AREA SALES EDITOR-IN-CHIEF Clifton Leaf EXECUTIVE EDITOR Adam Lashinsky CREATIVE DIRECTOR Peter Herbert DIRECTOR OF PHOTOGRAPHY Mia J.Diehl FORTUNE PRESIDENT & CEO Alan Murray PARTNERSHIPS EDITORIAL DIRECTOR &…

access_time2 minuti
la notte più lunga

LA SCELTA DI UNA COVER STORY per un mensile è un passaggio importante. Quasi sempre è accompagnato da discussioni, ipotesi, congetture. Anche perché le nostre aspettative sono alte: deve funzionare, deve essere rappresentativa, deve trainare il resto dei contenuti. Quando la scelta è fatta, in genere, arrivano puntuali i dubbi. Sarà efficace? Sarà apprezzata? Sarà, insomma, la scelta giusta? E capita anche che, alcune volte, alle domande abituali si sommino i rischi legati alla variabile tempo. Reggerà fino a quando saremo in edicola? Quasi sempre, questa, è la domanda decisiva. Quella che determina la decisione finale. QUESTA VOLTA, abbiamo fatto una scelta che merita di essere spiegata. La fusione tra Fca e Renault, mentre leggete questo numero di Fortune Italia, potrebbe essere stata già formalizzata, ufficializzata e ampiamente commentata. Oppure, al…

access_time3 minuti
la rinascita del calcio italiano

DOPO ANNI DI OMBRE e difficoltà di natura economica, tattica e gestionale, il calcio italiano sembra iniziare finalmente a dare segnali di ripresa. Il 2018-2019 ha rappresentato per il movimento calcistico nazionale un momento di svolta, che certamente verrà ricordato in primis per lo sbarco in Italia di Cristiano Ronaldo. Ma non è tutto qui. Ne parla Christoph Winterling, direttore commerciale e marketing del Bologna FC, spiegando quanto ci sia ancora da fare perché il settore possa recuperare la competitività persa nell’ultimo decennio. Nato in Germania, ex direttore marketing di Adidas Italia e dell’As Roma, Winterling affronta l’argomento in maniera globale, raccontando anche il ‘modello Bologna’, tra partnership col territorio e sviluppo internazionale del business. In questi anni, prima alla Roma e poi al Bologna, come è cambiato il calcio italiano? Il…

access_time1 minuti
il gemello digitale del ‘cartone’

NEL PACKAGING si gioca buona parte del futuro dell’economia circolare. E un ruolo determinante lo rivestirà il digitale. Ne parla Francesco Faella, managing director Tetra Pak Italia. Quali sono le ultime innovazioni sulla sostenibilità? “La nostra linea guida è ridurre la carbon footprint dei nostri prodotti e servizi. Pertanto per noi innovazione significa prevalentemente minimizzare i consumi in termini di energia e acqua e impiegare materiali provenienti da fonti rinnovabili, considerando che i nostri contenitori sono fatti prevalentemente di carta e che stiamo progressivamente impiegando quantità sempre crescenti di plastica di origine vegetale. Già oggi vantiamo imballaggi che, sul mercato, hanno il minor impatto in termini di emissioni di CO2 e abbiamo programmi concreti di ulteriori riduzioni”. Simone Alabor, direttrice dell’associazione elvetica per il riciclaggio di cartoni per bevande, ha…

access_time1 minuti
i cieli infestati dai droni

I CIELI ITALIANI sono sempre più trafficati. A guidare l’infestazione sono i nuovi colonizzatori dell’aria sotto i 25 kg: i droni. Secondo i dati diffusi dall’Enac nel Rapporto annuale, in particolare, nel 2018 sono state valutate 3.502 dichiarazioni di operatori Sapr (Sistemi aeromobili pilotaggio remoto) per operazioni specializzate, con il rilascio di 585 autorizzazioni per operazioni specializzate critiche e 6 permessi di volo per droni con massa superiore ai 25 kg. Dai servizi fotografici e televisivi alle ispezioni di edifici, tralicci elettrici e oleodotti, l’utilizzo è sempre più vario. -CESARE VALSANIA…

access_time2 minuti
digitale, il ritardo delle pmi italiane

QUANTO SONO DIGITALIZZATE le piccole e medie imprese italiane? La risposta a una delle domande più ossessive degli ultimi anni ha provato a darla ‘GoDaddy’, azienda che supporta e spalleggia gli imprenditori di tutto il mondo nel creare una presenza online di successo e che ha quasi 19 milioni di clienti, con il ‘PMI Digital Index’, ricerca di mercato che indaga proprio il tasso di digitalizzazione delle imprese, in questo caso italiane. E la risposta è che questo tasso è basso: 54, su una scala da uno a cento, per cui, spiega il regional director per l’Italia di ‘GoDaddy’ Gianluca Stamerra, “c’è un ampissimo margine fino a cento che non è sfruttato e che può generare un problema per quelle aziende che vogliono migliorare e raggiungere più clienti attraverso il…

help