ESPLORALA MIA LIBRERIA
Business e Finanza
Fortune Italia

Fortune Italia Settembre 2019

FORTUNE ITALIA misura il successo di un'azienda e se ne fa garante, rafforza le leadership e traccia il ritratto degli uomini e delle donne che si celano dietro il loro successo. Dialoga con i top C-level executives e ne racconta il mondo. Propone analisi approfondite delle tendenze economiche e finanziarie. Presenta idee e tecnologie. Pone grande attenzione ai temi della sostenibilità e della responsabilità sociale e ambientale. Riconosce il merito dei giovani più promettenti. Celebra le donne più innovative e influenti.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
MAGENTA SRL
Frequenza:
Monthly
Leggi di più
COMPRA NUMERO
4,50 €(VAT inclusa)
ABBONATI
20 €(VAT inclusa)
11 Numeri

in questo numero

4 minuti
yocabè porta online la moda

COME FA UN MARCHIO DI MODA, più o meno conosciuto, a raddoppiare il proprio fatturato online? Servono contatti e potenza contrattuale; bisogna poi conoscere i ‘trucchi’ del mondo digitale; avere a disposizione algoritmi per calcolare il prezzo a cui vendere un prodotto affinché non si creino interferenze con il mercato offline; e formule per analizzare lo storico in modo da ottimizzare i servizi. E poi c’è la logistica, anche oltreconfine. Oppure è possibile rivolgersi a Yocabè, che fa tutto questo. A costo zero. O meglio, attraverso una partnership dove saranno solo i risultati a ripagare il servizo offerto. “Si lavora insieme ai brand. Siamo diventati in qualche modo il loro dipartimento tecnologico, quello che non hanno ancora in casa, e in cui non vogliono mettere le mani perché non è…

2 minuti
in europa ‘unicorni’ sempre più grandi

L’ECOSISTEMA EUROPEO DELLE STARTUP sta diventando grande. Pur essendo ancora ben distanti dai numeri di Usa e Cina, tuttavia le tech scaleup europee (quindi le aziende tecnologiche che hanno raccolto oltre 1 milione di dollari) hanno registrato una crescita costante, arrivando a superare le 7 mila unità e una raccolta complessiva che ha sfondato, nel 2018, i 41 mld di dollari. La fotografia dell’ecosistema europeo l’ha scattata il report ‘Tech Scaleup Europe 2019’ elaborato da Mind The Bridge e Sep (Startup Europe Partnership), la piattaforma europea istituita dalla Commissione Ue dedicata alla trasformazione delle startup europee in scaleup. Nel 2018 i nuovi ‘unicorni’ europei - così vengono chiamate le aziende capaci di raccogliere più di un milione di dollari - sono 1.386 (nel 2017 la quota si era fermata a…

1 minuti
le aziende ue scommettono sull’innovazione

INNOVAZIONE e tecnologia saranno fondamentali per l’imprenditoria, ma senza incidere sulla quantità di forza lavoro. A dirlo sono 760 aziende europee di 16 Paesi, uno spettro di 20 settori industriali diversi, interrogate da Deloitte su innovazione e tecnologie digitali. I risultati? L’88% delle aziende europee prevede di aumentare gli investimenti in innovazione. E il 60% delle imprese italiane non teme la perdita di posti di lavoro. Italia e Regno Unito sono i paesi più ottimisti: oltre il 60% delle realtà italiane e il 58% delle inglesi immaginano un incremento delle risorse umane impiegate in azienda. Solamente il 23% ipotizza una diminuzione dei dipendenti per mano della tecnologia, pur essendovi pareri fortemente contrastanti in settori quali il bancario e finanziario dove i pareri a favore di un aumento e di una…

2 minuti
l’innovazione italiana che cresce all’estero

CONSOLIDARE IL PERCORSO di crescita internazionale e investire in nuove tecnologie. Queste le motivazioni principali dell’avvio dell’operatività nel mercato tedesco da parte di Moneyfarm, gestore del risparmio che opera online, tra i leader dell’innovazione finanziaria in Europa. Dopo l’Italia (2012) e il Regno Unito (2015), la Germania è il terzo mercato europeo in cui la società sbarca per offrire il suo servizio di gestione patrimoniale online. Fondata nel 2012 da Paolo Galvani e Giovanni Daprà, Moneyfarm offre un servizio di consulenza per la gestione patrimoniale, direttamente online o con il supporto di un consulente dedicato, senza avvalersi di reti di vendita o filiali. Si tratta di una delle aziende innovative più finanziate in Italia (circa 74 mln di euro di finanziamenti raccolti in totale fino ad oggi) e ha visto…

1 minuti
i super ricchi scelgono milano

LA METÀ DEI PAPERONI italiani vive in una unica città: Milano. Il dato arriva dall’Inps. La Capitale segue a grande distanza. I dati dell’archivio sul lavoro privato parlano chiaro: il 54% di coloro che guadagnano più di 533 mila euro e il 42% di chi prende oltre i 217 mila euro annui risiede nella provincia del capoluogo lombardo. Roma mostra percentuali che non raggiungono il terzo di quelle milanesi. Pesanti anche i divari di genere, nello 0,01% dei più ricchi solo il 7,5% è donna. Raggiungere i livelli top è poi diventato sempre più difficile. Per Tridico “ciò suggerisce come negli ultimi decenni la concentrazione degli alti redditi abbia caratterizzato in modo rilevante anche il nostro Paese”. In generale, guardando al periodo che va dal 1974 e il 2017 si…

2 minuti
il consulente globale

NEGLI ANNI RECENTI, e ancor di più nell’ultimo ventennio, a fronte di una legittima aspirazione a competere per conquistare fette di mercato internazionale sempre più consistenti, ha fatto da contraltare una mancanza di strategia globale dell’impresa italiana che ha evidenziato limiti ed esigenze di adeguamento. In altre parole, le aziende si sono rifatte il ‘make up’ affidandosi spesso però a truccatori non professionisti. Ora però, per tenere testa con i colossi cinesi, americani, russi e arabi, e soprattutto in questi tempi agitati di guerra commerciale a livello mondiale, c’è la necessità non più rinviabile di pensare a una ‘global strategy’ che consenta di competere sugli scenari internazionali. Punto primo: valorizzare il ruolo chiave dei consulenti. È inimmaginabile pensare che un’impresa di piccole e medie dimensioni, spesso a gestione familiare, abituata ad…